CREDEVO di essermi iscritto al PD Partito Democratico. In questi mesi (referendum sulla riforma costituzionale 4 dicembre 2016) scopro che c’è un ALTRO PD: il PD2 (di d’alema, bersani e altri), 7 dicembre 2016

Quando nel 2014 (dopo una lunga militanza nel Pci/Pds/Ds) mi sono iscritto al PD Partito Democratico CREDEVO di essermi iscritto al PD Partito Democratico in questi mesi (referendum sulla riforma costituzionale 4 dicembre 2016) scopro che c’è un ALTRO PD il PD2 (di d’alema, bersani e altri) Questo mette fortemente in crisi quella decisione. Tutto … Continua a leggere CREDEVO di essermi iscritto al PD Partito Democratico. In questi mesi (referendum sulla riforma costituzionale 4 dicembre 2016) scopro che c’è un ALTRO PD: il PD2 (di d’alema, bersani e altri), 7 dicembre 2016

NON sono passati 15 anni dall’11 settembre 2001: i valori e le istituzioni dell’Occidente sotto attacco da parte dell’islam politico. Il mio TO CROSS THE LINE, scritto nel 2006

l’11 settembre 2001: Una intera fase storica di attacco dell’islam politico contro i valori e le istituzioni dell’occidente democratico Obama annuncia una coalizione internazionale per la DIFESA L’America si metterà alla guida di una vasta coalizione internazionale” che darà il via a “una campagna senza sosta” contro la minaccia terrorista dell’Isis, “ovunque si trovi”, “per … Continua a leggere NON sono passati 15 anni dall’11 settembre 2001: i valori e le istituzioni dell’Occidente sotto attacco da parte dell’islam politico. Il mio TO CROSS THE LINE, scritto nel 2006

Paolo

… mi chiamo Paolo … Paolo Ferrario (Como, 1948) “Credo di essere stato quel bambino.  Che lo sia stato non è una verità indiscutibile: è una fede“,   da EMANUELE SEVERINO in Il mio ricordo degli eterni ritratto di Lou A. Vai alla Biografia professionale “Noi tutti siamo un informe assemblaggio di diversi stracci e rattoppi, tanto che … Continua a leggere Paolo

interloquendo con una persona sul tema CULTURA DEL PERDONO

Caro G  C C grazie ancora per le tue generose precisazioni. ma io sul perdono non sono per nulla d’accordo ho politicamente gioito per l’impiccagione di saddam hussein e di gheddafi sarei favorevole alla pena di morte per certi reati ( e incerto se, magari, il carcere a vita è più penalizzante della pena di morte) sono colpevolista … Continua a leggere interloquendo con una persona sul tema CULTURA DEL PERDONO

QUANDO C'ERA BERLINGUER, di Walter Veltroni, 2014. Allegato a l'Espresso del 24 orrobre 2014

dal mio To Cross Line: Nel mio infinitesimo piccolo destino individuale è stato il colpo di stato militare in Cile del 1973 a determinare la scelta del Pci. Prima leggevo il Manifesto e proprio non capivo gli articoli di Rossana Rossanda (la “stilista del comunismo”, come efficacemente la dipingeva Giorgio Bocca): il suo estremismo razional-cerebrale … Continua a leggere QUANDO C'ERA BERLINGUER, di Walter Veltroni, 2014. Allegato a l'Espresso del 24 orrobre 2014

11 settembre 2001: i valori e le istituzioni dell’Occidente sotto attacco da parte dell’islam politico. Il mio TO CROSS THE LINE, dopo il ciclo storico aperto l’11 settembre 2001. Scritto nel 2006 e aggiornato nel 2014

l’11 settembre 2001: Una intera fase storica di attacco dell’islam politico contro i valori e le istituzioni dell’occidente democratico il mio TO CROSS THE LINE, dopo il ciclo storico aperto dall’islam politico l’11 settembre 2001 (scritto nel 2006) Appartengo ad una generazione (1948-più tardi che mai) nella quale la politica ha sempre contato molto. Troppo. A vent’anni … Continua a leggere 11 settembre 2001: i valori e le istituzioni dell’Occidente sotto attacco da parte dell’islam politico. Il mio TO CROSS THE LINE, dopo il ciclo storico aperto l’11 settembre 2001. Scritto nel 2006 e aggiornato nel 2014

