Mostra fotografica dell’ex Sindaco di Como ANTONIO SPALLINO e inaugurazione dell’archivio sulla sua attività, venerdì e sabato 21-22 giugno 2019. Articolo di Stefano Ferrari in La Provincia 7 giugno 2019 e di Alessio Brunialti in La Provincia del 20 giugno 2019. La mostra sarà liberamente visitabile dalle ore 15:00 fino alle 18:30 di venerdì 21 giugno e dalle 10:00 alle 12:30 di sabato 22 giugno

Coatesa sul Lario e dintorni

2019-06-19_173146SPALL1799SPALL1800

spa1871spa1872


MOSTRA FOTOGRAFICA E PRESENTAZIONE ARCHIVIO ANTONIO SPALLINO

21/22 giugno 2019

Antonio Spallino

Dopo un anno di lavoro, nella mattinata di venerdì 21 giugno presenteremo alla stampa l’archivio “Antonio Spallino.

Contenendo l’archivio anche numerose immagini, con Enzo Pifferi abbiamo colto l’occasione per organizzare una mostra fotografica che ne ripercorre il sentiero di vita, mentre in salone sarà proiettato un video di circa 200 immagini digitalizzate.

La mostra sarà liberamente visitabile dalle ore 15:00 fino alle 18:30 di venerdì 21 giugno e dalle 10:00 alle 12:30 di sabato 22 giugno.

Risorse:

View original post

La “profezia” di Filippo Turati (Canzo, 26 novembre 1857 – Parigi, 29 marzo 1932) al Congresso di Livorno del 1921, citazione ripresa da Wikipedia

« Ciò che ci distingue non è la generale ideologia socialista - la questione del fine e neppure quella dei grandi mezzi (lotta di classe, conquista del potere ecc.) - ma è la valutazione della maturità della situazione e lo apprezzamento del valore di alcuni mezzi episodici. Primo fra questi la violenza, che per noi non … Leggi tutto La “profezia” di Filippo Turati (Canzo, 26 novembre 1857 – Parigi, 29 marzo 1932) al Congresso di Livorno del 1921, citazione ripresa da Wikipedia

EL ME’ INDIRIZZ, idea scenica da una idea di Gianni Giolo, con le MUSICHE di Fo, Jannacci, Della Mea, Carpi, Strehler e i TESTI di Pietro Collina, Riccardo Borzatta e Federico Piadeni, Fondazione CA’ D’INDUSTRIA, Via Brambilla, 61, COMO. Organizzazione: Pierangela Torresani, Marco Bonacina, Omar Dodaro, 22 DICEMBRE 2016. VIDEO postato su youtube da O. Dodaro, 1 ore e 8 minuti

Fondazione memoria della deportazione, OLTRE QUEL MURO, LA RESISTENZA NEL CAMPO DI BOLZANO, 1944-45, mostra documentaria a cura di Dario Venegoni e Leonardo Visco Gilardi, 2008

La Resistenza nel campo di Bolzano. Una mostra della Fondazione Memoria della Deportazione "Oltre quel muro - La Resistenza nel campo di Bolzano 1944-45". Questo il titolo della mostra documentaria realizzata da Dario Venegoni e Leonardo Visco Gilardi per conto della Fondazione Memoria della Deportazione. La mostra è stata presentata giovedì 5 dicembre presso il … Leggi tutto Fondazione memoria della deportazione, OLTRE QUEL MURO, LA RESISTENZA NEL CAMPO DI BOLZANO, 1944-45, mostra documentaria a cura di Dario Venegoni e Leonardo Visco Gilardi, 2008

ARTHUR SCHOPENHAUER (1788-1860): Il CORANO, questo cattivo libro …

“Il Corano, questo cattivo libro, fu sufficiente per fondare una religione mondiale, per soddisfare il bisogno metafisico di milioni e milioni di uomini, per definire il fondamento della loro morale – e di un  notevole disprezzo della morte, ma anche per esaltarli convolgendoli in guerre sanguinose e nelle conquiste più estese. Nel Corano troviamo la forma più … Leggi tutto ARTHUR SCHOPENHAUER (1788-1860): Il CORANO, questo cattivo libro …

notte insonne. ricevo un messaggio di idem sentire politico e storico, ore 1 e 10 del 5 settembre 2014

