Cosa è il Parco la Goccia, Milano/Bovisa

LUOGHI del LARIO e oltre ...

Èun luogo nascosto e segreto, grande quasi come il Parco Sempione, ricco di più di 2000 alberi preziosi (platani, frassini, pioppi neri, tigli, iperici, bagolari, paulownie, phitolacche) e di animali selvatici che vi hanno trovato rifugio (uccelli tra cui il gufo reale, ricci e volpi).

vai a

Cosa è | Parco la Goccia Milano

https://www.parcogoccia.com/dove-e/

View original post

MARIA LAI. Il tempo dell’incalcolabile — M77 Gallery Official Website. Visita alla mostra, 19/3/22

MARIA LAI. Il tempo dell’incalcolabile2021-10-25 / 2022-04-03M77 presenta, da martedì 26 ottobre 2021, Il tempo dell’incalcolabile, progetto espositivo dedicato all’artista Maria Lai

vai al sito della galleria

MARIA LAI. Il tempo dell’incalcolabile — M77 Gallery Official Website
ciao cara ***,
…, ti avrei invitata a vedere una mostra particolare di Maria Lai, espressione dell’arte relazionale e dei libri cuciti.
Me l’aveva segnalata una mia amica innamorata di quest’artista sarda e così ieri sono andata con lei a milano a vedere un’inedito della Lai “Legarsi alle montagne” nonchè l’illustrazione cucita di una fiaba.
Poi, tornata a casa, sono andata a cercare altri particolari e ho trovato questo video su youtube (sono tre, ma io sono partita da quello di mezzo per completarlo con i mancanti successivamente):
 
 
L’ho trovata affascinante e mi sei venuta in mente, primo perchè se dovessi immaginarti tra 20anni ti penserei così, con la dolcezza nel viso e nel sorriso, secondo perchè anche tu sei un’artista dell’uso di stoffe, lane, fili e magari questa visone dà lo stesso effetto di serenità che ha dato a me.
La mostra era in Via Mecenate, poco prima credo del Monzino, e così abbiamo anche guardato nei dintorni questo strano panorama di fabbrica dismessa alla billy elliot inglese, dove si trova anche la sede rai. Milano è proprio una città da scoprire anche nei luoghi più periferici e anonimi.
 

Saibene Alberto, Milano fine Novecento. Storia, luoghi e personaggi di una città che non c’è più, Edizione Casagrande, Bellinzona, 2021. Fotografie di Carla Cerati. Indice del libro

vai a una scheda:

https://www.illibraio.it/libri/saibene-alberto-milano-fine-novecento-storie-luoghi-e-personaggi-di-una-citta-che-non-ce-piu-9788877139221/

A partire da una passeggiata tra le strade di Milano nel giorno di Pasqua del 2020, Alberto Saibene, storico della cultura ed editore, ripercorre, alla luce di quello che sembra ormai un congedo definitivo dal Novecento, la stagione culturale della “Milano moderna” nei tre decenni che seguirono la fine della Seconda guerra mondiale. Sono gli anni in cui sono cresciuti i suoi genitori, figli a loro volta di genitori milanesi, e che, nell’ultima parte, corrispondono alla sua infanzia e adolescenza. Un libro dedicato a Milano, alle storie e ai personaggi che l’hanno resa grande.

Andrea Kerbaker, MILANO in 10 passeggiate, Rizzoli/Bur, 2021

vai alla scheda dell’editore:

Milano, la città d’Italia forse meno simile a tutte le altre, con un’identità e un paesaggio unici e a volte poco compresi. Eppure, anche le vie, i palazzi e le panchine di Milano raccontano storie importantissime, a volte lunghe secoli, a volte recenti ma fondamentali per la storia del Paese.

Non solo il Duomo o il Cimitero Monumentale, ma ogni piazza, chiesa, viuzza nascosta, portico e perfino lapide a Milano ha una vicenda, magari dimenticata, che vale la pena conoscere e raccontare. Fra le strade della grande città crocevia riecheggiano voci e passi di personaggi straordinari, come Sant’Ambrogio, Alessandro Manzoni, Carlo Emilio Gadda e Umberto Eco, che hanno contribuito a far prosperare il capoluogo lombardo con la loro vita e le loro opere.

In un libro che racconta le grandi storie della città, ma che allo stesso tempo propone itinerari veri e percorribili a piedi con facilità, Andrea Kerbaker ci guida con il passo sapiente e sicuro di chi la sua città la scopre giorno per giorno da tutta una vita, ma anche la leggerezza di chi ama Milano conoscendone i difetti e i tic, e forse la ama anche per questo.

Il risultato sono dieci personali e raffinati itinerari da fare a piedi – o con la mente – attraverso una storia palpitante di più di 2000 anni, fino ai giorni nostri.

Una passeggiata unica, divertente e informativa, dentro e fuori la lettura. Per viaggiare dalla poltrona, e per tornare a viaggiare davvero.

Una passeggiata nell’Italia dell’anima, di Eliana Di Caro, Il Sole 24 ore domenica 6 giugno 2021. Recensione di: Nanni Delbecchi, Quattro passeggiate. Lucca, Milano, Roma, Venezia, Alberti editore, 2021

letto in edizione cartacea

cerca in:

https://argomenti.ilsole24ore.com/eliana-caro.html

vai alla scheda dll’ediore:

https://www.aliberticompagniaeditoriale.it/libro/9788893233811

Il Cimitero monumentale di Milano. Itinerari artistici e culturali di Carla De Bernardi e Lalla Fumagalli (Hoepli)

in libreria Il Cimitero monumentale di Milano. Itinerari artistici e culturali di Carla De Bernardi e Lalla Fumagalli (Hoepli). Paola D’Amico sul Corriere della Sera: «Ospita le opere di Medardo Rosso e Giannino Castiglioni, di Gio Ponti e Giacomo Manzù, di Alik Cavaliere e Piero Portaluppi. E tanti altri ancora. Che il Cimitero realizzato su progetto di Carlo Maciachini nel 1866 per la città di Milano sia per definizione un museo a cielo aperto famoso in tutto il mondo è cosa nota. Inedito è invece il racconto tematico che ne viene fatto per la prima volta grazie al libro Il Cimitero monumentale di Milano. Itinerari artistici e culturali (Editore Ulrico Hoepli, pagine 216, € 19,90) di Carla De Bernardi e Lalla Fumagalli, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Associazione Amici del Monumentale. Il volume […] racconta di angeli e Ultime cene, deposizioni e fanciulli, musicisti e scrittori, e lo fa proponendo dieci coinvolgenti “passeggiate” (di due ore ciascuna) che prendono per mano il visitatore con mappe accuratissime e la riproduzione fotografica delle opere, svelando un Monumentale ancora sconosciuto attraverso quasi due secoli di storia dell’arte e del costume. Dopo la prima passeggiata generale, che tocca in 31 tappe alcuni dei capolavori custoditi in questa “piccola città” – come il globo di bronzo realizzato per la famiglia Goglio da Arnaldo Pomodoro o le sei statue di Giacomo Manzù per l’edicola Motta o la Nike del fondatore del Movimento spazialista Lucio Fontana per Paolo Chinelli –, ne seguono altre nove raggruppate in tre sezioni. La prima, “passeggiate nell’aldilà”, parla di anime, amore e angeli. La seconda è un tuffo nel “costume” del tempo attraverso la rappresentazione di bambini e fanciulli morti troppo presto, di genitori e figli, e della moda. Infine, ecco la storia vista attraverso i “protagonisti” che hanno fatto grande Milano: musicisti, editori e donne indimenticabili. Merito del volume, va detto, è l’accurata ricerca storica che ha permesso di attribuire una paternità certa a molte opere. […] “Amori eterni” […] è la passeggiata che porta ad ammirare i monumenti nei quali l’amore è celebrato in tutte le sue forme e permette di scoprire storie avvincenti, passate o recenti, cariche di passione e di bellezza. E così, congelati nel marmo o nel bronzo, ecco ultimi abbracci e struggenti commiati. Dolcissimo quello tra Giovanni Vittadini e Amalia Beretta, con uno sguardo senza fine; oppure il grande amore tra il fondatore del Partito socialista Filippo Turati e la rivoluzionaria Anna Kuliscioff, la dottora dei poveri: “Un masso erratico, con i nomi incisi a punteruolo – spiega la guida – e ricoperto di edera, simbolo di fedeltà, è la loro ultima dimora”».

Esperienze di vita nei giorni del silenzio. La Bicocca al tempo del Coronavirus, a cura di Giampaolo Nuvolati, Nomos edizioni, 2020 – da MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

vai a

Esperienze di vita nei giorni del silenzio. La Bicocca al tempo del Coronavirus, a cura di Giampaolo Nuvolati, Nomos edizioni, 2020 – MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

GARZONIO Marco, Prefazione di Giuliano Pisapia, La città che sale. MILANO da tangentopoli al post Expo, passando per il Covid, in attesa delle Olimpiadi, nel ricordo di Carlo Maria Martini, San Paolo edizioni, 2021 – da MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

GARZONIO Marco, Prefazione di Giuliano Pisapia, La città che sale. MILANO da tangentopoli al post Expo, passando per il Covid, in attesa delle Olimpiadi, nel ricordo di Carlo Maria Martini, San Paolo edizioni, 2021

vai a:

GARZONIO Marco, Prefazione di Giuliano Pisapia, La città che sale. MILANO da tangentopoli al post Expo, passando per il Covid, in attesa delle Olimpiadi, nel ricordo di Carlo Maria Martini, San Paolo edizioni, 2021 – MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Apre alla Kasa dei Libri di Milano la mostra «Milano. Storie di Città», giu 2020

Apre alla Kasa dei Libri di Milano la mostra «Milano. Storie di Città» (fino al 3 luglio). Lucia Landoni su la Repubblica: «Le persone, i luoghi e la storia di Milano raccontati attraverso gli scatti pubblicati sulla rivista Città tra il 1997 e il 2002. […] L’obiettivo degli organizzatori è quello di riproporre “una Milano viva e in fermento che ci auguriamo possa essere di buon auspicio per il prossimo futuro”. Le immagini esposte spaziano da episodi di vita quotidiana ai volti dei personaggi che in vari ambiti hanno reso grande la città, da Dino Buzzati a Umberto Veronesi, da Riccardo Muti a Dario Fo. “C’è stato un momento in cui Milano, come oggi, doveva ripartire. Eravamo nel ’97, la bufera di Tangentopoli si era quietata e tutto il tessuto cittadino sentiva la voglia e il desiderio di scrollarsela di dosso – spiegano dalla Kasa dei Libri –. È così che per iniziativa di tre grandi milanesi di allora, Guido Vergani (direttore), Emilio Tadini e Carlo Orsi, nasce Città: dieci numeri più uno speciale, usciti dal ’97 al 2002, per raccontare Milano grazie al contributo di maestri dell’obiettivo come Gabriele Basilico, Mario De Biasi, Fabrizio Ferri e Andrea Micheli e a grandi firme”»

mi ricordo la vacanzina di 24 ore per BENJAMIN CLEMENTINE, Milano 18/19 novembre 2015

  • Treno: 14 e 46 dalla stazione di San Giovanni
  • arrivo alla stazione  Porta Garibaldi di Milano, ore 14 e 51

le linee metropolitane:

biglirtto2275

la Porta Nuova, Piazza Gae Aulenti, Pavilion Unicredit

  • in metro linea verde fino alla Stazione Porta Genova
  • Alzaia Naviglio Grande e Alzaia Naviglio Pavese
  • Via Ascanio Sforza: Hotel Mercurio

DSCN4077 (FILEminimizer)

  • Shopping in Corso Genova fino in Via Torino
  • Antica Pizzeria in Corso San Gottardo
  • Auditorium Fondazione Cariplo di Largo Mahler/Corso San Gottardo

Concerto, vai al seguente link:

BENJAMIN CLEMENTINE a Milano, Auditorium Fondazione Cariplo, 18 novembre 2015

biglirtto2277

  • Notte all’Hotel Mercurio

mercurio2279

Alzaia Naviglio Pavese:

  • Metro linea Verde da Romolo a Loreto
  • Corso Buenos Aires: acquisto lampada verde

41NWClUtwKL._SY445_

  • Metro Linea Rossa verso Piazza del Duomo
  • Acquisto maglioni alla Rinascente e da Ruggeri

vetrina

  • acquisto quadretto con “gatti metafisici” in Piazza Cordusio:

  • Via Meravigli: pasticceria Marchesi, negozio arredamento Ethimo

MG_9745-e1349478784962-980x537

ethimo

  • Pranzo da Verdi’s in Corso Magenta

biglirtto2276

download

  • Stazione di Milano Cadorna e ritorno a Como lago