Franca Olivetti Manoukian, Sul filo del ricercare, in  Eredità dei saperi, Tradizioni e transizioni  culturali, a cura di Francesco Cappa, edizioni Cortina, 2016, pagg. 39-64

Duccio Demetrio, La ri – conoscenza: forma apicale, in  Eredità dei saperi, Tradizioni e transizioni  culturali, a cura di Francesco Cappa, edizioni Cortina, 2016, pagg. 65-80

… a me sembra che fra i progetti di “rigenerazione urbana” ci sia anche l’importante problema delle “città a misura anche della vecchiaia” …

carissimo D.
sono felicissimo del nostro incontro casuale avvenuto  in città. In pieno centro storico !!!
sulla base della nostra chiacchierata sul tempo, le età, la vecchiaia e il “camminare” (ma per te di più: anche la bicicletta!)
mi è venuto in mente di segnalarti questo bellissimo libro:

https://mappeser.com/2021/11/09/manzini-ezio-abitare-la-prossimita-idee-per-la-citta-dei-15-minuti-egea-2021-indice-del-libro/

image.png

 
a me sembra che fra i progetti di “rigenerazione urbana” ci sia anche  l’importante problema delle città a misura della vecchiaia
 
stammi e statemi bene tutti
 
Paolo Ferrario

Gran Bretagna in camper: luoghi di Londra , aprile 2022

mi avete fatto vedere e ammirare tanti luoghi di Londra !!! vi ringrazio tantissimo. Paolo Ferrario

Carlabazar

Londra – Cotswolds (assaggio) – Epping Forest – Nancy.

CAPITOLO 2

Mercoledì 13 aprile

Mattino di riposo/doccia/gestione camper: Andiamo a prendere la Jessica all’uscita dal lavoro a Victoria per una tipica giornata londinese : pranzo Leon leggero ; passeggiata verso il centro città tra architetture e negozi; visita alla Royal Academy of Arts, con la bella mostra “Whistler’s Woman in White : Joanna Hiffernan”. Tè leggero del pomeriggio nel bar dell’Accademia (ottimo afternoon tea Hope and Glory). Cena oramai rituale da Flat Iron, il primo ristorante londinese dove ci ha portato la Jessica . Buonanotte.

View original post 4.662 altre parole

da una email di Luciana in risposta a Carla: e sue glosse in rosso

LUOGHI del LARIO e oltre ...

ciao carissime.
Siamo arrivati a giovedì, oggi paolo ha fatto la risonanza (un’ora dentro il tunnel) ed ha vinto il timore claustrofobico concentrandosi sul sentiero di amaltea  (E’ UNA TECNICA VERA E PROPRIA DA BREVETTARE !)(a un certo punto gli hanno detto che doveva stare senza respirare per un minuto). Era molto soddisfatto di sè. Adesso che può alzarsi, mi ha dato dimostrazione anche della discesa e salita di una rampa di scale, fatta con la giusta lentezza.
Non sa ancora quando lo dimetteranno, ma non manca certo molto. Non si è nemmeno sicuri di quanto tempo ci vorrà per il secondo intervento, poichè devono fare valutazioni sull’andamento reattivo dell’arteria principale. Potrebbe essere anche fra 4- 5 mesi.
Sarà inserito in un programma di follow-up (attivo in tutte le cardiologie) che gli darà la scansione dei tempi di tutti gli esami di controllo. Insomma, pur potendo tornare…

View original post 171 altre parole

lettera a C.

LUOGHI del LARIO e oltre ...

cara ***
certo la mia malattia e post malattia è diversa dalla tua. per esempio: non c’è il dolore
ma la SITUAZIONE è la stessa: quella di adattarsi soggettivamente alla condizione oggettiva
mi aiuta molto internet, che mi tiene collegato al mondo. ma anche la lettura che è probabilmente il mio karma da quando ero bambino
non entrare più in un’aula universitaria, sciorinare sul tavolo (davanti agli occhi attoniti di studentesse e studenti) la decina di libri che uso per ogni unità didattica, argomentare sui lucidi proiettati sulla parete, dire cosa voglio dire, dirlo, ripetere quello che ho detto … sono tutti gesti che mi mancheranno
per ora ho dato le dimissioni da un corso (quello di ***). per *** sarà più difficile. perchè creo loro grossi problemi organizzativi. qui vedremo se saranno possibili aggiustamenti
sulla eredità che hai lasciato con i *** : è in buone mani (pensa che ho scoperto che***  è…

View original post 81 altre parole

Gran Bretagna in camper, aprile 2022 (una traccia dal blog carlabazar)

Carlabazar

Londra – Cotswolds (assaggio) – Epping Forest – Nancy .