è notte. Sono in ospedale, al sesto piano del Valduce. mi metto in rete e, su un mio blog, ricevo questo messaggio da un (altro) Paolo: Sono pienamente, pienamente d’accordo con te. Ti ringrazio per la tua onestà, quella con cui tratti un argomento che, tra l’altro sei uno dei pochi a trattare. Sei uno … Leggi tutto notte insonne. ricevo un messaggio di idem sentire politico e storico, ore 1 e 10 del 5 settembre 2014

“MI CHIEDETE DI PARLARE”, Monica Guerritore dà la parola a Oriana Fallaci, Como, Teatro Sociale, 14 marzo 2013

In questo monologo, con grande coraggio personale e altissima capacità interpretativa, Monica Guerritore ha fatto il più grande gesto di restituzione della memoria a Oriana Fallaci: quello di far sentire la sua parola il suo modo di consegnarsi totalmente alla scrittura. Dopo che è stata vilipesa, massacrata moralmente, assassinata nella sua personalità, qui le si restituisce tutto … Leggi tutto “MI CHIEDETE DI PARLARE”, Monica Guerritore dà la parola a Oriana Fallaci, Como, Teatro Sociale, 14 marzo 2013

Paolo Ferrario, Annotazione sul risultato delle ELEZIONI POLITICHE 24 /25 febbraio 2013 | Tracce e Sentieri.

In precedenza avevo QUI  motivato il mio voto alle elezioni politiche 2013, argomentando su questi punti: 1. necessità per la crisi italiana dentro la vecchia ed esausta Europa di una GRANDE COALIZIONE di lunga durata 2. sostegno con il voto alla offerta politica centrale e autenticamente riformista delle Liste Monti Non ho “errato” nel dare questo voto. Lo rifarei. … Leggi tutto Paolo Ferrario, Annotazione sul risultato delle ELEZIONI POLITICHE 24 /25 febbraio 2013 | Tracce e Sentieri.

Paolo Ferrario, Annotazione sul risultato delle ELEZIONI POLITICHE 24 /25 febbraio 2013

In precedenza avevo QUI  motivato il mio voto alle elezioni politiche 2013, argomentando su questi punti: 1. necessità per la crisi italiana dentro la vecchia ed esausta Europa di una GRANDE COALIZIONE di lunga durata 2. sostegno con il voto alla offerta politica centrale e autenticamente riformista delle Liste Monti Non ho “errato” nel dare questo voto. Lo rifarei. … Leggi tutto Paolo Ferrario, Annotazione sul risultato delle ELEZIONI POLITICHE 24 /25 febbraio 2013

Terrorismo: colpire Pietro Ichino significava ”aprire la strada dell’insurrezione armata”

Pietro Ichino rappresenta ''un uomo di cerniera'' per le nuove Br, convinte che colpire il giuslavorista significava ''aprire la strada dell'insurrezione armata''. Ne e' sicura Laura Barbaini, sostituto procuratore generale al processo d'appello bis avviato nei confronti di Alfredo D'Avanzo e degli altri esponenti delle cosiddette nuove Br. da Terrorismo: Pg, colpendo Ichino nuove Br puntavano … Leggi tutto Terrorismo: colpire Pietro Ichino significava ”aprire la strada dell’insurrezione armata”

ROMANZO DI UNA STRAGE, di Marco Tullio Giordana, 2012

... Romanzo di una strage aderisce in maniera piuttosto fedele alle verità processuali e lascia aperti tutti gli interrogativi che sono rimasti senza risposta. Tanto per citare un caso, quando Pinelli muore, sfracellandosi nel cortile della questura, l'obiettivo segue il commissario Calabresi, che in quel momento è fuori dalla stanza dell'interrogatorio: un modo per far vedere senza … Leggi tutto ROMANZO DI UNA STRAGE, di Marco Tullio Giordana, 2012

ANTONIA ARSLAN RACCONTA IL GENOCIDIO ARMENO, a WikiRadio di Radio3, 24 aprile 2012

Ascolta l’Audio di ANTONIA ARSLAN RACCONTA IL GENOCIDIO ARMENO, a WikiRadio di Radio3, 24 aprile 2012.Mp3 La notte del 24 aprile 1915 iniziava l’orrendo sterminio del popolo armeno i LIBRI DI ANTONIA ARSLAN M. FLORES, Il genocidio degli armeni http://www.mulino.it pp. 320, € 12,00 vedi anche: http://mappeser.com/2012/04/24/il-genocidio-armeno/ http://mappeser.com/2012/04/24/il-genocidio-armeno-e-ricordato-ogni-24-aprile-wikipedia/

 

Mappeser.com: mappe nel sistema dei servizi

Recupero una vecchia traccia informativa (del 1999 !), dopo gli assassinii compiuti da Mohammed Merah in Francia.

Ho il “vizio della memoria”

Questo post è icastico. Le argomentazioni sono nei tre link contenuti nel testo.

Paolo Ferrario

Marzo 2012


dalle parole  di “S.E. Mons. Ernesto Vecchi, Vescovo Ausiliare, Vicario Generale, Moderatore della Curia” di Bologna.

“Durante la Seconda Assemblea Speciale per l’Europa del Sinodo dei Vescovi, S.E. Mons. Giuseppe Germano Bernardini, Arcivescovo di Izmir in Turchia, dove è rimasto per oltre 40 anni e dove i musulmani sono il 99,9%, ha messo in evidenza la persuasione di tanti autorevoli personaggi musulmani così formulata:

“Grazie alle vostre leggi democratiche vi invaderemo; grazie alle nostre leggi religiose vi domineremo”.

Tale persuasione fu espressa anche al Cardinale Oddi di v.m., durante il suo servizio diplomatico, da un noto Capo di Stato islamico che gli disse:

“Voi ci avete fermato a…

View original post 22 altre parole

La nave Costa Concordia, ferita ed inclinata verso il precipizio, e i feroci oppositori del Governo Monti/Napolitano, di Paolo Ferrario

L’immagine della nave Costa Concordia ferita ed inclinata verso il precipizio è la perfetta e drammaticamente vera metafora dell’Italia sull’orlo del baratro. E quindi è la rappresentazione visiva delle tragiche responsabilità che si stanno assumendo Lega Nord di Maroni e Bossi, Cgil di Camusso e altri sindacati, IDV (italia dei suoi valori) di Di Pietro … Leggi tutto La nave Costa Concordia, ferita ed inclinata verso il precipizio, e i feroci oppositori del Governo Monti/Napolitano, di Paolo Ferrario

La nave Costa Concordia, ferita ed inclinata verso il precipizio, e i feroci oppositori del Governo Monti/Napolitano, di Paolo Ferrario « POLITICA DEI SERVIZI SOCIALI

L’immagine della nave Costa Concordia ferita ed inclinata verso il precipizio è la perfetta e drammaticamente vera metafora dell’Italia sull’orlo del baratro. E quindi è la rappresentazione visiva delle tragiche responsabilità che si stanno assumendo Lega Nord di Maroni e Bossi, Cgil di Camusso e altri sindacati, IDV (italia dei suoi valori) di Di Pietro … Leggi tutto La nave Costa Concordia, ferita ed inclinata verso il precipizio, e i feroci oppositori del Governo Monti/Napolitano, di Paolo Ferrario « POLITICA DEI SERVIZI SOCIALI

la morte dei tiranni: Mu’ammar Gheddafi

Lei non crede che abbiano tentato di catturarlo vivo? Gheddafi ha dominato la Libia per 42 anni, è stato amico dei terroristi e nemico degli Usa, adesso aveva rovesciato le sue posizioni, grossi ammiccamenti a Ovest e guerra senza quartiere ai fondamentalisti. Ha fatto affari con tutti, ha corrotto — anche personalmente — un sacco … Leggi tutto la morte dei tiranni: Mu’ammar Gheddafi

