Morire – prende solo poco tempo, in The Complete Poems of (Tutte le poesie di) Emily Dickinson – J251-300

Morire - richiede appena un breve momento - Dicono che non faccia male - È solo un perdere i sensi - per gradi - E poi - si è fuori di vista - Un Nastro più scuro - per un Giorno - Un Crespo sul Cappello - E poi arriva la piacevole luce del sole … Leggi tutto Morire – prende solo poco tempo, in The Complete Poems of (Tutte le poesie di) Emily Dickinson – J251-300

«Filastrocca della morte», di Mimmo Mòllica. Dedicata a Gigi Proietti nel giorno della morte

Chissà, io morirò forse domani,triste e malato o sbranato dai cani?Forse io me ne andrò senza parlare,forse danzando, impegnato a ballare?Magari morirò sotto Natale,forse per Pasqua oppure a Carnevale? Forse tra un anno tirerò le cuoiaucciso dalla fame o dalla noia? ..... Venga correndo, corra, salti, voli,però non porti fiori né cannoli,giacché non siamo antichi … Leggi tutto «Filastrocca della morte», di Mimmo Mòllica. Dedicata a Gigi Proietti nel giorno della morte

UN PERSONAGGIO A TUTTO CAMPO: ANTONIO SPALLINO, POLITICO, INTELLETTUALE E SPORTIVO, il ricordo di Vincenzo Guarracino

SPALLINO UN RICORDO UN PERSONAGGIO A TUTTO CAMPO: ANTONIO SPALLINO, POLITICO, INTELLETTUALE E SPORTIVO Per molti, a Como, è rimasto “il Sindaco” per antonomasia, avendo ricoperto questa carica per tre mandati dal ’70 all’’85, interpretando la politica come servizio, con serenità e rigore, al punto da imprimere una fisionomia ben precisa alla città con interventi … Leggi tutto UN PERSONAGGIO A TUTTO CAMPO: ANTONIO SPALLINO, POLITICO, INTELLETTUALE E SPORTIVO, il ricordo di Vincenzo Guarracino

Antonio Gramsci: “tutte le quistioni dell’anima e dell’immortalità dell’anima e del paradiso e dell’inferno non sono poi in fondo che un modo di vedere questo semplice fatto: che ogni nostra azione si trasmette negli altri secondo il suo valore”. Citazione ricordata da M.L.S

"...Se ci pensi bene tutte le quistioni dell’anima e dell’immortalità dell’anima e del paradiso e dell’inferno non sono poi in fondo che un modo di vedere questo semplice fatto: che ogni nostra azione si trasmette negli altri secondo il suo valore, di bene e di male, passa di padre in figlio, da una generazione all’altra … Leggi tutto Antonio Gramsci: “tutte le quistioni dell’anima e dell’immortalità dell’anima e del paradiso e dell’inferno non sono poi in fondo che un modo di vedere questo semplice fatto: che ogni nostra azione si trasmette negli altri secondo il suo valore”. Citazione ricordata da M.L.S

Era … era il LARGO DEL NOCE (1989-2016)

Coatesa sul Lario e dintorni

IMG_7642 (FILEminimizer)IMG_0137 (FILEminimizer)


confidenze con  V.U.:

  • Il largo del noce (e dell’acero) è oltrepassato. Vedremo cosa succederà, caro Paolo
  • bellissima confidenza di cui ti sono grato
  • Pensieri anche, anzi soprattutto, leopardiani. Perdonami questo cedimento nichilistico. Ma il mio io individuale (come quello di ogni altro) non riesce sempre a far saldamente proprie le indicazioni del mio esser “Io del destino”. Lo dico sempre a Emanuele: è questo il mio limite, che è poi il limite di ognuno di noi rispetto allo sguardo del destino della verità.

View original post

Paolo Ferrario, Como, 1948 – Disposizioni anticipate di trattamento e consenso informato in caso di malattia invalidante e grave

Paolo Ferrario, Como, 1948 - Disposizioni anticipate di trattamento e consenso informato in caso di malattia invalidante e grave Scritto il 8  Ottobre 2008, confermato e aggiornato il 15 dicembre 2017 (dopo l'approvazione della  LEGGE 22 dicembre 2017, n. 219) e poi ancora il 5 febraio 2019. "Ogni persona capace di agire ha il diritto di rifiutare, … Leggi tutto Paolo Ferrario, Como, 1948 – Disposizioni anticipate di trattamento e consenso informato in caso di malattia invalidante e grave

… Lasciandoci alle spalle il dolore e la morte, quella luce mostrerà all’infinito una Gioia sempre più infinita …, Emanuele Severino, in IL MIO RICORDO DEGLI ETERNI, Rizzoli, 2011, p. 11

Insieme a tutti i miei morti - e insieme a tutti i morti - mi aspetta. I nostri morti ci aspettano. Ora sono degli Dèi. Per ora stanno fermi nella luce. Come le stelle fisse del cielo. Poi, quando la vicenda terrena dell'uomo sarà giunta al proprio compimento, sarà necessario che ognuno faccia esperienza di tutte … Leggi tutto … Lasciandoci alle spalle il dolore e la morte, quella luce mostrerà all’infinito una Gioia sempre più infinita …, Emanuele Severino, in IL MIO RICORDO DEGLI ETERNI, Rizzoli, 2011, p. 11

‘A livella di Totò

Ogn'anno, il due novembre, c'é l'usanza per i defunti andare al Cimitero. Ognuno ll'adda fà chesta crianza; ognuno adda tené chistu penziero. Ogn'anno,puntualmente,in questo giorno, di questa triste e mesta ricorrenza, anch'io ci vado,e con dei fiori adorno il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza. St'anno m'é capitato 'navventura... dopo di aver compiuto il triste omaggio. … Leggi tutto ‘A livella di Totò

Mariangela Melato (1941 – 2013), In cerca di te (sola me ne vò per la città)

http://youtu.be/mqMvpo0H8XQ Un ricordo di Renzo Arbore L'ultima volta che lui è andato a trovarla, l'altro ieri in clinica, hanno cantato insieme. «Era una vecchia canzone degli anni 40, mi pare si intitoli "Americano non posso cantar". E lei era felicissima, perché si ricordava tutte le parole... e mi prendeva in giro perché io invece...». La … Leggi tutto Mariangela Melato (1941 – 2013), In cerca di te (sola me ne vò per la città)

È morto Ando Gilardi uno dei personaggi più significativi della fotografia italiana, autore di libri davvero straordinari, fotografo lui stesso, direttore di riviste, giornalista, fotoreporter, e altro ancora, fondatore della Fototeca storica nazionale

conosciuto nei primi anni '70, quando, per guadagnare qualche lira, facevo il correttore di testi per la enciclopedia I MONDI DELL'UOMO, editore il Libro del Mondo  (direttore editoriale Franco Salghetti-Drioli, caporedattore Maurizio Rosenberg Colorni) Paolo Ferrario, 8 marzo 2012 --------------------------------------------------------------------------- È morto Ando Gilardi uno dei personaggi più significativi della fotografia italiana, autore di libri … Leggi tutto È morto Ando Gilardi uno dei personaggi più significativi della fotografia italiana, autore di libri davvero straordinari, fotografo lui stesso, direttore di riviste, giornalista, fotoreporter, e altro ancora, fondatore della Fototeca storica nazionale

JAMES HILLMAN (1926-2011), L’ULTIMA INTERVISTA: “STO MORENDO MA NON POTREI ESSERE PIU’ IMPEGNATO A VIVERE”, di SILVIA RONCHEY, in TUTTOLIBRI 29 ott 2011

JAMES HILLMAN, L’ULTIMA INTERVISTA: “STO MORENDO MA NON POTREI ESSERE PIU’ IMPEGNATO A VIVERE”, di SILVIA RONCHEY, in TUTTOLIBRI 29 ott 2011 «Sto morendo, ma non potrei essere più impegnato a vivere». Così aveva scritto, nella sua ultima mail. E così l’ho trovato, quando sono andata a salutarlo per l’ultima volta nella sua casa di … Leggi tutto JAMES HILLMAN (1926-2011), L’ULTIMA INTERVISTA: “STO MORENDO MA NON POTREI ESSERE PIU’ IMPEGNATO A VIVERE”, di SILVIA RONCHEY, in TUTTOLIBRI 29 ott 2011

James Hillman (1926-2011) raccontato da Nicole Janigro | in Doppiozero

Il suicidio e l’anima, Senex et puer, Saggio su Pan, Il mito dell’analisi, Re-visione della psicologia,Il sogno e il mondo infero, Le storie che curano, La cucina del Dottor Freud, Saggi sul Puer, Cento anni di psicoterapia e il mondo va sempre peggio, Fuochi blu, Il codice dell’anima, Puer aeternus,Politica della bellezza, La forza del carattere, L’anima dei luoghi, Un terribile amore per la guerra,La ricerca interiore. Da mezzo secolo i … Leggi tutto James Hillman (1926-2011) raccontato da Nicole Janigro | in Doppiozero