CAPITOLO 1

Dovevamo partire in data lunedì 7 marzo per salire a Londra per vedere il nuovo lavoro teatrale della Jessica :

Dalla notte di venerdì però la Carla aveva un raffreddore di proporzioni mai sperimentate precedentemente, da sabato sera associato ad un certo malessere generale . Il tampone antigenico risultava negativo, per cui abbiamo mantenuto le normali attività (sabato al mercato a Milano con Elena) e proseguito i preparativi per la partenza , con la Carla sempre più incapace di stare in piedi di giorno, e neppure sdraiata di notte. Trascinandosi in casa la Carla prepara tutto ciò che serve, mentre Gabriele carica furiosamente tutto, decisissimo a partire come sempre .

Lunedì sera, circa mezz’ora prima della partenza, Elena ci telefona e ci dice che è risultata positiva al tampone : anche Carla risulta positiva (la doppia strisciolina rosa…

View original post 2.743 altre parole

La corrispondenza – in lescritteriate

domenica, 10 aprile 2022 ore 08.30

Cara Charlotte,

E’ una radiosa domenica delle Palme e sono già qui al computer con un’idea che mi è balenata al risveglio.

Quando ci siamo sentite al telefono mercoledì, la tua voce era risorta, ma la descrizione dei mille fili che ti incollano al letto mi ha preoccupata: l’ossigeno, la flebo, il catetere…ma soprattutto la crudeltà dell’isolamento.

Mi addolora saperti lì, chiusa in una stanza con l’unica compagnia di una TV che non guardi perché non ne puoi più delle immagini di atrocità della guerra.

Venerdì la nostra telefonata è stata brevissima. Ti ho sentito troppo affaticata.

….

vai a:

La corrispondenza – lescritteriate

mi scrive una amica dal mondo dei “servizi alla persona e alla comunità “

Leggerti è sempre un piacere…  però, dai,  non fare il “vecchietto”!!
Prima di tutto gli anni non li compi fino a fine anno (io che sono un Sagittario come te  me lo ricordo bene!) , quindi ne hai 73.
E poi cosa sono 73 miseri anni di fronte all’eternità?
Sei praticamente un ragazzino, e la tua mente ha ancora voglia di apprendere : questo è l’importante!
Anche se capisco bene che i problemi di salute fiaccano un po’ il morale: lo vedo anche in mio marito, alle prese con un diabete ormai di vecchia data che fa sempre più fatica a tenere sotto controllo.
Ma non possiamo fare altro che andare avanti.
Un caro saluto e ancora  auguri.
                                             …
r.t.

Viaggio in Inghilterra giugno 2016. Capitolo 2 . Rilanciato dal Blog Carlabazar

Carlabazar

Eravamo rimasti ai Kew Gardens. Ed ora : incontro con socievolissima, curiosissima e golosa scoiattolina, che ha individuato il nostro sacchetto delle caramelle alla frutta. E risulta impossibile non dargliene qualcuna…. anche perchè viene a prendersele impetuosamente … ma le interessa anche fare la conoscenza di tutti noi e capire se la macchina fotografica di Carlo è commestibile.

Elementary , miss. Watson.

Venerdì 17 giugno

Facciamo tutti la doccia in campeggio . La Jessica ha un turno breve (6-10);
pranziamo in una vecchia scuola vicina al quartiere di  Shorenditch, che visitiamo (writers).

 

Passeggiata della Nina con l’impermeabile . Pioviggina.

 

Shorenditch . Un museo di arte urbana a cielo aperto .

il quartiere dell’arte, la moda, i locali cool, le serate che diventano mattina e, a volte, dell’esagerazione fine a se stessa.   Shoreditch, territorio conteso tra gang fino ad una quindicina di anni fa, si è negli anni…

View original post 1.000 altre parole

i CarlaBazar raccontano: Viaggio in Inghilterra , giugno 2016 , racconto per immagini e poco piu’. Capitolo 1.

Carlabazar

Purtroppo questo è il primo viaggio in cui non ho tenuto il mio consueto diario di bordo.

L’equipaggio è formato da Gabriele, Carla e Carlo , nipote sedicenne che – provvisto di adeguata autorizzazione scritta e documenti dei genitori idonei a consentire il passaggio delle frontiere - ci accompagna nel viaggio in Inghilterra.