LA MEMORIA LUNGA “Noi sappiamo che un uomo può leggere Goethe o Rilke la sera, che può suonare Bach e Schubert, e andare a fare la sua giornata di lavoro ad Auschwitz la mattina”. George Steiner

  LA MEMORIA LUNGA Informazione corretta: l’obiettivo di assicurare al pubblico un’informazione corretta su Israele 27 gennaio: il “giorno della memoria” , in ricordo degli ebrei e della Shoah Legge 20 luglio 2000, n. 211, “Istituzione del “Giorno della Memoria” 10 Febbraio: Il “giorno del ricordo”, in ricordo delle vittime delle foibe L’attore e regista Marco Ballerini  ha … Leggi tutto LA MEMORIA LUNGA “Noi sappiamo che un uomo può leggere Goethe o Rilke la sera, che può suonare Bach e Schubert, e andare a fare la sua giornata di lavoro ad Auschwitz la mattina”. George Steiner

LA MEMORIA BREVE: commemorazioni

“Commemorare non è vuota retorica e neppure sfogo di massa:  è difendersi dalla tentazione dell’oblio. E questo perchè non siamo nulla in assoluto.  Siamo soltanto ciò che siamo stati, meglio: ciò che ricordiamo di essere stati” Umberto Galimberti, Parole nomadi, Feltrinelli, 1994, p. 107 LA MEMORIA BREVE: commemorazioni Ricordi Non ci sono più … ma li … Leggi tutto LA MEMORIA BREVE: commemorazioni

Diario di un clima cattivo di Giampaolo Pansa Gli appunti del cronista nell’autunno-inverno 2009, in Il Riformista

un diario alla buona dell’autunno-inverno 2009. Alla fine di settembre, Tonino Di Pietro ci offre un’ennesima sceneggiata: si fa fotografare davanti a Montecitorio con la coppola in testa e le smorfie di un boss di Cosa nostra, per dire che in Parlamento ci sono troppi mafiosi. Negli stessi giorni, Eugenio Scalfari si fa intervistare dall’Espresso … Leggi tutto Diario di un clima cattivo di Giampaolo Pansa Gli appunti del cronista nell’autunno-inverno 2009, in Il Riformista

Il monastero della tortura

Dopo la rivoluzione russa molti edifici sacri furono adibiti a carceri e centri di repressione politica Una studiosa narra la storia del complesso di Santa Caterina, presso Moscadi Marta Dell'AstaPubblichiamo un brano tratto da «La dacia delle torture» di Marta Dell’Asta, articolo che compare sull’ultimo numero della rivista «La Nuova Europa», edita da Russia Cristiana … Leggi tutto Il monastero della tortura

Franco Ferrarotti, Il 68 quarant'anni dopo

Quarant'anni dopoAutore: Franco FerrarottiPrezzo: € 12,00: Il ’68 innova. Il terrorismo uccide. Ancora oggi i graffiti graffiano. Il potere che rifiuta di esercitarsi come potere viene attaccato come oppressione. Il ’68 non è legato al terrorismo. Gli è contiguo. Ha dato luogo ad una zona grigia, al “brodo sociale” in cui il terrorismo è cresciuto.Ma … Leggi tutto Franco Ferrarotti, Il 68 quarant'anni dopo

Herta Müller, Altalena del respiro, Feltrinelli, 2010

Letture per i neocomunisti italiani: centri sociali di sinistra: Bertinotti e Diliberto (i dissipatori dei governi Prodi), centri sociali antagonisti (!?!), simpatizzanti in pensione, cigiellini che hanno escluso dal loro sistema di tutele il lavoro frammentato dei giovani. Paolo FerrarioL'altalena del respiroDi notte, da sessant’anni, cerco di ricordarmi gli oggetti del Lager. Sono il contenuto … Leggi tutto Herta Müller, Altalena del respiro, Feltrinelli, 2010

