Vai al contenuto

Gold Shadow – Asaf Avidan – Recensione di Danny The Kid

Il tocco di Asaf Avidan è quello di un artista elegante, difficile da racchiudere in qualche specifica sottocategoria, cosa chiedere di meglio? Un grande plasmatore di melodie, si, questa potrebbe essere una definizione sufficientemente adeguata per descriverlo. Questo intrigante e stiloso trentacinquenne israeliano sa confondere le idee con ineffabile nonchalance; una delle tante doti che nobilitano questo album è senza dubbio un peculiare camaleontismo, una capacità non comune di confrontarsi con diversi stili e sonorità, reinventandosi canzone dopo canzone. Pop, rock, folk, accenni blues/soul, easy-listening, finezze da grande singer-songwriter, in “Gold Shadow” c’è tutto questo e anche più

tutta la recensione qui:

Sorgente: Gold Shadow – Asaf Avidan – Recensione di Danny The Kid

Paolo Ferrario Mostra tutti

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: