È morto Ando Gilardi uno dei personaggi più significativi della fotografia italiana, autore di libri davvero straordinari, fotografo lui stesso, direttore di riviste, giornalista, fotoreporter, e altro ancora, fondatore della Fototeca storica nazionale

conosciuto nei primi anni ’70, quando, per guadagnare qualche lira, facevo il correttore di testi per la enciclopedia I MONDI DELL’UOMO, editore il Libro del Mondo  (direttore editoriale Franco Salghetti-Drioli, caporedattore Maurizio Rosenberg Colorni)

Paolo Ferrario, 8 marzo 2012

—————————————————————————

È morto Ando Gilardi uno dei personaggi più significativi della fotografia italiana, autore di libri davvero straordinari, fotografo lui stesso, direttore di riviste, giornalista, fotoreporter, e altro ancora; oltre che fondatore della Fototeca storica nazionale.

I suoi libri sono stati riediti negli anni da Bruno Mondadori, l’ultimo ha come titolo Meglio ladro che fotografo (2007). Michele Smargiassi ne ha tracciato un bel profilo su La Repubblica di lunedì 6 marzo, e lo ricorda nel suo blog; lo voglio qui ricordare con un pezzo scaturito dalla riedizione di Wanted! Storia, tecnica ed estetica della fotografia criminale, segnaletica e giudiziaria uscito nel 2003 (Bruno Mondadori, Milano, pp. 210).


Ando Gilardi. Wanted! | Doppiozero

Il ricordo di Michele Smargiassi su La Repubblica: http://smargiassi-michele.blogautore.repubblica.it/2012/03/06/ricordando-e-ripensando/comment-page-1/

3 replies

    • nella “nicchia” (ampia nicchia) dei fotografi e degli stampatori doveva essere un mito. si può criticare fin che si vuole la rete , tuttavia è una potentissima “ricordatrice” anche delle persone.
      pensa che fra i commenti all’articolo di smargiassi sulla repubblica (riportato poi nel post) ho trovato quella di maurizio rosenberg colorni che ora vive a bali !

      "Mi piace"

  1. Non lo conoscevo, ma recentemente nelle mie ricerche. essendo anch’io un Gilardi, mi imbattevo spesso su pagine che lo riguardavano e cominciavo ad apprezzarlo come se l’avessi sempre conosciuto. In questi momenti i pensieri e il silenzio valgono più delle parole. Mi unisco con il cuore ai famigliari e amici che hanno avuto la fortuna di conoscerlo personalmente. Con tutto il rispetto permettetemi di salutarlo con un grosso CIAO ANDO

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.