CRIMINAL MINDS : Jason Gideon in L’ORA DELLA PREGHIERA (LESSON LEARNED)

L’ora della preghiera Titolo originale: Lessons Learned Diretto da: Guy Norman BeeScritto da: Jim Clemente Trama: Viene rinvenuta in una casa una possibile arma biologica. Si teme un atto terroristico, il primo dopo l’11 settembre. L’unico modo per salvare la città è interrogare un prigioniero di Guantanamo. Questo risulterà molto difficile dal momento che esso … Continua a leggere CRIMINAL MINDS : Jason Gideon in L’ORA DELLA PREGHIERA (LESSON LEARNED)

Maurizio mi ricorda l’11 settembre 1973 e io gli rispondo

Maurizio mi ricorda l’11 settembre 1973 « Non vedo perché dovremmo restare con le mani in mano a guardare mentre un Paese diventa comunista a causa dell’irresponsabilità del suo popolo. La questione è troppo importante perché gli elettori cileni possano essere lasciati a decidere da soli. » (Henry Kissinger a proposito dell’elezione di Salvador Allende in Cile)      11 settembre … Continua a leggere Maurizio mi ricorda l’11 settembre 1973 e io gli rispondo

problemi di definizione: RAZZISMO

“tendenza politica, psicologica e culturale a esaltare le qualità fisiche, intellettuali, religiose e spirituali di un popolo o di un gruppo etnico nei confronti di tutti gli altri” Più segnali ed indicatori mostrano che questa definizione (trascritta dalla ENCICLOPEDIA DEL DIRITTO, DeAgostini editore) si attaglia perfettamente all’atteggiamento ed alle pulsioni motivazionali che gli islamici professano … Continua a leggere problemi di definizione: RAZZISMO

Osservo con tristezza storica che oggi, 11 settembre 2013, si ricorda poco l’11 settembre 2001

Osservo con tristezza storica che oggi, 11 settembre 2013, si ricordo poco l’11 settembre 2001 No. Io non me lo dimentico. Quella è una data periodizzante Quella data ha segnato in modo irreversibile il mio “to cross the line”, l’oltrepassamento di quel confine che aveva costruito la mia identità politica dal 1968 in avanti. Perchè? … Continua a leggere Osservo con tristezza storica che oggi, 11 settembre 2013, si ricorda poco l’11 settembre 2001

ecco perchè rinnego il mio passato di iscritto al Pci: le «nuove Brigate rosse», nipotini dei comunisti e minimizzati dai camussosauri della Cgil:: «Questo signore – cioè Pietro Ichino – rappresenta il capitalismo, lui è l’esecutore di questo sistema e noi eseguiremo il dovere di sbarazzarci di questo sistema». Dove «sbarazzarci» è evidentemente un eufemismo, mentre l’accento sinistro della frase sta tutto in quell’«eseguiremo»

ecco perchè rinnego il mio passato di iscritto al Pci. Dicono le «nuove Brigate rosse», nipotini dei comunisti e minimizzati dai camussosauri della Cgil:: «Questo signore – cioè Pietro Ichino – rappresenta il capitalismo, lui è l’esecutore di questo sistema e noi eseguiremo il dovere di sbarazzarci di questo sistema». Dove «sbarazzarci» è evidentemente un … Continua a leggere ecco perchè rinnego il mio passato di iscritto al Pci: le «nuove Brigate rosse», nipotini dei comunisti e minimizzati dai camussosauri della Cgil:: «Questo signore – cioè Pietro Ichino – rappresenta il capitalismo, lui è l’esecutore di questo sistema e noi eseguiremo il dovere di sbarazzarci di questo sistema». Dove «sbarazzarci» è evidentemente un eufemismo, mentre l’accento sinistro della frase sta tutto in quell’«eseguiremo»

Viviamo tempi in cui gli uomini, spinti da spiriti mediocri o da feroci ideologie, si abituano … di Albert Camus

