Agenda della politica italiana, 9 ottobre 1998: Romano PRODI, Da bertinotti a renzi, a sinistra gli scissionisti finiscono male, in Domani 16 settembre 2021 (dal libro  Strana vita, la mia, Solferino, 2021)

Mappeser.com: mappe nel sistema dei servizi

  • Nel suo nuovo libro Prodi torna sulle ambizioni personali del leader di Rifondazione che hanno ucciso l’Unione: «Devo attribuire una responsabilità enorme a chi ha voluto questa rottura. Perdemmo la nostra credibilità».
  • Nella sua avventura politica, il Professore si ostina a imbarcare la sinistra radicale per due volte, seppure con formule diverse. Prima con la desistenza, poi con una vera alleanza. Perché senza non è possibile governare, ma in due governi appunto, quella sinistra lo affossa.
  • E al termine dell’esperienza dell’Unione ne dichiara apertamente «il fallimento»: «Quello di Prodi è il miglior governo morente». Parole che compromettono ogni rapporto. «Le ambizioni personali di Bertinotti rovinarono tutto. Non si sentiva protagonista, evidentemente. Poi si è perso, gli scissionisti sono sempre destinati a scomparire. Vedo che sta capitando anche a Renzi».

articolo letto in edizione cartacea

cerca in

https://www.editorialedomani.it/politica/italia/da-bertinotti-a-renzi-a-sinistra-gli-scissionisti-finiscono-male-k5wket14

…. Quindi: 312 voti favorevoli e 313 contrari. La prima crisi consacrata in Aula della storia…

View original post 163 altre parole

mi ricordo il senatore LUCIANO FORNI (1935-2020)

con il senatore LUCIANO FORNI (1985-2020), nel 1987 qui nel 1987 alla presentazione del libro: https://mappeser.com/2020/05/10/paolo-ferrario-politica-dei-servizi-sociali-strutture-trasformazioni-legislazione-carocci-faber-prima-edizione-1987-poi-ripubblicato-in-una-completa-riscrittura-nel-2001-indice-del-libro/ scrive franco gerosa caro Paolo ho dei ricordi cari e importanti legati alla tua persona e al lavoro intellettuale e politico che abbiamo fatto insieme. E'stato sempre uno scambio libero di saperi e di opinioni non limitato dalla appartenenza … Leggi tutto mi ricordo il senatore LUCIANO FORNI (1935-2020)

” È un Paese così diviso, l’Italia. Così fazioso, così avvelenato dalle sue meschinerie tribali! …”, Oriana Fallaci, in La Rabbia e l’Orgoglio

"È un Paese così diviso, l’Italia. Così fazioso, così avvelenato dalle sue meschinerie tribali! Si odiano anche all’interno dei partiti, in Italia. Non riescono a stare insieme nemmeno quando hanno lo stesso emblema, lo stesso distintivo. Gelosi, biliosi, vanitosi, piccini, non pensano che ai propri interessi personali. Non si preoccupano che per la propria carrieruccia, … Leggi tutto ” È un Paese così diviso, l’Italia. Così fazioso, così avvelenato dalle sue meschinerie tribali! …”, Oriana Fallaci, in La Rabbia e l’Orgoglio

tipi di PARTECIPAZIONE POLITICA per intensità di impegno

tipi di PARTECIPAZIONE POLITICA per intensità di impegno: - il SIMPATIZZANTE - l'ELETTORE - l'ISCRITTO al partito - il MILITANTE di partito - il DIRIGENTE - l'ELETTO nelle istituzioni Per favorire il rapporto con i primi due (simpatizzanti ed elettori) occorrerebbe un impegno attivo e intelligente degli ultimi tre (militanti; dirigenti; eletti) Come? Ad esempio … Leggi tutto tipi di PARTECIPAZIONE POLITICA per intensità di impegno

l'”ASSASSINIO DI PERSONALITA'”: “CHARACTER ASSASSINATION” | The Art of Defamation Througout the Ages (arte della diffamazione nel corso dei secoli)

Mappeser.com: mappe nel sistema dei servizi

“L’assassinio di personaggi è un processo deliberato e sostenuto che mira a distruggere la credibilità e la reputazione di una persona, istituzione, gruppo sociale o nazione.