La Techne non ha scandito ancora l’inizio del ciclo del dolore

è stata una giornata importante. Infatti con ansia ho portato gli esami diagnostici (che noi in prospettiva severiniana consideriamo sentenze della tecnica dell’Occidente) dunque ho attraversato la città pensando alla poesia “un passo dopo l’altro” di Mark Strand. Ho pensato di propiziare il destino regalando una tartarughina  alla mia tartarugosa. A casa sento la sua … Leggi tutto La Techne non ha scandito ancora l’inizio del ciclo del dolore

Emanuele Severino: … di tutte le cose è necessario dire che è impossibile che non siano, cioè è necessario affermare che tutte sono eterne | da Coatesa sul Lario e dintorni

… la follia essenziale si esprime nella persuasione che le cose escono e ritornano nel niente. Il mortale è appunto questa volontà che le cose siano un oscillare tra l’essere e il niente. Al di fuori della follia essenziale, di tutte le cose è necessario dire che è impossibile che non siano, cioè è necessario affermare che tutte – … Leggi tutto Emanuele Severino: … di tutte le cose è necessario dire che è impossibile che non siano, cioè è necessario affermare che tutte sono eterne | da Coatesa sul Lario e dintorni

Edoardo Boncinelli, Ogni essere vivente è come una bolla di ordine che si genera e si sostiene per qualche tempo in un mare di disordine, da Guy Brown, Una vita senza fine? invecchiamento, morte, immortalità (The Living End, 2008), edizione italiana a cura di Edoardo Boncinelli, traduzione di Gianbruno Guerrerio, Raffaello Cortina, Milano 2009

"Ogni essere vivente è come una bolla di ordine che si genera e si sostiene per qualche tempo in un mare di disordine"Edoardo boncinellida: Antologia del tempo che resta: Guy Brown, Una vita senza fine? invecchiamento, morte, immortalità (The Living End, 2008), edizione italiana a cura di Edoardo Boncinelli, traduzione di Gianbruno Guerrerio, Raffaello Cortina, … Leggi tutto Edoardo Boncinelli, Ogni essere vivente è come una bolla di ordine che si genera e si sostiene per qualche tempo in un mare di disordine, da Guy Brown, Una vita senza fine? invecchiamento, morte, immortalità (The Living End, 2008), edizione italiana a cura di Edoardo Boncinelli, traduzione di Gianbruno Guerrerio, Raffaello Cortina, Milano 2009

Berselli Edmondo, 1951-2010

Un mio contemporaneo.Abbiamo attraversato lo stesso arco storico e biografico. Ed abbiamo condiviso interessi e passioni simili: la musica, la politica.Quando cominciano a morire i coetanei occorre fare un atto di contrizione e pensare e pensarsi.La curva del tempo è inesorabile.Restano i suoi libri, fra cui il bellisimo racconto del suo rapporto con la Labrador … Leggi tutto Berselli Edmondo, 1951-2010

Parmenideo, tendenza Severino: … nella verità si mostra il vero Essere che è sempre salvo dal nulla …

Parmenideo, tendenza Severino:" Il pensiero dell'opposizione infinita tra l'essere e il nulla viene alla luce, nel popolo greco, insieme al pensiero che ci si possa salvare dall'annientamento, in cui la morte consiste, solo con la vera salvezza - quella che appare e si produce con l'apparire della verità. Nella verità si mostra il vero Essere … Leggi tutto Parmenideo, tendenza Severino: … nella verità si mostra il vero Essere che è sempre salvo dal nulla …

Ricordo di Giovanni Jervis

Ricordo di Giovanni Jervis E' morto a Roma Giovanni Jervis, grande intellettuale del 900 che iniziò la sua carriera con Ernesto De Martino e passò poi a lavorare con Basaglia diventando uno dei padri dell'antipsichiatria. Lo ricordiamo ascoltando alcuni dei suoi ultimi interventi a Fahrenheit scelti dall'archivio. La puntata del 25 agosto 2008, quando presentò … Leggi tutto Ricordo di Giovanni Jervis

In morte di Gino Giugni

Venezia, 6 ott. - (Adnkronos) - "Apprendo con profondo dolore la morte di Gino Giugni. Ero legato al professor Giugni da un vincolo di grande stima e amicizia. Ricordo la sua intensa collaborazione alla Fondazione Gramsci Veneto in anni tragicamente difficili, durante i quali Giugni fu vittima di un gravissimo attentato da parte delle Brigate … Leggi tutto In morte di Gino Giugni