«Viviamo tempi in cui gli uomini, spinti da spiriti mediocri o da feroci ideologie, si abituano a provare vergogna di qualsiasi cosa. Vergogna di se stessi, vergogna di essere felici, d’amare e di creare. […] È necessario quindi sentirsi colpevoli. Eccoci trascinati al confessionale laico, il peggiore di tutti. » Albert Camus, Actuelles. Ecrits politiques, 1948

egregio professore, le scrivo in tema della etichetta di “islamofobia”

egregio professor tommaso vitale twitter mi ha fatto captare questo suo/tuo articolo: http://www.contretemps.eu/interventions/intellectuels-italiens-islamophobie sono un ammiratore del coraggio intelligente di oriana fallaci (per nulla, di magdi allan, ma solo perchè è passato da un fondamentalismo ad un altro fondamentalismo)  e uno dei miei “maestri” è giovanni sartori (che vedo glossato nel testo) probabilmente non sono un intellettuale, … Continua a leggere egregio professore, le scrivo in tema della etichetta di “islamofobia”

il mio voto alle elezioni amministrative del Comune di Como: ancora sulla fine del “voto di appartenenza”

cara … sono innanzitutto felice del tuo dire “ faticosamente risalgo la china…..un millimetro al giorno….. e in questo risalire ancora una volta sei stata tu a fornirmi una informazione DECISIVA Il fatto è questo: MI PIACE E MOLTO, MOLTISSIMO IL PROGRAMMA DI PERONESE LISTA PER COMO  e il fatto che Tino Tajana sia il primo in … Continua a leggere il mio voto alle elezioni amministrative del Comune di Como: ancora sulla fine del “voto di appartenenza”

A dieci anni dall’11 settembre 2001: la data seminale del mio “to cross the line”, 11 settembre 2011

l’11 settembre 2001: Una intera fase storica di attacco dell’islam politico contro i valori e le istituzioni dell’occidente democratico Obama annuncia una coalizione internazionale per la DIFESA L’America si metterà alla guida di una vasta coalizione internazionale” che darà il via a “una campagna senza sosta” contro la minaccia terrorista dell’Isis, “ovunque si trovi”, “per … Continua a leggere A dieci anni dall’11 settembre 2001: la data seminale del mio “to cross the line”, 11 settembre 2011

Salgo sui treni con un malsano senso di insicurezza tutta socio-culturale

Ieri mattina rifacevo il mio percorso di pendolare che effettuo dal 1972: casa-stazione-treno-viaggio-stazione-metropolitana e ritorno. Alla stazione delle FF SS la situazione è questa: Dal Viminale una nota per sorvegliare tutti gli obiettivi sensibili Il comunicato della Prefettura è stringato, una decina di righe scritte in linguaggio diplomatico. Ma il messaggio passa, forte e chiaro: … Continua a leggere Salgo sui treni con un malsano senso di insicurezza tutta socio-culturale

Moderato conservatore

Alternativo alla sinistra massimalista, che ha fatto cadere per due volte i governi Prodi. E, dunque, alternativo a una alleanza politica del Pd con la sinistra di Vendola (che nel 1998, con Bertinotti, votò contro il primo Governo Prodi) E, naturalmente, alternativo alla destra populista del partito padronale di Berlusconi. Dunque: moderato conservatore,  con voto non … Continua a leggere Moderato conservatore

Fra autobiografia e politica: la pericolosa notte metropolitana, 11 marzo 2011

Milano – Como, 11 marzo 2011 Era una giornata lungamente attesa. Mercoledì 9 marzo ho partecipato alla “Maratona del silenzio“, pensata e organizzata alla Casa della cultura di Milano da Duccio Demetrio, Nicoletta Polla-Mattiot ed Emanuela Mancino. La trasferta da Como a Milano comincia alle quindici e ventitré. Arrivo puntuale e alle diciassette sono nella … Continua a leggere Fra autobiografia e politica: la pericolosa notte metropolitana, 11 marzo 2011

E.M. Cioran, Dopo aver dettato legge ai due emisferi, gli occidentali sono sul punto di diventarne lo zimbello: spettri inconsistenti, sopravvissuti

“Nella metropolitana, una sera, mi guardavo attentamente intorno: eravamo tutti venuti da qualche altro posto… Fra noi, tuttavia, due o tre facce di qui, sagome imbarazzate che avevano l’aria di chiedere scusa d’esser lì. A Londra, lo stesso spettacolo. Le migrazioni, oggi, non avvengono più per spostamenti compatti ma per infiltrazioni successive: ci si insinua … Continua a leggere E.M. Cioran, Dopo aver dettato legge ai due emisferi, gli occidentali sono sul punto di diventarne lo zimbello: spettri inconsistenti, sopravvissuti