L’assassinio di personaggi è un danno deliberato della reputazione di un individuo.

Le vittime più importanti dell’assassinio di personaggi sono leader politici, funzionari, celebrità, scienziati, atleti e altri personaggi pubblici. I “personaggi assassini” prendono di mira vite private, comportamenti, valori e identità di altre persone. I loro dettagli biografici sono alterati o fabbricati.

Le caratteristiche intime diventano pubbliche. I risultati sono messi in discussione. Le buone intenzioni sono messe in dubbio. Usando esagerazioni, scherno, accuse, bugie, insinuazioni e calunnie, gli aggressori cercano di ferire le loro vittime moralmente ed emotivamente agli occhi dell’opinione pubblica.

Agenti di omicidi di carattere impiegano un misto di metodi aperti e segreti per raggiungere i loro obiettivi, come sollevare false accuse, seminare e alimentare voci e manipolare informazioni

“La…

View original post 1.028 altre parole

il ragionamento “togliattiano” di Giuliano Ferrara, L’anno bellissimo del monocolore del Bisconte. Analisi logica, in Il Foglio 14 agosto 2019

il ragionamento "togliattiano di Giuliano Ferrara, L’anno bellissimo del monocolore del Bisconte. Analisi logica, in Il Foglio 14 agosto 2019 - i grillozzi hanno vinto le elezioni politiche con il 32 % - il truce ha il 17 % - bisconte faccia un monocolore con i grillozzi - il PD (secondo arrivato alle urne del … Leggi tutto il ragionamento “togliattiano” di Giuliano Ferrara, L’anno bellissimo del monocolore del Bisconte. Analisi logica, in Il Foglio 14 agosto 2019

Mobilitarsi per una destra non truce – di Claudio Cerasa, in Il Foglio 3/4 agosto 2019

Il partito di Emmanuel Macron, partendo dal nulla, è arrivato da zero a ventiquattro punti percentuali nel giro di un anno, tra il 6 aprile del 2016 e il 9 maggio del 2017. I Verdi tedeschi, ripartendo quasi da zero, sono arrivati nel giro di due anni dall’8,9 per cento conquistato alle elezioni federali del … Leggi tutto Mobilitarsi per una destra non truce – di Claudio Cerasa, in Il Foglio 3/4 agosto 2019

Roberto Giachetti, tra Pd e M5s non ci possono essere intese … – in Il Foglio 23 luglio 2019

vai a: No caro Franceschini, tra Pd e M5s non ci possono essere intese - Il Foglio scrive tramite facebook Sebastiano Dell'Albani Il PD è ridotto male perché al suo interno non esiste una linea politica forte e condivisa sulle riforme strutturali da portare avanti e che sono indispensabili per l'Italia, per l'Europa e persino … Leggi tutto Roberto Giachetti, tra Pd e M5s non ci possono essere intese … – in Il Foglio 23 luglio 2019

AUDIO dell’intervento di ROBERTO GIACHETTI, candidato alla carica di Segretario Nazionale del Partito Democratico, 3 febbraio 2019. #sempreavanti

ASCOLTA L'AUDIO dell'intervento di ROBERTO GIACHETTI ... “Io vorrei che tra noi ci dicessimo una cosa chiara, il momento del Congresso non è il momento dell’unità, ma quello in cui devono emergere le nostre diversità. Se non ci fossero posizioni diverse ci sarebbe un solo candidato. L’unità ci deve essere dopo il Congresso, una volta … Leggi tutto AUDIO dell’intervento di ROBERTO GIACHETTI, candidato alla carica di Segretario Nazionale del Partito Democratico, 3 febbraio 2019. #sempreavanti

