per la serie “mi ricordo …”: era, probabilmente, il 1951 in Piazza del Duomo. Era anche il tempo in cui si viaggiava con la rossa Moto Guzzi. Mio padre aveva, probabilmente, 36 anni

Grazie a M.S. che mi ha indotto a dare memoria a questa fotografia

era, probabilmente, il  1951

in Piazza del Duomo

Era anche il tempo in cui si viaggiava con la rossa Moto Guzzi

Mio padre aveva, probabilmente, 36 anni

61cc7e0f

il molto gradito messaggio di M.,22 dicembre 2015

Caro Paolo, mi scuso con te, da molto non mi faccio sentire ma, credimi, ti leggo appena posso. Se tralascio per un po’ di tempo ( sono qualche volta a Barcellona da mio figlio) poi recupero tutto, sei una messe di informazioni e soprattutto di delizie del “nostro” lago.

Guai se non trovassi più Coatesa!

Ho letto con commozione il tuo ricordo di Monica Nocentini. Quanti miei studentii ha seguito come supervisore e con quale lavoro di cura!
Paolo, il mio augurio davvero affettuoso di  buon anno a te e a Luciana. Andrò a risentirmi le musiche di Natale che ci avevi inviato tempo fa, di cose tue non cancello nulla.
Un carissimo abbraccio
M.


cara m.
ero certo che tu non mi perdevi di vista. me è facile trovarmi: bastano i blog coatesa.com, traccesent.com, mappeser.com (che tu ben conosci)
so del tuo affetto, che è da me molto ricambiato
più passa il tempo e più ho un ricordo importante degli anni passati nelle nostre scuole
ma tu sei stata sempre molto speciale.
impegnata e tollerante nello stesso tempo. disposta all’ascolto come pochi sano essere e stare
sto proprio mettendo assieme alcuni video di como centro in questi giorni: li vedrai nelle prossime ore
l’altra settimana siamo stati invitati a pranzo da m. c. . altra pietra miliare della mia esperienza lavorativa.
da aprile di quest’anno sono andato pure io in pensione. mi manca, e molto, l’aula di formazione. ma mi adatto: e faccio il lavoro di documentazione. nè più nè meno di quello che organizzai nella scuola di via d’annunzio. le mie bilbiografie sono potenti e servono alle attuali e future generazioni
devo dire che l’agenda flessibile del pensionato mi consente di godere intensamente della mia amata, amatissima como
spero (come sempre) che una volta verrai a camminare con me fra queste vie
nel frattempo ti abbraccio con affetto
e auguro buoni giorni del 2016
e soprattutto buon futuro a te e a tutte le persone cui tu vuoi bene
saluti cari, molto cari