Luca Ricolfi, Non ci sono abbastanza liberali – LASTAMPA.it

Mai dire mai. Chi lo sa, potrebbe anche succedere. E se succedesse sarei il primo a rallegrarmene. Parlo della nascita, in Italia, di un «partito liberale di massa». Un partito anti-assistenziale, fiducioso nel libero mercato, determinato a modernizzare il Paese. E che, nonostante la sua vocazione a cambiare l’Italia, avesse un seguito elettorale largo. Un … Continua a leggere Luca Ricolfi, Non ci sono abbastanza liberali – LASTAMPA.it

Le due destre della politica italiana: Gianfranco Fini, Relazione di Mirabello, 5 settembre 2010

  Nella teoria delle agende politiche sono di rilievo le date periodizzanti. E’ probabile che la data del 5 settembre 2010 segni l’inizio del declino del berlusconismo, iniziato nel 1994. Se così sarà, il dato politico è che non è stata la Sinistra (che per due volte – 1998 e 2006 – ha fatto fallire la prospettiva … Continua a leggere Le due destre della politica italiana: Gianfranco Fini, Relazione di Mirabello, 5 settembre 2010

Motivi per NON VOTARE PIU' PD: "Ferrero e Diliberto? Nessun accordo siglato" Ma nel Pd è allarme

Corriere della Sera – “Ferrero e Diliberto? Nessun accordo siglato” Ma nel Pd è allarme intervista a Paolo Ferrero di rifondazione comunista: Perché ha pensato di affidare un ruolo all’ex brigatista Francesco Piccioni? “Piccioni è un amico, l’ho conosciuto dopo che è uscito di galera quando già faceva il giornalista al Manifesto. E’ uno che … Continua a leggere Motivi per NON VOTARE PIU' PD: "Ferrero e Diliberto? Nessun accordo siglato" Ma nel Pd è allarme

Pietro Ichino, UN PARTITO CHE SI QUALIFICA COME “FONDATO SUL LAVORO” NON PUO’ PARLARE SOLTANTO A META’ DEI LAVORATORI, NON PUO’ ASSUMERE COME RIFERIMENTO PRIVILEGIATO SOLTANTO META’ DEL MOVIMENTO SINDACALE, NON PUO’ IGNORARE CHE A REGOLARE I RAPPORTI DI LAVORO E’ PREPOSTO SOPRATTUTTO UN SISTEMA DI RELAZIONI INDUSTRIALI, LA CUI AUTONOMIA VA PROMOSSA RISPETTATA E DIFESA

ecco perchè la sinistra della sequenza storica Pci-Pds-Pd  ed il suo sindacato, la Cgil ha completamente perso il rapporto con la realtà del LAVORO in Italiain queste condizioni MERITA DI PERDERE LE ELEZIONIP. Ferrario …. ci sono interi settori, nel nostro Paese, che funzionano in questo modo: non solo quello editoriale, ma anche le case … Continua a leggere Pietro Ichino, UN PARTITO CHE SI QUALIFICA COME “FONDATO SUL LAVORO” NON PUO’ PARLARE SOLTANTO A META’ DEI LAVORATORI, NON PUO’ ASSUMERE COME RIFERIMENTO PRIVILEGIATO SOLTANTO META’ DEL MOVIMENTO SINDACALE, NON PUO’ IGNORARE CHE A REGOLARE I RAPPORTI DI LAVORO E’ PREPOSTO SOPRATTUTTO UN SISTEMA DI RELAZIONI INDUSTRIALI, LA CUI AUTONOMIA VA PROMOSSA RISPETTATA E DIFESA

mentre ascolto tramite Radio Parlamento la cronaca della manifestazione dei partiti di opposizione contro il Governo di Destra

Sto lavorando alle mie lezioni della settimana prossima mentre ascolto tramite Radio Parlamento la cronaca della manifestazione dei partiti di opposizione contro il Governo di Destra. L’effetto è desolante Li sento parlare e li sento così lontani, galatticamente lontani, dai problemi del paese. Sono ostaggio della memoria e non hanno più radici sui problemi delle … Continua a leggere mentre ascolto tramite Radio Parlamento la cronaca della manifestazione dei partiti di opposizione contro il Governo di Destra

