Claudio Risè

Gaston BACHELARD, LA POESIA DELLA MATERIA: il sogno, l’immaginazione e gli elementi materiali , traduzione di Chiara Ruffinengo, da: Causeries: la poésie e les éleménts. Dormeurs éveillés (1952, 1954), Red edizioni, 1997, Como, pag. 62. Indice del libro

AUDIO 1 La poesia e gli elementi naturali, 13 minuti: https://drive.google.com/file/d/1F4vFefZFrpezsuqOo2dSWhnOqDthWeqa/view?usp=sharing 2 La poesia dell’acqua, 14 minuti: https://drive.google.com/file/d/1EJpkKQhhau7xO0lIJxLMDVh14vXMy8Wu/view?usp=sharing 3. La poesia del fuoco, 14 minuti https://drive.google.com/file/d/1d92KEo961BR91mxabzlx3GPCkMCgQK9L/view?usp=sharing 4. La poesia dell’aria, […]

i 75 anni di CLAUDIO RISE'

  Claudio Rise A tutti gli amici che mi stanno sommergendo di auguri: GRAZIE! 75 E’ BELLISSIMO! Vai ai testi di Claudio Risè: http://mappeser.com/category/7-autori/rise-claudio/ Il sogno della accettazione della parzialità: IL SOGNO DELLA ACCETTAZIONE DELLE PARZIALITA’, 29 dicembre 1992 Audio del Sogno della accettazione delle parzialità, 29… PAOLODEL1948.COM

Claudio Risè: Ulisse-Odisseo è un personaggio eterno, e quindi modernissimo

Originally posted on Tracce e Sentieri:
come sai Ulisse-Odisseo è un personaggio eterno, e quindi modernissimo. Nell’Odissea sono attivi tutti gli principali Archetipi dell’inconscio collettivo: il viaggio, l’origine, il ritorno, l’amore coniugale, la sessualità, la compagnia maschile, il mostro, il divino, il figlio, il padre, la natura, il vento… e altri. Ogni pagina ci riguarda e ci istruisce.…

Claudio Risè: Ulisse-Odisseo è un personaggio eterno, e quindi modernissimo

come sai Ulisse-Odisseo è un personaggio eterno, e quindi modernissimo. Nell’Odissea sono attivi tutti gli principali Archetipi dell’inconscio collettivo: il viaggio, l’origine, il ritorno, l’amore coniugale, la sessualità, la compagnia maschile, il mostro, il divino, il figlio, il padre, la natura, il vento… e altri. Ogni pagina ci riguarda e ci istruisce. Inoltre l’Odissea mostra come sia proprio il […]

Tracce di Silvia Montefoschi in una agenda

Lo scorrere del tempo ha bisogno di qualche supporto per la memoria. Sì, certo, la memoria biografica della mente fa il suo lavoro: registra, immagazzina, crea una sinapsi. E, tuttavia, si difende dalle troppe informazioni con il meccanismo della dimenticanza. Da qui l’utilità delle agende e delle loro varianze: per […]

Claudio Risè, Non c’è più la penombra

Non c’è più la penombra, quella zona in cui cose e persone si lasciano vedere o si nascondono, seguendo desideri, bisogni, e senso dell’opportunità. Siamo nell’epoca della rivelazione continua. È la modernità, il tempo in cui, diceva lo scrittore tedesco Ernst Jünger già molti anni fa: «Si direbbe che un’esplosione […]

60 anni, 26 novembre 2008

Una data è un evento cronologico che rende possibile ricordare gli eventi passati e fornire loro una struttura cognitiva adatta a “fare storia”. Una data sottrae qualcosa all’ingordigia del tempo, perché il tempo lavora contro la vita, contro il futuro e dilata il passato. Questa premessa è per dire che […]

Amicizie maschili

Nei miei decenni avrei desiderato coltivare amicizie maschili. Quelle amicizie talvolta ruvide ed anche un po’ complici che, tuttavia, rafforzano l’identità di genere. Quelle di cui ho più nostalgia affondano alla fine degli anni sessanta, in quell’arco di tempo che va dai sedici ai ventiquattro. Allora la forza delle spinte […]

Amicizie maschili

Nei miei decenni avrei desiderato coltivare amicizie maschili. Quelle amicizie talvolta ruvide ed anche un po’ complici che, tuttavia, rafforzano l’identità di genere.Quelle di cui ho più nostalgia affondano alla fine degli anni sessanta, in quell’arco di tempo che va dai sedici ai ventiquattro. Allora la forza delle spinte all’entrata […]

Claudio Risè. “Nel Natale, ad esempio, compare il simbolo che più fortemente influenza la felicità dell’uomo: proprio quello del cambiamento e della trasformazione”

” …. si realizza nell’evento del Natale un fenomeno che gli storici delle religioni, ma anche gli psicologi del profondo, conoscono bene. Si tratta della potenza che il rito, condiviso per lungo tempo da molte persone, finisce con l’assumere nell’inconscio collettivo e, da lì, nella vita di tutti. Anche chi […]

26 novembre 2007: la tappa dei 59 anni

Quante vite ci sono date da vivere? Se vedo la questione dal punto di vista concretistico è evidente: una sola. Quella del nostro ciclo biologico, scandito dal tempo che resta. Se invece mi  dispongo sul piano esistenziale e simbolico, le cose stanno diversamente. Arrivare a 59 anni con le funzioni cognitive […]

Il tempo che resta

“Il tempo che resta” E’ l’importante questione che l’associazione Accanto – Amici dell’Hospice San Martino” ha messo sotto riflessione in città: “il tempo che resta è ciò che resta a ciascuno dalla nascita all’ultimo delicato soffio o respiro. Il compito è quello di riuscire a viverlo il meglio possibile”, dice la locandina. […]

IL SOGNO della ACCETTAZIONE delle PARZIALITA’, fine analisi junghiana con Claudio Risè (1978/1992): audio e scritto del 29 dicembre 1992

AUDIO DEL SOGNO del 29 dicembre 1992: Qui l’AUDIO  in formato Mp3:  Sogno della accettazione delle parzialità, 29 dicembre 1992  Appunti del 17 febbraio 2007, ai tempi del Blog su Splinder Dò molta importanza agli eventi casuali che costellano la mia esistenza. Dico sempre che niente avviene a caso. Nel caso […]

Dietro il velo della donna di Claudio Risé da “Il Mattino di Napoli”, 9 ottobre 2006

Copio  e rilancio dal  Blog di Claudio Risè.  Riflessione molto interessante. Fornisce una luce particolare su un comportamento per me irritante ed incomprensibile. Dunque il pensiero “conservatore”  giustifica il velo in quanto, nel profondo, parla di una donna custode del focolare della casa. Ma allora quando il pensiero “progressista” difende, in nome […]