CARTE COMUNISTE – Storie di donne e uomini di Como e del suo territorio, VENERDI’ 16 NOVEMBRE 2018, ore 18.00  presso la Pinacoteca Civica di via Diaz, 84 a Como

CARTE COMUNISTE - Storie di donne e uomini di Como e del suo territorio presentazione pubblica conclusiva del progetto di riordino e inventariazione informatizzata dell'archivio del Partito Comunista - Federazione di Como (poi PDS e DS) finanziato da Fondazione Avvenire tramite un bando di Regione Lombardia, con la partecipazione DI 'Istituto di Storia Contemporanea Pier Amato Perretta di Como … Leggi tutto CARTE COMUNISTE – Storie di donne e uomini di Como e del suo territorio, VENERDI’ 16 NOVEMBRE 2018, ore 18.00  presso la Pinacoteca Civica di via Diaz, 84 a Como

Antonio Spallino 1925-2018) è stato ed E’ un grande

  Stile è riuscire a portare bene un peso assegnato. Significa reggere tale peso tentando di utilizzare in maniera concentrata tutte le energie disponibili, anche e soprattutto quelle minime. Stile è quell’obbligo morale che dovremmo imporci per essere all’altezza delle situazioni e delle attese. Stile è la capacità di comprendere e agire con equilibrio, adattando … Leggi tutto Antonio Spallino 1925-2018) è stato ed E’ un grande

CREDEVO di essermi iscritto al PD Partito Democratico. In questi mesi (referendum sulla riforma costituzionale 4 dicembre 2016) scopro che c’è un ALTRO PD: il PD2 (di d’alema, bersani e altri), 7 dicembre 2016

Quando nel 2014 (dopo una lunga militanza nel Pci/Pds/Ds) mi sono iscritto al PD Partito Democratico CREDEVO di essermi iscritto al PD Partito Democratico in questi mesi (referendum sulla riforma costituzionale 4 dicembre 2016) scopro che c'è un ALTRO PD il PD2 (di d'alema, bersani e altri) Questo mette fortemente in crisi quella decisione. Tutto … Leggi tutto CREDEVO di essermi iscritto al PD Partito Democratico. In questi mesi (referendum sulla riforma costituzionale 4 dicembre 2016) scopro che c’è un ALTRO PD: il PD2 (di d’alema, bersani e altri), 7 dicembre 2016

Psicoanalisi e politica, MASSIMO RECALCATI “quando guardo la sinistra del no non posso non vedere tre grandi sintomi: CONSERVATORISMO, FASCINAZIONE MASOCHISTICA per il no e sintomo del PATERNALISMO”. intervento alla #leopolda7, 6 novembre 2016

VAI ALL’AUDIO:

https://mappeser.com/2016/11/06/massimo-recalcati-quando-guardo-la-sinistra-del-no-non-posso-non-vedere-tre-grandi-sintomi-conservatorismo-fascinazione-masochistica-per-il-no-e-sintomo-del-paternalismo-alla-leopolda7-6-novem/

ALCUNI ESTRATTI:

“sono il padre di Telemaco. Il padre adottivo di Telemaco”

“Telemaco è l’immagine del figlio giusto”

“essere un figlio significa saper ereditare”

“per ereditare occorre riconquistare il passato”

“è innovando che si rimane fedeli ai principi del passato”

“il no della sinistra interpreta la fedeltà come rapporto di venerazione della conservazione immobile”

“il cambiamento genera angoscia. E piuttosto di passare dal guado stretto dell’angoscia è meglio conservare quello che c’è”

“Matteo Renzi doveva essere ucciso nella culla. E ci hanno provato”

“Il cambiamento genera angoscia. Il cambiamento destabilizza. Il cambiamento allarga gli orizzonti. Il cambiamento impone il viaggio di Telemaco. Il cambiamento impone che non dobbiamo rimanere ad aspettare il ritorno del padre”

“Berlinguer ci ha insegnato che se l’uomo di sinistra resta solo un uomo di lotta e non riesce anche ad essere uomo di governo, si finisce per cadere nella pietrificazione del masochismo del no, del godimento della distruzione”