Fra tre giorni ci saranno le elezioni in tredici Regioni italiane e sul mercato politico manca del tutto ed è assente dal sistema della rappresentanza un partito liberal-sociale capace di mettere assieme le libertà individuali e la responsabilità collettiva

Fra tre giorni ci saranno le elezioni in tredici Regioni italiane e sul mercato politico è del tutto assente dal sistema della rappresentanza un partito liberal-sociale capace di mettere assieme le libertà individuali e la responsabilità collettiva. Un simile partito è stato soffocato nella storia d’Italia dalla asfissia provocata dai cattolici e dai comunisti. In … Continua a leggere Fra tre giorni ci saranno le elezioni in tredici Regioni italiane e sul mercato politico manca del tutto ed è assente dal sistema della rappresentanza un partito liberal-sociale capace di mettere assieme le libertà individuali e la responsabilità collettiva

11 settembre 2001: Otto anni fa l'attentato che cambiò il mondo

A distanza di otto anni gli attentati dell’11 settembre 2001 uccidono ancora. Secondo una ricerca dell’assessorato alla sanità dello stato di New York pubblicata dal New York Post, hanno perso la vita un totale di 817 persone tra i soccorritori che aiutarono a scavare a Ground Zero e i lavoratori della discarica di Fresh Kills … Continua a leggere 11 settembre 2001: Otto anni fa l'attentato che cambiò il mondo

Il Pci prima e dopo il Muro, da Togliatti fino a Veltroni ambiguità e contraddizioni dei comunisti di casa nostra di Guglielmo Colombero

….. Dopoguerra nasce un nuovo teorema, analizzato da Orsina in Il Pci e la gestione dell’antifascismo: quello del ruolo egemonico del Pci nella Resistenza. Innegabile che il contributo del Pci alla Liberazione sia stato determinante, con un altissimo prezzo di sangue: ma anche socialisti come Nenni, repubblicani come Pacciardi, azionisti come Lussu e liberali come … Continua a leggere Il Pci prima e dopo il Muro, da Togliatti fino a Veltroni ambiguità e contraddizioni dei comunisti di casa nostra di Guglielmo Colombero

LIVIO CAPUTO, Lotta al terrorismo: perché restare a Kabul . AFGHANISTAN, UN SIMBOLO. E ATTENTI AULA SOMALIA

Le riserve leghiste sulla spedizione italiana in Afgha­nistan, e più in generale sulle missioni di pace dei nostro soldati in Medio Oriente e nei Balcani, sem­brano più o meno rientrate, anche se è probabile che il Carroccio continuerà a sollevare periodicamente il problema per restare in sintonia con il suo elettorato. Del re-–sto, se guardiamo … Continua a leggere LIVIO CAPUTO, Lotta al terrorismo: perché restare a Kabul . AFGHANISTAN, UN SIMBOLO. E ATTENTI AULA SOMALIA

Le quattro vulnerabilità della cultura politica del PD

Le vulnerabilità del PD: lavoro (non aver capito fin dagli anni ’80 come cambiava); migrazioni (averle assecondate senza accompagnarle con regole giuriidiche e messaggi culturali); sicurezza (sua incomprensione che la “sicurezza percepita” è del tutto equivalente a quella reale)La quarta vulnerabilità riguarda le alleanze. mentre quelle della destra sono a sommatoria positiva (brlusconiani + lega … Continua a leggere Le quattro vulnerabilità della cultura politica del PD

Destra/Sinistra e Intelligente/Ottusa: una tipologia molto, molto personale

Non ho una previsione su quali saranno i fronti politici che si contenderanno il potere nel Futuro Prossimo e Remoto. Ho invece una rappresentazione del Presente nella politica italiana che si dispone su due assi: DESTRA / SINISTRA INTELLIGENTE / OTTUSA Quindi il sistema non è bipolare, ma quadripolare: DI destra intelligente SI sinistra intelligente … Continua a leggere Destra/Sinistra e Intelligente/Ottusa: una tipologia molto, molto personale

Militante, Iscritto, Elettore.