Gianni Basso 1931-2009

Gianni Basso 1931-2009È morto il sassofonista astigiano, tra i più influenti solisti italiani del dopoguerraIl sassofonista Gianni Basso, tra i maggiori solisti italiani del dopoguerra, è morto all'età di 78 anni. Nato ad Asti nel 1931, Basso esordisce in Belgio, dove aveva passato l'infanzia, nella big band di Raoul Falsan, nel 1946. Al ritorno in … Leggi tutto Gianni Basso 1931-2009

Una buona ragione per morire (attorno al 2050, a 100 anni)

Ecco una buona ragione per morire:"la popolazione musulmana nell’Unione Europea è più che raddoppiata nell’ultimo trentennio e raddoppierà di nuovo entro il 2015.Secondo l’Istituto per le politiche migratorie degli Stati Uniti, nel 2050 sarà di fede islamica un cittadino europeo ogni cinque"in : http://www.corriere.it/esteri/09_agosto_13/focus_jacomella_europa_islamica_05a305f6-87d5-11de-94f5-00144f02aabc.shtmlLa questione è: come scamparla all'infarto, al tumore, all'attentato terrorista, al violento … Leggi tutto Una buona ragione per morire (attorno al 2050, a 100 anni)

Hadot P., Ricordati di vivere, Goethe e la tradizione degli esercizi spirituali, Raffaello Cortina

Hadot P. Ricordati di vivere Goethe e la tradizione degli esercizi spirituali Il libro Come i Greci, Goethe era convinto della necessità di vivere nel presente, di cogliere la felicità nell’istante anziché perdersi nella nostalgia romantica del passato o nel vagheggiamento del futuro.Gran lettore di Goethe, Hadot analizza qui come il maestro tedesco si inserisca … Leggi tutto Hadot P., Ricordati di vivere, Goethe e la tradizione degli esercizi spirituali, Raffaello Cortina

CAMMINARSI DENTRO (51): Imparare a morire : le mie Pratiche filosofiche, di Gabriele De Ritis

Imparare a vivere, imparare a dialogare, imparare a morire, imparare a leggere sono i quattro esercizi spirituali suggeriti dalla cultura pagana, dentro le pratiche filosofiche adottate dall’uomo greco come esercizio morale e ‘terapia’ dell’anima. CAMMINARSI DENTRO (51): Imparare a morire : le mie Pratiche filosofiche

Testamento biologico, aggiornato con il diniego alla alimentazione e idratazione forzata

Io sottoscritto, Paolo Ferrario, nato a Como il 26 novembre 1948 e residente in questa città, nel pieno possesso delle mie facoltà mentali e fisiche, dichiaro quanto segue.Potrebbe accadere che, a un certo punto della mia vita, mi venga a trovare in uno stato di malattia allo stadio terminale, coma irreversibile, morte cerebrale e, in … Leggi tutto Testamento biologico, aggiornato con il diniego alla alimentazione e idratazione forzata

Il diritto, almeno, al proprio corpo

Disgustato per la violenza e mancanza di carità che i religiosi espongono, in questi giorni, sul mercato della rappresentazione sociale, rileggo le parole che dovrebbero sancire il più umanissimo e personale diritto soggettivo:Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare … Leggi tutto Il diritto, almeno, al proprio corpo

Testamento biologico in vita di Paolo Ferrario

Io sottoscritto, Paolo Ferrario, nato a Como il 26 novembre 1948 e residente in questa città, nel pieno possesso delle mie facoltà mentali e fisiche, dichiaro quanto segue.Potrebbe accadere che, a un certo punto della mia vita, mi venga a trovare in uno stato di malattia allo stadio terminale, coma irreversibile, morte cerebrale e, in … Leggi tutto Testamento biologico in vita di Paolo Ferrario

Per ricordare LA STRAGE DI ERBA (2006) dei coniugi Olindo e Rosa, condannati nei tre gradi di giudizio. Le vittime: Raffaella Castagna; Youssef; Paola Galli; Valeria Cherubini. Documentazione giornalistica aggiornata al 30 aprile 2019

I fatti (dalle cronache di quel tempo) Omicidio plurimo premeditato: è il reato contestato ai coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi per la strage di Erba. Gli inquirenti ritengono che la famiglia di Raffaella Castagna sarebbe stata spiata nei giorni precedenti al quadruplice omicidio. Ad uccidere il piccolo Youssef sarebbe stata Rosa Bazzi, la prima … Leggi tutto Per ricordare LA STRAGE DI ERBA (2006) dei coniugi Olindo e Rosa, condannati nei tre gradi di giudizio. Le vittime: Raffaella Castagna; Youssef; Paola Galli; Valeria Cherubini. Documentazione giornalistica aggiornata al 30 aprile 2019

Situazioni estreme e diritto di morire: Piergiorgio Welby è morto

"Welby ha chiesto di poter rinunciare alle cure cui era sottoposto. E ieri, intorno alle 23, il medico anestesista Mario Riccio ha praticato la sedazione e interrotto la ventilazione artificiale".L'annuncio è stato dato nella conferenza stampa dei radicali in corso, dove l'on. Bonino ha ricordato "il senso della legalità, del diritto e delle istituzioni di … Leggi tutto Situazioni estreme e diritto di morire: Piergiorgio Welby è morto

"Le invasioni barbariche" di Denis Arcand.

