I CHING, il libro della versatilità: testi oracolari con concordanze, nella edizione Eranos, a cura di Rudolf Ritsema, Shantena Augusto Sabbadini. Progetto grafico di Paolo Giomo, coordinamento editoriale di Maurizio Rosenberg, Red edizioni, Como 1996

Tracce e sentieri

La migliore edizione AL MONDO dell’  I CHING, è stata pubblicata a Como nel 1996

I CHING, il libro della versatilità: testi oracolari con concordanze,

nella edizione Eranos, a cura di Rudolf Ritsema, Shantena Augusto Sabbadini.

Progetto grafico di Paolo Giomo, coordinamento editoriale di Maurizio Rosenberg,

Red edizioni, Como 1996

 

I CHING1691I CHING1692I CHING1693I CHING1694I CHING1695I CHING1696I CHING1697I CHING1698I CHING1699I CHING1700

 

View original post

Maurizio mi ricorda l’11 settembre 1973 e io gli rispondo

Maurizio mi ricorda l’11 settembre 1973

« Non vedo perché dovremmo restare con le mani in mano a guardare mentre un Paese diventa comunista a causa dell’irresponsabilità del suo popolo. La questione è troppo importante perché gli elettori cileni possano essere lasciati a decidere da soli. »
(Henry Kissinger a proposito dell’elezione di Salvador Allende in Cile)

     11 settembre 1973…  40 anni fa

http://www.lastoriasiamonoi.rai.it/video/i-comunicati-radiofonici/2136/default.aspx

gli ultimi comunicati radiofonici  e le ultime parole di Salvador Allende 

Pablo Neruda morì pochi giorni dopo 

Violeta Parra aveva lasciato il mondo qualche anno prima (nel ’67) ma la sua voce no, non ci ha mai lasciati

http://www.youtube.com/watch?v=oiHWgl1M_FU&list=PLE35E88B2D2F9155B

http://www.youtube.com/watch?v=NUAfWKLX438&list=PLE35E88B2D2F9155B

http://www.youtube.com/watch?v=w67-hlaUSIs

rispondo a Maurizio:

grazie per questa citazione storica
la data del colpo di stato nel cile ha segnato la mia vita politica. da allora sono stato un militante del pci
tempo letteralmente buttato via. non ho imparato nulla. ho solo conosciuto gente tendenzialmente cattiva, vendicativa, odiante
poi è arrivato l’11 settembre 2001. e allora ho capito:
 
osservo con spirito da i king la coincidenza: un 11 settembre del 1973 segna un punto di partenza e un 11 settembre 2001 ne segna un altro
 
temo che morirò l’11 settembre
 
grazie ancora per il messaggio

È morto Ando Gilardi uno dei personaggi più significativi della fotografia italiana, autore di libri davvero straordinari, fotografo lui stesso, direttore di riviste, giornalista, fotoreporter, e altro ancora, fondatore della Fototeca storica nazionale

conosciuto nei primi anni ’70, quando, per guadagnare qualche lira, facevo il correttore di testi per la enciclopedia I MONDI DELL’UOMO, editore il Libro del Mondo  (direttore editoriale Franco Salghetti-Drioli, caporedattore Maurizio Rosenberg Colorni)

Paolo Ferrario, 8 marzo 2012

—————————————————————————

È morto Ando Gilardi uno dei personaggi più significativi della fotografia italiana, autore di libri davvero straordinari, fotografo lui stesso, direttore di riviste, giornalista, fotoreporter, e altro ancora; oltre che fondatore della Fototeca storica nazionale.

I suoi libri sono stati riediti negli anni da Bruno Mondadori, l’ultimo ha come titolo Meglio ladro che fotografo (2007). Michele Smargiassi ne ha tracciato un bel profilo su La Repubblica di lunedì 6 marzo, e lo ricorda nel suo blog; lo voglio qui ricordare con un pezzo scaturito dalla riedizione di Wanted! Storia, tecnica ed estetica della fotografia criminale, segnaletica e giudiziaria uscito nel 2003 (Bruno Mondadori, Milano, pp. 210).


Ando Gilardi. Wanted! | Doppiozero

Il ricordo di Michele Smargiassi su La Repubblica: http://smargiassi-michele.blogautore.repubblica.it/2012/03/06/ricordando-e-ripensando/comment-page-1/