Degrado a Venezia, la città è assediata da turisti distruttivi. Tuffi nei canali e bivacchi ovunque, estate 2016

Tre decenni e molti sindaci dopo, i problemi non solo non sono stati risolti ma si sono aggravati. Gente che fa pipì sui muri senza nemmeno cercare più gli angoli nascosti. Giovanotti in bicicletta per le calli. Tende canadesi piantate qua e là nei giardini o nei campielli. Tovaglie stese sulle rive da famigliole che fanno il picnic manco se si trovassero in un’area di sosta sull’autostrada. Avvinazzati stesi nei sotoporteghi sfatti dall’alcol e completamente nudi. Bottiglie ammucchiate all’ingresso della basilica di San Marco perché con le nuove disposizioni antiterrorismo da qualche parte devono lasciarle e gli spazzini non ce la fanno a stare dietro ai cestini della zona dai quali, come ha scritto il Corriere del Veneto vengono rimossi 30 metri cubi al giorno di immondizie. Borseggiatori a tempo pieno sui vaporetti, a dispetto dei controlli che in questo solo mese di agosto hanno visto il fermo di 120 ladri. Sequestri quotidiani di paccottiglia «italian style» falsa sfornata da laboratori cinesi o napoletani. Per non dire, appunto, del quotidiano bagno nei canali di visitatori italiani e stranieri, giovani e meno giovani che mai oserebbero mettersi in slip o bikini in altre città del mondo. Come i «foresti» di campo San Vio che, svergognati sul web da una veneziana, guardano la signora che dice loro in inglese e tedesco che «non è permesso tuffarsi nei canali» e che «Venezia non è Disneyland», con aria stupefatta. Come pensassero: che storia è questa, Venezia non è Disneyland? Non appartiene forse a chi paga sganciando euro e dollari, sterline e yen? È o non è un «divertimentificio»?

Sorgente: Degrado a Venezia, la città è assediata Tuffi nei canali e bivacchi ovunque

Victor Hugo – I Miserabili – (versione integrale – cofanetto 5 CDMP3), letto da Moro Silo, il Narratore Audiolibri-Audiobook

Victor Hugo, I Miserabili, (versione integrale, cofanetto 5 CDMP3)
Offerta Speciale
Ne I Miserabili Victor Hugo narra con assoluta sensibilità ed estrema modernità la solitudine dell’uomo, il contrasto tra ceti sociali, ma anche la redenzione attraverso la rivolta e l’amore. Il romanzo, dal ritmo incalzante, magistrale e irripetibile per l’autenticità delle emozioni e per la complessità della trama narrativa, viene qui tradotto ad alta voce da un unico narratore, Moro Silo, che con la sua più che trentennale esperienza di lettore, riesce a cogliere l’enorme quantità di significati presenti nel libro nel massimo rispetto dello stile unico e originale dell’autore, del suo contesto storico-culturale e filologico.

Sorgente: il Narratore Audiolibri-Audiobook-Audio-eBook – Victor Hugo – I Miserabili – (versione integrale – cofanetto 5 CDMP3)

Era … era il LARGO DEL NOCE (1989-2016)

COATESA SUL LARIO ... e dintorni

IMG_7642 (FILEminimizer)IMG_0137 (FILEminimizer)


confidenze con  V.U.:

  • Il largo del noce (e dell’acero) è oltrepassato. Vedremo cosa succederà, caro Paolo
  • bellissima confidenza di cui ti sono grato
  • Pensieri anche, anzi soprattutto, leopardiani. Perdonami questo cedimento nichilistico. Ma il mio io individuale (come quello di ogni altro) non riesce sempre a far saldamente proprie le indicazioni del mio esser “Io del destino”. Lo dico sempre a Emanuele: è questo il mio limite, che è poi il limite di ognuno di noi rispetto allo sguardo del destino della verità.

View original post

GILLES CLEMENT, Giardini, paesaggio e genio naturale, Quodlibet, Macerata, 2013. Presentazione di Paolo Ferrario

COATESA SUL LARIO ... e dintorni

GILLES CLEMENT, Giardini, paesaggio e genio naturale, Quodlibet, Macerata, 2013. Presentazione di Paolo Ferrario
http://www.quodlibet.it/schedap.php?id=2105#.V6jFHbiLTDc

View original post

La veneziana – Roberto Mussapi

Poesia in Rete

Foto di Ann Skuld Foto di Ann Skuld

Fu oltre Murano, verso il mare aperto,
un’onda più alta nell’improvvisa tempesta,
acqua nera negli occhi, e la sua mano
sfiorò la mia, stringendo bolle,
la ricordo riaprirsi e richiudersi disperatamente
poi la sua ombra fluttuò sopra di me,
ormai lontana, ormai nell’altro regno,
e sentii l’acqua raggiungere gli occhi
da dentro, io in suo possesso
fui spinta da una corrente come un’ombra
lungo il fondale e mi fermai qui
nell’acqua quieta di questa calle
dietro la Misericordia, riposo mossa
da lievi soffi di corrente, sospiri
comunicanti dalle acque del Canal Grande
e ripercossi vibrando per tutte le acque
fino qui a queste silenziose e rinchiuse
come in una mano o una culla.
Fu a Murano, nell’isola del vetro,
ma qui ero destinata per l’ultimo viaggio,
ondeggio tra le alghe, respiro coi mitili,
vedo il cielo aprirsi nella scia delle barche,
le bolle spumeggiare come vetro…

View original post 1.306 altre parole

Ettore Maria Peron, Davide Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, LE VILLE VISTE DAL LAGO. Mappa del Ramo di Como, ItineLario editore, Nesso (Como), 2016. Presentazione della guida a cura di Paolo Ferrario

Ettore Maria Peron, Davide Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, LE VILLE VISTE DAL LAGO. Mappa del Ramo di Como, ItineLario editore, Nesso (Como), 2016. Presentazione della guida a cura di Paolo Ferrario.
Itinelario è una piccola realtà editoriale che, partendo dalla passione per il Lago di Como, si propone di farne conoscere il territorio e la cultura: http://www.itinelario.it/prodotto/le-ville-viste-dal-lago/

2016-08-08_081622

2016-08-08_081643