Partenza come al solito tirata per i capelli, tra impegni di lavoro pressanti e molto faticosi, stanchezza accentuata dai ripetuti e frequentissimi viaggi sù e giù da Bologna per monitorare la situazione della nonna Graziella.

Gabriele ripulisce il nostro vecchio Biagio, abitato anche da una piccola quanto inesauribile colonia di formichine .

Venerdì 10 giugno finiamo le operazioni di carico alle 10 di sera, stravolti e rischiamo di partire senza i documenti del camper, rimpinzato di ogni prelibatezza italiana (cotolette, polpette, risotti veloci, coppa, prosciutto, salsiccia, condimenti, cardo, dolcezze varie-miele-cioccolato-noci)…. che attirano sporadiche formichine solitarie. Piove, e…

View original post 2.808 altre parole

MARIA LAI. Il tempo dell’incalcolabile — M77 Gallery Official Website. Visita alla mostra, 19/3/22

MARIA LAI. Il tempo dell’incalcolabile2021-10-25 / 2022-04-03M77 presenta, da martedì 26 ottobre 2021, Il tempo dell’incalcolabile, progetto espositivo dedicato all’artista Maria Lai

vai al sito della galleria

MARIA LAI. Il tempo dell’incalcolabile — M77 Gallery Official Website
ciao cara ***,
…, ti avrei invitata a vedere una mostra particolare di Maria Lai, espressione dell’arte relazionale e dei libri cuciti.
Me l’aveva segnalata una mia amica innamorata di quest’artista sarda e così ieri sono andata con lei a milano a vedere un’inedito della Lai “Legarsi alle montagne” nonchè l’illustrazione cucita di una fiaba.
Poi, tornata a casa, sono andata a cercare altri particolari e ho trovato questo video su youtube (sono tre, ma io sono partita da quello di mezzo per completarlo con i mancanti successivamente):
 
 
L’ho trovata affascinante e mi sei venuta in mente, primo perchè se dovessi immaginarti tra 20anni ti penserei così, con la dolcezza nel viso e nel sorriso, secondo perchè anche tu sei un’artista dell’uso di stoffe, lane, fili e magari questa visone dà lo stesso effetto di serenità che ha dato a me.
La mostra era in Via Mecenate, poco prima credo del Monzino, e così abbiamo anche guardato nei dintorni questo strano panorama di fabbrica dismessa alla billy elliot inglese, dove si trova anche la sede rai. Milano è proprio una città da scoprire anche nei luoghi più periferici e anonimi.
 

Francesca Lodolini (1922-1998): il ricordo di Gabriella Bonanomi, in La Provincia, 8 marzo 2022

… era la gatta che guardava il fuoco …

LUOGHI del LARIO e oltre ...

… Era la gatta che guardava il fuoco che tu avevi messo nel tuo post.

Ora sarà per sempre davanti al camino e anche tu e voi la custodirete nella memoria. Il suo corpo riposa nel campo, sotto il bamboo, che guarda il nostro orto, dove ogni giorno andiamo.

Volevo renderti partecipe e ringraziarti per avere anche tu questo cuore felino …

un ricordo “eterno”:

https://traccesent.com/2020/02/18/i-gatto-di-simona-riflette-su-la-legna-e-la-cenere-18-2-20/?fbclid=IwAR2dtxg7hjjmv_C-mm6cItFWuwnS5DnViP1gT2NDSgnd6ZUqh2ad4E6sEW4

View original post

Crociera

lescritteriate

Il canto del mare

fruscio d’onde

gusto salato.

Nel colore nero

del buio della notte

un piccolo mondo galleggiante

trasporta i colori umani del vivere.

Luci, negozi, sale da ballo.

Sui ponti si incontrano e mescolano

babeli di parole, culture e amori.

La cittadella avanza

aprendo le acque

sopra il frangersi dei flutti.

Il canto del mare

si spegne.

Freddo e bagnato,

scuro e cattivo,

lo scoglio si erge

sull’acqua assassina.

Sfugge il controllo

e nel silenzio cupo

solo il rumore del motore che s’arresta.

Un impero si inclina

fra brividi e tremori.

Forse non è pericolo vero.

Poi chi grida, chi scappa, chi prega.

Solo nell’acqua e non posso fare niente.

Dove m’aggrappo?

Come la nave lascia la scia

lascio l’eco di quello che sono.

Una nave più alta che lunga

dall’acqua al cielo

cerca grandezza.