Storia delle foibe, La Storia siamo noi

Le foibe sono cavità carsiche di origine naturale con un ingresso a strapiombo. È in quelle voragini dell’Istria che fra il 1943 e il 1947 sono gettati, vivi e morti, quasi diecimila italiani.La prima ondata di violenza esplode subito dopo la firma dell’armistizio dell’8 settembre 1943: in Istria e in Dalmazia i partigiani slavi si … Leggi tutto Storia delle foibe, La Storia siamo noi

Nascita nel 1948 di uno Stato Ebraico … il Presidente del consiglio Silvio Berlusconi alla Knesset, il Parlamento d'Israele, 3 febbraio 2010

L'amicizia dell'Italia per Israele è franca, aperta e reciproca, non è solo vicinanza verbale, non è solo diplomazia, è un moto dell'anima e viene dal cuore (...) Questo Parlamento rappresenta la più straordinaria vicenda del Novecento. Questo Parlamento testimonia la nascita nel 1948 di uno Stato Ebraico, libero e democratico che raccolse finalmente, dopo l'orrenda … Leggi tutto Nascita nel 1948 di uno Stato Ebraico … il Presidente del consiglio Silvio Berlusconi alla Knesset, il Parlamento d'Israele, 3 febbraio 2010

Elie Wiesel – Premio Nobel per la pace, Intervento per la celebrazione del Giorno della Memoria, Aula di Montecitorio, 27 Gennaio 2010

Elie Wiesel – Premio Nobel per la pace, Intervento per la celebrazione del Giorno della Memoria, Aula di Montecitorio, 27 Gennaio 2010, Resoconto stenografica a cura della Camera dei Deputati Blogged with the Flock Browser

I nazisti si schierarono con i palestinesi, con i musulmani del Caucaso ecc. E soprattutto i palestinesi si schierarono con loro e non hanno mai smesso di tradurre e leggere Mein Kampf.

..... per quanto riguarda la sinistra estrema, non si tratta in sostanza di quanto vanno dicendo da sempre i vari "Manifesto" "Unità", "Liberazione", "Terra" e altri giornalucoli per cui Israele starebbe commettendo crimini di guerra e atrocità a vagonate contro i poveri palestinesi innocenti? Non è quello che strillano i Comunisti Italiani del Piemonte che … Leggi tutto I nazisti si schierarono con i palestinesi, con i musulmani del Caucaso ecc. E soprattutto i palestinesi si schierarono con loro e non hanno mai smesso di tradurre e leggere Mein Kampf.

8 Settembre: le mie radici civiche

Questo albero di grande maestosità e bellezza è in un giardino condominiale di Albavilla, in provincia di Como. Col tempo è’ diventato un simbolo naturale che mi parla con sapienza dell’importanza delle radici personali intrecciate a quelle civiche. Col tempo è’ diventato un simbolo naturale che mi parla con sapienza dell’importanza delle radici personali intrecciate … Leggi tutto 8 Settembre: le mie radici civiche

Una sola storia e due memorie: leggendo Sergio Luzzatto

Si dice: guardiamo al futuro e sul passato si faccia ricerca storica. Diciamo che è necessario e realistico. La politica funziona così: loro hanno il potere e loro dovranno provare a fare gli statisti. Vorrei, tuttavia, sottrarmi alla litania della "memoria condivisa" su cui blaterano i post-fascisti. Lo "loro" memoria non sarà mai la mia … Leggi tutto Una sola storia e due memorie: leggendo Sergio Luzzatto

Brianzolitudine sul 25 aprile

Brianza Achtung Banditen! Questa piazza Arturo De-Capitani, luogo più centrale del mio paese natio, è dedicata a un uomo che prese parte (pur minore) coi partigiani locali alla guerra contro gli ariani nazisti, alla Liberazione: arnese ignoto ormai oggi, quasi un cinese episodio d’altri tempi lontani, non più nostra devastata memoria; morì il ventisei aprile … Leggi tutto Brianzolitudine sul 25 aprile