“Militante“, “Iscritto”, “Elettore“ In un testo classico, così Maurice Duverger distingueva le figure-chiave del partito politico moderno.Usando una mappa a cerchi concentrici il militante rinvia alla scelta di un orizzonte di senso sostenuto dai propri valori individuali e collettivi; l’iscritto va in quel partito che gli sembra che meglio tuteli i propri interessi; l’elettore sostiene … Continua a leggere Militante, Iscritto, Elettore.

Oriana Fallaci: la Costituzione americana

Il fatto è che l’America è un paese speciale, caro mio. Un paese da invidiare, di cui esser gelosi, per cose che non hanno nulla a che fare con la ricchezza eccetera.E sai perché? Perché è nata da un bisogno dell’anima, il bisogno d’avere una patria, e dall’idea più sublime che l’Uomo abbia mai concepito: … Continua a leggere Oriana Fallaci: la Costituzione americana

La sinistra ed il suo ombelico

Penso che la sinistra, nata alla fine dell’Ottocento per rappresentare il mondo del lavoro e dopo essere passata per lo stalinismo, il maoismo, il castrismo, ora si guarda l’ombelico. Sono perdenti nelle elezioni per inconsistenza programmatica e perdita di rapporto con la quotidianità, ma in cambio hanno, come minimo, 4 quotidiani: L’Unità, Il Manifesto, Liberazione, … Continua a leggere La sinistra ed il suo ombelico

Luca Ricolfi, La sinistra degli snob, La Stampa 12 Maggio 2009

L’ostinazione con cui la sinistra respinge al mittente qualsiasi proposta concreta in materia di sicurezza, senza essere minimamente sfiorata dal dubbio di aver torto, ci fornisce una preziosa radiografia dei suoi mali. L’astrattezza, prima di tutto. Astrattezza vuol dire non voler vedere la dimensione pratica, concreta, materiale di un problema. Se non fossero ammalati di … Continua a leggere Luca Ricolfi, La sinistra degli snob, La Stampa 12 Maggio 2009

Conversazione autobiografica su splinder, seconda metà del 2000

surferina mia ! ciao cara non volevo metterti in tensione chiedendoti di parlare di te. mi rendo conto che è strano scrivere di sè su committenza. ma ero curioso delle radici della tua viva intelligenza, del tuo giocoso modo di prendere la vita. Quindi ti ringrazio e molto per avermi consegnato un pezzo della tua … Continua a leggere Conversazione autobiografica su splinder, seconda metà del 2000

L’invasione degli ultracorpi Di Don Siegel – Con Dana Wynter e Kevin McCarty Fantascienza – Sinister Film – 1956

L’invasione degli ultracorpiDi Don Siegel – Con Dana Wynter e Kevin McCartyFantascienza – Sinister Film – 1956Classico del cinema di fantascienza degli anni Cinquanta, girato senza effettispeciali. In uno sperduto paesino degli Stati Uniti è scoppiata una stranaepidemia collettiva, che rende fredde e asettiche le persone. Uno scienziatoscopre che si tratta di un’invasione di extraterrestri, … Continua a leggere L’invasione degli ultracorpi Di Don Siegel – Con Dana Wynter e Kevin McCarty Fantascienza – Sinister Film – 1956

Per il segretario della Sezione DS Como centro, Per il segretario della Federazione DS di Como, Per il segretario nazionale di DS, Piero Fassino, Cari segretari …, 14 ottobre 2017

Como 14 ottobre 2002 Per il segretario della Sezione DS Como centro Per il segretario della Federazione DS di Como Per il segretario nazionale di DS, Piero Fassino Cari segretari, questa è la lettera che mai avrei voluto scrivere. Informo che non intendo rinnovare la mia iscrizione al partito dei Democratici di sinistra. Almeno fino … Continua a leggere Per il segretario della Sezione DS Como centro, Per il segretario della Federazione DS di Como, Per il segretario nazionale di DS, Piero Fassino, Cari segretari …, 14 ottobre 2017

La mia educazione politica adulta è segnata da due eventi

19 settembre 2003 La mia educazione politica adulta è segnata da due eventi. Il primo è il colpo di stato della destra militare cilena nel 1973. Il golpe cileno fu di una violenza spaventosa e colpì molto chi sentiva l’importanza di un proprio impegno attivo nella politica. Questa tragedia indusse il segretario del Pcì Enrico … Continua a leggere La mia educazione politica adulta è segnata da due eventi

Anni molto crudeli 22 Marzo 2004

Anni molto crudeli 22 Marzo 2004 “Noi proclameremo la distruzione … perchè, perchè, ancora una volta questa piccola idea è così affascinante? Scateneremo degli incendi … Metteremo in giro delle leggende … Verrà un tale sconquasso, come il mondo non l’ha ancora veduto .. ” F. Dostoevskij, I demoni, Einaudi 1994, pag. 392. A distanza … Continua a leggere Anni molto crudeli 22 Marzo 2004

Anni molto crudeli

Anni molto crudeli 16 aprile 2004 Assenza di una cultura nazionale. Assenza dell’etica della responsabilità. Chiacchericcio per prendere voti e per carrierucce parlamentari. In Iraq un uomo italiano di 36 anni viene macellato con un colpo alla nuca da una banda (largamente apprezzata da gran parte di quel popolo) di terroristi di matrice islamica, probabilmente … Continua a leggere Anni molto crudeli

Anni molto crudeli

Anni molto crudeli 12 Maggio 2004 I nazisti islamici prendono per i capelli un giovane ebreo di 26 anni e lentamante gli segano il collo. Poi brandiscono la testa come un trofeo e la proiettano come una mitraglia televisiva per gli schermi di tutto il mondo. Il giorno dopo l’Unità (il mio giornale dal 1974: … Continua a leggere Anni molto crudeli

TO CROSS THE LINE: Sono un lettore de L’Unità dal 1974 (tranne che per la pausa di chiusura) e abbonato al giornale negli anni 2002/2004 Ora per gravi dissensi nei contenuti e nella linea culturale del giornale sono costretto ad abbandonare (chissà: magari non per sempre) queste pagine, 10 settembre 2004

Anni molto crudeli Occorre gramscianamente fare l’analisi delle forze in campo. Il gioco delle ideologie sta creando questa situazione: si è creata una vasta area di consenso verso chi odia la cultura democratica, lo stato di diritto, le libertà individuali, la storica conquista della distinzione fra religione e stato. Le anime belle della cultura di … Continua a leggere TO CROSS THE LINE: Sono un lettore de L’Unità dal 1974 (tranne che per la pausa di chiusura) e abbonato al giornale negli anni 2002/2004 Ora per gravi dissensi nei contenuti e nella linea culturale del giornale sono costretto ad abbandonare (chissà: magari non per sempre) queste pagine, 10 settembre 2004

Terrorismo e vita quotidiana

23 settembre 2005. Oggi a Milano sulle linee delle Ferrovie Nord, che sono quasi una mia seconda casa (in 33 anni di lavoro – finora – è come se avessi usato quei vagoni e quei sedili per ben 495 giorni di fila ), è stato simulato un attacco terroristico a scopo di esercitazione. La situazione … Continua a leggere Terrorismo e vita quotidiana

Politica e terrorismo: Sto rivedendo le cassette della Notte della repubblica di Sergio Zavoli

30 dicembre 2005 Sto rivedendo le cassette della “Notte della repubblica di Sergio Zavoli. Mi fa impressione e tristezza vedere i volti giovanili dei politici che ancora oggi sono sulla scena. Rifletto sul dato di fatto che la politica italiana è come bloccata su classi dirigenti che hanno fatto una carriera lavorativa e pensionistica come … Continua a leggere Politica e terrorismo: Sto rivedendo le cassette della Notte della repubblica di Sergio Zavoli

A cinque anni dall' 11 settembre 2001. To Cross the Line, scritto il 12 settembre 2006

11 settembre 2001-11 settembre 2006. To Cross the Line Appartengo ad una generazione (1948-più tardi che mai) nella quale la politica ha sempre contato molto. Troppo. A vent’anni alcuni fra gli slogan più battuti erano: “il sesso è politico”; “l’esame è politico” “tutto è politico” … fino alla nausea da esagerazione. La mia biografia soggettiva … Continua a leggere A cinque anni dall' 11 settembre 2001. To Cross the Line, scritto il 12 settembre 2006

Funziona ancora lo schema "destra – sinistra"? Funziona ancora come nel '900? Funziona ancora dopo l'11 settembre 2001? Insegnamenti dalla Francia