Il cinema racconta ... Vediamo, finalmente (il film è del 2003), "Le invasioni barbariche" di Denis Arcand. La storia si svolge a Montreal, Canada, fra ospedali, feed back ed un lago..Professore di letteratura dalla vita libertina (già protagonista del precedente filim di Arcand "Il declino dell'impero americano") si ammala gravemente di cancro a 50 anni.Il … Leggi tutto "Le invasioni barbariche" di Denis Arcand.

Politica, scienza, etica: 14 Giugno 2005. Il Referendum sulla PMA-procreazione medicalmente assistita ha ottenuto un bassissimo numero di votanti

Politica, scienza, etica 14 Giugno 2005. Il Referendum sulla PMA-procreazione medicalmente assistita ha ottenuto un bassissimo numero di votanti (25,9 %). Era un voto difficile che non doveva essere trattato con semplici Sì o No. Tuttavia ha segnato la forte prevalenza della forza delle religioni (questa volta la Chiesa cattolica) ad orientare la pubblica opinione. … Leggi tutto Politica, scienza, etica: 14 Giugno 2005. Il Referendum sulla PMA-procreazione medicalmente assistita ha ottenuto un bassissimo numero di votanti

a proposito dell'enfasi tutta ideologica sulla bontà intrinseca della "comunità locale": la "morale della vicinanza"

27 maggio 2005 In un Comune lombardo, anche abbastanza vicino, una madre annega suo figlio di 5 mesi. Fra le tante riflessioni tengo quella di Umberto Galimberti, che elabora anche questa bella definizione di "morale della vicinanza" (a proposito dell'enfasi tutta ideologica sulla bontà intrinseca della "comunità locale" !) "I familiari fanno cerchio perché Cogne … Leggi tutto a proposito dell'enfasi tutta ideologica sulla bontà intrinseca della "comunità locale": la "morale della vicinanza"

Passaggi: Karol Wojtyla, una morte su cui si è fermato il mondo

Sabato 2 aprile 2005, di sera alle 9 e mezza muore Karol Wojtyla, il papa Giovanni Paolo II. Tutto il mondo, davvero tutto il mondo, sembra fermarsi per lunghi attimi. Ascolto una bellissima poesia di Mario Luzi che illumina con la forza dell'arte quanto la morte, anche per chi crede alla vita eterna, sia un … Leggi tutto Passaggi: Karol Wojtyla, una morte su cui si è fermato il mondo

27 febbraio 2005: ieri notte, attorno a mezzanotte, è morto il padre di Luciana

Passaggi Domenica 27 febbraio 2005 Ieri notte, attorno a mezzanotte, è morto il padre di Luciana. Il percorso verso E. è stato accompagnato dal canto talvolta dolente di Nina Simone. Grandissima anche in questo evento. Nelle istituzioni la "morte privata" si intreccia alla "morte pubblica". E c'è da essere grati a quel direttore della Residenza … Leggi tutto 27 febbraio 2005: ieri notte, attorno a mezzanotte, è morto il padre di Luciana

"Sono qui che aspetto l'aldilà. Ma io non ho paura di morire"

Passaggi 4 NOVEMBRE 2004 Oggi Luciana, quasi incidentalmente, mi comunica una frase di suo padre, che , a causa della sopravvenuta non autosufficienza, è ricoverato in una residenza protetta: "Sono qui che aspetto l'aldilà. Ma io non ho paura di morire" Non ho mai avuto simpatia per quest'uomo. Ma nella sua sobrietà ed intensità di … Leggi tutto "Sono qui che aspetto l'aldilà. Ma io non ho paura di morire"

A 73 anni è morto Ray Charles

LA COLONNA SONORA DELLA MIA VITA 11 Giugno 2004 A 73 anni è morto Ray Charles. Un altro pezzo della mia vita. Ore ed ore di ascolto. Soprattutto di notte (ricordo un lungo viaggio notturno dal Veneto del Nord a Como, attraverso le montagne). La voce che diventa un ruggito. Assieme a Nina Simone una … Leggi tutto A 73 anni è morto Ray Charles