“L’anima affascinante del riformismo è la capacità di costruzione della visione e del progresso”

“L’insopportabile corteo dei padri che non sanno imparare dai figli”

“La saccenza più l’impotenza uguale al paternalismo”

“C’è un odio per la giovinezza … bisogna dare fiducia ai figli”

“La giovinezza si conquista evocando il sogno e nel non avere paura di evocare il sogno”

 

Mappeser.com: mappe nel sistema dei servizi

AUDIO


cwkxxrhxeayaqje

View original post

Il 1948 a Como e quel “Palazzo Elettorale” simbolo di un ventennio da dimenticare, da QTime

questa foto dell’ormai ex Casa del Fascio, utilizzata per la propaganda elettorale come un qualsiasi muro dove incollare i manifesti dei maggiori partiti di allora: la DC, il Pci, il Psi. Chiaro che nel 1948, visto  cosa aveva rappresentato quell’edificio fino a pochi anni prima, nessuno si facesse alcun tipo di problema sul valore architettonico di una … Leggi tutto Il 1948 a Como e quel “Palazzo Elettorale” simbolo di un ventennio da dimenticare, da QTime

PUTIN, l’amico fraterno del frequentatore di minorenni BERLUSCONI, per ora invade la Crimea e mira a provocare una guerra civile in Ucraina

PUTIN, l'amico fraterno del frequentatore di minorenni BERLUSCONI, per ora invade la Crimea e mira a provocare una guerra civile in Ucraina. Per non dimenticare queste immagini 13 ore fa · Modificato

il “cupio dissolvi” del PD, partito Democratico, 13 febbraio 2014

"Cupio dissolvi": "bramo essere distrutto". L'espressione è di San Paolo e viene usata per definire la cupa volontà di autoannullamento dalla quale sono travolte alcune persone nei momenti di profonda disperazione Oggi pomeriggio si riunisce la direzione del Pd, nella quale all'ordine del giorno c'è il punto se sfiduciare il Governo Letta/Napolitano per sostituirlo con … Leggi tutto il “cupio dissolvi” del PD, partito Democratico, 13 febbraio 2014

Coloro che attaccano il Governo Monti/NAPOLITANO sono come malati di cancro che se la prendono con Umberto Veronesi

Chi attacca frontalmente il Governo Monti/NAPOLITANO (come i camussosauri dei cgiellini della Camusso, e l’Italia dei valori di Di Pietro e Scilipoti)) o subdolamente (i vari peones delle due opposizioni italiane) si comporta come se un malato di cancro se la prendesse con Umberto Veronesi che gli sta dando l’occasione e per curarsi. Il sistema … Leggi tutto Coloro che attaccano il Governo Monti/NAPOLITANO sono come malati di cancro che se la prendono con Umberto Veronesi

Elezioni comunali 2012: umori di voto

Impossibile, per me, votare una lista con inclusa la sigla “SEL” (sinistra, ecologia, libertà), perchè costoro hanno mandato a puttane per due volte i governi Prodi. Possibile, invece, votare una lista civica che attenui la corruzione della destra e la prepotenza dell’ultrasinistra. Ossia che attenui i vizi degli speculari estremismi repliche ad alcune email: come … Leggi tutto Elezioni comunali 2012: umori di voto

La nave Costa Concordia, ferita ed inclinata verso il precipizio, e i feroci oppositori del Governo Monti/Napolitano, di Paolo Ferrario « POLITICA DEI SERVIZI SOCIALI

L’immagine della nave Costa Concordia ferita ed inclinata verso il precipizio è la perfetta e drammaticamente vera metafora dell’Italia sull’orlo del baratro. E quindi è la rappresentazione visiva delle tragiche responsabilità che si stanno assumendo Lega Nord di Maroni e Bossi, Cgil di Camusso e altri sindacati, IDV (italia dei suoi valori) di Di Pietro … Leggi tutto La nave Costa Concordia, ferita ed inclinata verso il precipizio, e i feroci oppositori del Governo Monti/Napolitano, di Paolo Ferrario « POLITICA DEI SERVIZI SOCIALI