Perché l’uomo tende

all’immensità dell’infinito.

Un istintivo desiderio

di eguagliarsi al meglio,

al…

View original post 32 altre parole

AMICI, BLOGGERS: Links

Balloondevie, di Alessandra Cicalini

Baci da Vienna di Alessandra Cicalini

DaddySitter, di Alessandra Cicalini

Cinema Racconta

Luoghi del Lario

Doriam Battaglia

Lucia la Pessoiana su Instagram

LeScritteriate

Nuvole narranti (di Ninas)

Dove fiorisce il rosmarino

Gabriele De Ritis

InezieEssenziali

LesYeuxDansLesYeux/Dodo

MiMuovo

minimestorie, di Alessandra Cicalini

Tartarugosa

Il tempo circolare di Simona Rinaldi

PROGETTO E DESTINO: il «diventa ciò che sei» pindarico e la sua scomposizione nel campo psicoterapeutico. Brani liberamente tratti e adattati da: MARIO TREVI, Il lavoro psicoterapeutico. Limiti e controversie, THEORIA 1993. Dal Blog di Gabriele De Ritis

VAI A

http://www.gabrielederitis.it/?p=590

Biografie, Tracce e Sentieri: faccio memoria di un messaggio di condivisione

ma certo che teniamo il contatto ! e grazie per le tue parole. vivo giorno per giorno. dando importanza ad ogni atto del presente. Il cuore (infarto nel 2015, 3 stent, poi un pacemaker) continua a darmi la vita. e questo è quello che conta. ma devo rinunciare a tante cose. fra cui i miei incontri pubblici. ma grazie per avermi scritto. buoni giorni a voi !!!

Come “sento”, ciò che mi hai scritto… Giorno per giorno. Già. La vita a volte gioca a sorprenderci, altre volte ci induce a comprendere meglio tante cose… Impone cambiamenti, e relative riflessioni… *** due stent, in emergenza. Poi, l’aggiunta del terzo. Cambiamenti radicali, sì. Dodici chili e tante altre cose, in meno. La vita afferrata per mano, tenuta stretta con la volontà di “esserci”, venendo a patti, fra portapillole e voglia di vivere. Nonostante, e sempre. E poi… questo maledetto momento storico, con le sue restrizioni, con i suoi timori. Rabbia e consapevolezze. Gioia e timore. Notti in bianco, a chiedersi perchè… ed altre insonni, nel voler afferrare e radiografare ogni pensiero. Cercare di capire, controbattere. E speriamo almeno che questo angoscioso momento storico “coviddiano” cessi presto… e la normalità possa ritornare a riprendere, a far respirare liberamente e senza restrizioni. Sì. Si cambia. Ma il cuore dei forti, s’arrabatta e pulsa, anche contromano, mille instancabili emozioni. Pavide e impavide. Ritmate, emotive…e solidali. Ci si riconosce. Sì. Ci si comprende, ancor di più. E, reciprocamente, ci si stringe. Stretti. A te, tutto il bene del mondo… Continuiamo il cammino! Buoni giorni, anche a te

Viaggio a Londra in camper in era Brexit/Covid capitolo 2

Carlabazar

Mercoledì 6 ottobre

Giornata campale che inizia molto presto per noi  : ci dirigiamo verso lo studio dentistico dove la Jessica deve togliere 2 denti e posizionare i due provvisori .   Anche i dentisti a Londra vanno di corsa : a noi sembra un po’ troppo, e non solo perché oramai la velocità è sparita dalla nostra vita per lasciare finalmente spazio al gustare le esperienze anche banali della vita  .   Arriviamo con largo anticipo e facciamo colazione in un bel bar gestito da due fratelli albanesi, minimal ma molto accoglienti : tempo la colazione abbiamo già socializzato e ci siamo comunicati i fondamentali di questo momento della nostra esistenza, favoriti anche dal fatto che uno dei due parla italiano per un periodo trascorso a Prato in Toscana  .     Anche dopo la colazione manteniamo il nostro anticipo : cerchiamo una panchina al sole , per scaldarci un po’ dal vento…

View original post 2.251 altre parole

Viaggio a Londra in camper in era Brexit/Covid capitolo 3

Carlabazar

Sabato 9 ottobre

Facciamo colazione e paghiamo la sosta notturna . Decidiamo di dirigerci verso l’Isola di Wight : quindi, mentre la Jessica riposa ancora un po’, ci dirigiamo a Portsmouth. Incontriamo però una deviazione che ci fa uscire dall’autostrada e dopo alcuni errori e alcune code, decidiamo di trovare una tappa intermedia per godere della bella giornata di sole ed anche per il pranzo, preferibilmente al mare . Guardo la mappa e vedo alcune isole/promontori sulla costa : decidiamo di dirigerci a Hayling Island , piccola isola collegata alla terraferma da un ponte che corre in mezzo al mare tra aree salmastre (bellissime le foto dal satellite) dove ci sono fiorenti allevamenti di ostriche e dove la guida ci segnala uno dei ristoranti dove si mangia “il migliore fish and chips del Regno Unito”.

