un frammento di BIOGRAFIA CONDIVISA, da una lettera di A.

Ciao Paolo,

grazie per avermi aggiornata sul tuo blog e soprattutto per il richiamo al rapporto di amicizia.
Ti ringrazio anche degli stimoli che mi sono arrivati, direttamente o indirettamente.
Sì, è stato un esercizio di flessibilità qualitativa e creativa.
In fondo sono nata sotto le bombe, sono cresciuta dentro una acciaieria (abitavo sopra gli uffici), ho fatto scuola e università quando l’insegnamento portante era che senza fatica non si impara, ho sempre avuto responsabilità che non prevedevano deroghe o supplenze.
La soggettività era molto più impegno personale  che libera fruizione di esperienze orizzontali e qualitative.
E quindi ho letto con piacere le note di Luciana sui colori e l’invito a girellare per Torno.
Ho 73 anni e posso diventare più leggera e curiosa.
grazie
a.