Diario di un clima cattivo di Giampaolo Pansa Gli appunti del cronista nell’autunno-inverno 2009, in Il Riformista

un diario alla buona dell’autunno-inverno 2009. Alla fine di settembre, Tonino Di Pietro ci offre un’ennesima sceneggiata: si fa fotografare davanti a Montecitorio con la coppola in testa e le smorfie di un boss di Cosa nostra, per dire che in Parlamento ci sono troppi mafiosi. Negli stessi giorni, Eugenio Scalfari si fa intervistare dall’Espresso … Leggi tutto Diario di un clima cattivo di Giampaolo Pansa Gli appunti del cronista nell’autunno-inverno 2009, in Il Riformista

Motivi per NON VOTARE PIU' PD: "Ferrero e Diliberto? Nessun accordo siglato" Ma nel Pd è allarme

Corriere della Sera - "Ferrero e Diliberto? Nessun accordo siglato" Ma nel Pd è allarme intervista a Paolo Ferrero di rifondazione comunista: Perché ha pensato di affidare un ruolo all’ex brigatista Francesco Piccioni? “Piccioni è un amico, l’ho conosciuto dopo che è uscito di galera quando già faceva il giornalista al Manifesto. E’ uno che … Leggi tutto Motivi per NON VOTARE PIU' PD: "Ferrero e Diliberto? Nessun accordo siglato" Ma nel Pd è allarme

Le due destre della politica italiana: Gianfranco Fini, Relazione di Mirabello, 5 settembre 2010

  Nella teoria delle agende politiche sono di rilievo le date periodizzanti. E’ probabile che la data del 5 settembre 2010 segni l’inizio del declino del berlusconismo, iniziato nel 1994. Se così sarà, il dato politico è che non è stata la Sinistra (che per due volte – 1998 e 2006 – ha fatto fallire la prospettiva … Leggi tutto Le due destre della politica italiana: Gianfranco Fini, Relazione di Mirabello, 5 settembre 2010

Diventa anche tu leghista con l’ipnosi, Allegato a Cuore n. 143 del 4 dicembre 1993

Ascoltando questo documento audio sembra che il tempo politico della cosiddetta “seconda Repubblica” si sia fermato. Gli stessi temi … Le spesse persone … Prova a sentire questi 11 minuti di ipnosi: Diventa anche tu leghista con l’ipnosi, 1993, 11 minuti Scarica Diventa anche tu leghista con l’ipnosi.Mp3 tratto da: Diventa anche tu leghista con … Leggi tutto Diventa anche tu leghista con l’ipnosi, Allegato a Cuore n. 143 del 4 dicembre 1993

Michele Ainis, Italia ferma nell'ingorgo degli "ex" – LASTAMPA.it

La politica italiana trabocca di questi pluridecorati, perennemente a caccia di trofei per rimpolpare il proprio medagliere. E non c’è troppa differenza fra sinistra e destra, fra estremisti e moderati. Pensateci: con chi deve vedersela tutti i santi giorni il segretario del Pd Bersani? Con gli ex segretari D’Alema, Franceschini, Veltroni. Tutti lì, ancora e … Leggi tutto Michele Ainis, Italia ferma nell'ingorgo degli "ex" – LASTAMPA.it

Il documento programmatico | VERSO NORD

Le donne e gli uomini che sottoscrivono questo manifesto intendono promuovere la nascita dell’iniziativa politica denominata “Verso Nord – un’Italia più vicina all’Europa”, capace di raccogliere il consenso necessario a far uscire l’Italia dalla contrapposizione improduttiva degli attuali schieramenti e imporre finalmente i tempi dell’”Agenda delle riforme”, unica vera priorità per uscire dalla recessione economica … Leggi tutto Il documento programmatico | VERSO NORD