Mappa del percorso delle nostre vacanze : da Londra a Pevensey a Beachy Head a…

View original post 3.462 altre parole

Viaggio a Londra (non solo) in camper in era Brexit/Covid . Parte 4

Carlabazar

Scendiamo dal traghetto e prendiamo prima l’autostrada poi stradine sempre più strette che ci conducono a Beaulieu, al centro della New Forest, incantevole riserva naturale con boschi secolari, cervi e cavalli che pascolano liberi ai bordi delle strade, dove c’è il limite dei 40 miglia (64 Km), proprio per l’elevata possibilità che gli animali si trovino sul percorso stradale.  

Dalla guida Routard : “Immensa distesa di lande, eriche e ginestre che si alternano a tratti di sottobosco ricoperti da giacinti selvatici .  Anche nei villaggi si incontrano animali di ogni tipo che vivono allo stato brado. Istituita da Guglielmo il Conquistatore quasi 1000 anni fa  la New Forest era originariamente destinata ai piaceri del sovrano e ancora oggi appartiene alla Corona. Gli abitanti dei villaggi conservano usi e costumi medioevali . Così Lord Montagu, dell’aristocrazia locale, percepisce ancora benefici feudali dai sudditi che vivono sulle sue terre, dall’alto…

View original post 3.419 altre parole

LIBERO ARBITRIO, 14 artisti in mostra al Teatro Sociale di Como: Doriam Battaglia, Fabrizio Bellanca, Roberto Bondi, Elena Borghi, Patrizia Cassina, Adriano Caverzasio, Giuliano Collina, Alberto Colombo, Valerio Gaeti, Marzia Mauri, Fabrizio Musa, Carlo Pozzoni, Walter Trecchi, Marco Vido, dal 17 al 28 Novembre 2021

Londra: The Hen and Chicken Pub and Theatre . Letteralmente : teatro e pub di galline e polli

Vecchio pub londinese molto caratteristico che serve solo birre alla spina ;

al primo piano piccolo teatro con rappresentazioni continue

vai al sito

https://www.thehenandchickenstheatrebar.co.uk/

Barbara Bonomi Romagnoli, Marina Turi, Laura non c’è. Dialoghi possibili con LAURA CONTI, Fandango libri, 2021.Recensione di Giuliano Battiston in L’Espresso 25 aprile 2021

L. parla di sè con L.

cara lu, sono in postazione di paolo, non ho voglia di accendere il mio computer dopo una giornata pesante.
sono andata naturalmente a leggermi il resoconto romanzato della gita fuori porta: mi confermi le impressioni formulate su uno stile dell’abitare che, in forma diversa e contestuale alle attuali esigenze ciclicamente ritorna ad affacciarsi nei progettisti di una vita “comoda”.
I ricordi vanno al mio entusiastico studio antropologico della cultura giapponese e cinese: ai rigori dell’educazione alla disciplina, allo sfruttamento del tempo, agli spazi minimali della casa … sbigottimento e forse “ammirazione?!” per un tenore di vita così agli antipodi del mio modo di concepire l’ambiente.
Ricordi che ritornavano quando, nella costruzione di progetti per servizi a sostegno della disabilità, proposte di culla/bara si vestivano elegantemente a favore della donna che, per non girovagare alle prime ore dell’alba, poteva recarsi al luogo di lavoro che gentilmente offriva l’asilo nido dove avrebbe affidato e  recuperato il pargolo dopo l’assistenza agli anziani geriatrici. E per restare in tema, il tanto lodato villaggio alzheimer dove gli operatori fingono di essere i commessi di negozi in un villaggio virtuale esclusivamente adibito ad accogliere persone con demenza fino al loro ricovero in casa di riposo (che a me risuona più che mai un luogo di ghettizzazione come furono i manicomi, dove lavoro dei campi, panificazione e quant’altro costituiva “terapia occupazionale” dei degenti).
Racconto Premi, naturalmente non c’è alcun nesso con la trama delle Braci, il mio pensiero nasceva sulle righe conclusive, visto che il romanzo si fonda sull’ambivalenza dei sentimenti.
Si sta avvicinando il momento del cambio dell’ora e in questo momento c’è già buio: io sono come le galline, mi attivo e sono di buon umore con la luce!
Una buona continuazione di settimana
baci
lu

SIX SERPENTS AND A TARANTULA: Crowdfunding campaign e trailer, 2021 video YouTube

Cinque ragazze del bordello si incontrano per fare un gioco pericoloso. Stanno raccontando la vera storia della Donna in Blu, cosa le è stato fatto e cosa ha fatto per vendetta. Chi gioca chi è al caso. La compagnia teatrale tutta al femminile Old School Players, acclamata dalla critica, ci porta una storia del Vecchio West di vendetta e amore, calpestando dolcemente le tombe di coloro la cui esistenza quotidiana era una danza con la morte. Con 120 possibili combinazioni di lancio, i nostri cinque giocatori decidono chi si mette nei panni di chi con una pistola rotante ad ogni esibizione.

in morte di Lorenzo, l’amico di 50 anni fa

Caro Paolo, C. A. mi ha ora inviato un whatsapp in cui mi dice che Lorenzo oggi è mancato, all’ospedale di C.

Era già stato ricoverato in maggio, poi migliorato.
Mi ricordo che tu me ne chiedevi notizie quando camminavamo in viale Battisti vicino al Tribunale ed io non avevo notizie recenti.

Ciao,    Giorgio

GRAZIE per l’informazione
sono affranto e con gli occhi che lacrimano!
Lorenzo e tu siete i miei amici degli anni ’70: indimenticabili
Con Lorenzo ricordo tanti fatti biografici: 
 
il giornale studentesco La Vasca che abbiamo diretto per 3 anni (1966-1968)
 
le nostre chiacchierate sui libri che leggevamo, 
 
le vacanze in Germania e Olanda dopo gli esami di maturità, 
 
le discussioni politiche
 
è un giorno di triste lutto, per Lorenzo l’amico di 50 anni fa
 
grazie ancora e saluti carissimi
 
qui concludevamo la nostra esperienza di organizzazione del periodico studentesco La Vasca e ci preparavamo agli anni di Università:

 ” non so. E’ vero, forse non potrò mai sapere, ma voglio sapere. Lo voglio, e questo mi basta! “, Unamuno

 ” non so. E’ vero, forse non potrò mai sapere, ma voglio sapere. Lo voglio, e questo mi basta! “

Unamuno

da: https://iltempocircolare.com/2018/12/

(segnalata da Simona Ri.)

VASCO URSINI, Una filosofia per il tempo che viviamo, Edizioni Nuova Prhomos, 180 pagine, 2021, – dal blog Il pensiero di Emanuele Severino nella sua “regale solitudine” rispetto all’intero pensiero contemporaneo

Sito della casa editrice:

https://www.nuovaprhomos.com/

COLORO CHE INTENDESSERO ACQUISTARE IL SAGGIO DEL PROF. VASCO URSINI CON ESTREMA VELOCITA POSSONO CONTATTARE L’UFFICIO DISTRIBUZIONE DELLA CASA EDITRICE (ore 9-13; 14-16) AL NUMERO TELEFONICO

075 85 50 805

VERRA’ LORO DETTO CHE POSSONO ACQUISTARE IL SAGGIO CON UNA DI QUESTE DUE MODALITA’:

A) TRAMITE PAGAMENTO CONTRASSEGNO AL RICEVIMENTO DEL SAGGIO CON L’AGGIUNTA DI 5 EURO RISPETTO AL SUO COSTO DI 20 EURO;

B) CON BONIFIFICO BANCARIO, USANDO LE COORDINATE CHE VERRANNO COMUNICATE VIA TELEFONO DALLA DISTRIBUZIONE. CON QUESTA MODALITA’ DI PAGAMENTO NON C’E’ NESSUN AUMENTO DEL COSTO DEL SAGGIO.

IL SAGGIO, IN ENTRAMBE LE MODALITA’ SARA’ RICEVUTO DALL’ACQUIRENTE IN 24 ORE

Per i contatti telefonici con la casa editrice vai a:

https://www.nuovaprhomos.com/contatti.html

Indirizzo mail della casa editrice:

stampa@nuovaprhomos.com