Spunti da JazzFromItaly sull’Essere in situazione

Essere in situazione. Che cosa vuol dire "essere in situazione"? Ecco, essere in situazione - per me, MA ANCHE per gli altri - vuol dire esserci come INDIVIDUO singolo (materialmente costituito di corpo e pulsioni e geneticamente programmato a stabilire relazioni) che ha appreso - durante l'infanzia/adolescenza/età adulta/transizione alla vecchiaia - norme e valori dalla CULTURA che mi è … Leggi tutto Spunti da JazzFromItaly sull’Essere in situazione

la miseria personale ed etica del brigatista rosso valerio morucci e la grandezza umana e politica di ALDO MORO: la telefonata che anticipa l’assassinio, quella dopo l’assassinio e le lettere prima della morte, 16 marzo 2008

Telefonata di Valerio Morucci al professor Franco Tritto, amico di Moro. "E' il professor Franco Tritto?" Chi parla?" Il dottor Nicolai." Chi, Nicolai?" È lei il professor Franco Tritto?" "Sì, ma io voglio sapere chi parla. " "Brigate rosse. Ha capito?" "Sì." "Adempiamo alle ultime volontà del presidente comunicando alla famiglia dove potrà trovare il … Leggi tutto la miseria personale ed etica del brigatista rosso valerio morucci e la grandezza umana e politica di ALDO MORO: la telefonata che anticipa l’assassinio, quella dopo l’assassinio e le lettere prima della morte, 16 marzo 2008

Mario Calabresi, Spingendo la notte più in là

In tema di terrorismo e memoria delle vittime Questa sera su RaiTre alle ore 21 Speciale Ballarò propone lo spettacolo teatrale  “Passa una vela…spingendo la notte più in là” regia di Luca Zingaretti, tenutosi il 6 dicembre 2007 nella sala Santa Cecilia dell’Auditorium di Roma. Trasmissione di valore. Ha avuto origine dall'attore Luca Zingaretti che, emozionalmente preso … Leggi tutto Mario Calabresi, Spingendo la notte più in là

leggendo il libro Mario Calabresi, Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo, Mondadori, 2007

La lettura del libro Mario Calabresi, Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo, Mondadori, 2007, p. 130, se appena si fa agire un pochino il principio della intermittenza del cuore,  suscita tanta commozione, ma subito dopo ha un benefico potere curativo. Innanzitutto cura i sopravvissuti ai … Leggi tutto leggendo il libro Mario Calabresi, Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo, Mondadori, 2007

11 settembre 2001 – 11 settembre 2007

11 settembre 2001 Ricorre il sesto anno dall'attacco del terrorismo islamico alle torri gemelle di New York. Con la distruzione , assieme alle persone, di uno skyline simbolico dell’immaginario culturale del Novecento. Per me ha contato molto quanto scrisse, quasi in tempo reale,Oriana Fallaci. Dalla sua indagine giornalistica ho appreso ciò mi serviva ad orientarmi … Leggi tutto 11 settembre 2001 – 11 settembre 2007

Zvi Kolitz, Yossl Rakover si rivolge a Dio, Adelphi, 2003 interpretato da Marco Ballerini in occasione del Giorno della Memoria e del Giorno del Ricordo Biblioteca di Veniano (CO), domenica 12 febbraio 2006 ore 17

Zvi Kolitz, Yossl Rakover si rivolge a Dio, Adelphi, 2003 interpretato da Marco Ballerini in occasione del Giorno della Memoria e del Giorno del Ricordo Biblioteca di Veniano (CO), domenica 12 febbraio 2006 ore 17 Cari lettori, riflettevo sul fatto che l’odierna giovane generazione potrebbe essere l’ultima ad avere l’opportunità di stabilire una relazione diretta con chi … Leggi tutto Zvi Kolitz, Yossl Rakover si rivolge a Dio, Adelphi, 2003 interpretato da Marco Ballerini in occasione del Giorno della Memoria e del Giorno del Ricordo Biblioteca di Veniano (CO), domenica 12 febbraio 2006 ore 17