Mi batto per la sinistra, ma voterò Sarkozy di ANDRÉ GLUCKSMANN in Il Corriere della Sera 30 gennaio 2007 In Francia, la sorpresa delle elezioni presidenziali c’è stata. Prima di andare a votare, i francesi vivono un mutamento mentale. I sondaggi variano, il risultato finale resta imprevedibile, ma ovunque trapela l’atteggiamento di rifiuto espresso da … Continua a leggere Funziona ancora lo schema "destra – sinistra"? Funziona ancora come nel '900? Funziona ancora dopo l'11 settembre 2001? Insegnamenti dalla Francia

ANDRÉ GLUCKSMANN, Mi batto per la sinistra, ma voterò Sarkozy | Tracce e Sentieri

Funziona ancora lo schema “destra – sinistra”? Funziona ancora come nel ‘900? Funziona ancora dopo l’11 settembre 2001? Insegnamenti dalla Francia. Mi batto per la sinistra, ma voterò Sarkozy di ANDRÉ GLUCKSMANN in Il Corriere della Sera 30 gennaio 2007 In Francia, la sorpresa delle elezioni presidenziali c’è stata. Prima di andare a votare, i … Continua a leggere ANDRÉ GLUCKSMANN, Mi batto per la sinistra, ma voterò Sarkozy | Tracce e Sentieri

11 settembre 2001 – 11 settembre 2007

11 settembre 2001 Ricorre il sesto anno dall’attacco del terrorismo islamico alle torri gemelle di New York. Con la distruzione , assieme alle persone, di uno skyline simbolico dell’immaginario culturale del Novecento. Per me ha contato molto quanto scrisse, quasi in tempo reale,Oriana Fallaci. Dalla sua indagine giornalistica ho appreso ciò mi serviva ad orientarmi … Continua a leggere 11 settembre 2001 – 11 settembre 2007

Pagina di diario: a cosa serve la politica?

Qualche stimolo trovato e raccolto qua e là mi fa tornare alla riflessione sulla politica e sulla sua funzione. Rifletto a voce alta. Decido di farlo come se fossi in una situazione meditativa. A cosa serve la politica? Serve a fare quello che nessuno con la sua individualità riesce a fare da solo. Nella politica sento … Continua a leggere Pagina di diario: a cosa serve la politica?

Il tempo che è passato, il tempo che resta, 26 novembre 2008

Una data è un evento cronologico che rende possibile ricordare gli eventi passati e fornire loro una struttura cognitiva adatta a “fare storia”. Una data sottrae qualcosa all’ingordigia del tempo, perché il tempo lavora contro la vita, contro il futuro e dilata il passato. Questa premessa è per dire che oggi compio 60 anni ed … Continua a leggere Il tempo che è passato, il tempo che resta, 26 novembre 2008

Pensare la politica: il volo dell'aquila e gli entomologi della sinistra

Questa mattina mi è capitato di reagire come ad un riflesso condizionato ad un post. Poichè quel flusso flusso di pensieri corrisponde fedelmente al mio attuale livello di coscienza salvo quelle parole in questo diario. Car* * poco fa sentivo la rassegna stampa di Rai3. L’economista Deaglio spiegava che l’Asia contribuisce per i 2/3 alle nuove … Continua a leggere Pensare la politica: il volo dell'aquila e gli entomologi della sinistra

Giampaolo Pansa Sofri & C, tre figli di nessuno

Tornano i Savoia, con le valigie zeppe delle imprese di famiglia, il fascismo, le leggi razziali, la guerra, l’8 settembre. Ad accoglierli c’è un nuovo monarca, Silvio I di casa Berlusconi. Vota per il rientro anche una sinistra moribonda, che si appresta ad affidarsi a un nuovo leader, il Nanni Moretti del colpo alla nuca … Continua a leggere Giampaolo Pansa Sofri & C, tre figli di nessuno

Ricordo di LAURA CONTI (1921-1993)

Laura Conti, biografia e voce dal passato. Dedicato a Prisma, che è ha spinto alla ricerca della voce Negli anni 1972- 1990 ho avuto la fortuna di frequentare, in una relazione che ha intrecciato innanzitutto l’amicizia e poi la politica, una straordinaria donna del nostro secondo Novecento: Laura Conti (1921-1993) Da lei ho imparato aspetti … Continua a leggere Ricordo di LAURA CONTI (1921-1993)