Vai al contenuto

Mauro Boscarol: “Ricordo: quando ho saputo di Nina Simone”, dal gruppo facebook Nina Simone – Fan Club Italiano

Ricordo: quando ho saputo di Nina Simone

La mattina dell’8 dicembre 1969 ero a Padova in un corridoio del palazzo dell’Università, il Palazzo de Bo’. Allora la sede del corso di laurea in matematica era lì, ed io ero appunto iscritto a quel corso di laurea.

Quel giorno dovevano cominciare le lezioni di Algebra. Ero con un gruppetto di altri studenti, in attesa che il bidello ci indicasse l’aula dove si sarebbe svolta la lezione.

Eravamo una dozzina di ragazzi e ragazze, parlavamo poco tra di noi perché non ci conoscevamo. Il più intraprendente era un ragazzo, che poi avrei saputo che veniva da Ancona e si chiamava Paolo. Lui aveva attaccato discorso con una ragazza minuta e carina, che veniva da Merano.

Nella noia dell’attesa voleva fare conoscenza, le aveva chiesto come si chiamava, da dove veniva e a un certo punto le chiede se quella sera avrebbe ascoltato il concerto di Nina Simone alla radio.

Nina Simone. Avevo già vagamente sentito quel nome, forse in relazione ad un gruppo rock inglese, gli Animals, che si diceva avessero ripreso alcuni brani da lei. Non sapevo altro, non sapevo chi fosse, non l’avevo mai sentita cantare. Per qualche motivo, quel nome mi rimase nella mente. (Anni dopo ho saputo che in effetti il 3 novembre di quell’anno Nina Simone aveva tenuto un concerto al teatro Sistina di Roma, e che quell’8 dicembre il concerto sarebbe stato appunto diffuso radiofonicamente.)

Il tempo passa e circa 15 anni dopo frequentavo per lavoro un casa editrice di Milano, si chiamava Arcana, che stava pubblicando una Enciclopedia Rock in vari volumi. Nell’introduzione Riccardo Bertoncelli, il curatore, scriveva che l’intenzione dell’enciclopedia era pubblicare le discografie complete dei cantanti citati.

Poi continuava “è bene però lasciare un certo margine di dubbio: non possono celarsi segreti in una biografia degli Zeppelin o dei Doors ma i LP di Nina Simone chi può essere certo di conoscerli tutti?”.

Ecco quel nome che tornava, Nina Simone. A quel punto decisi che volevo sapere tutto di lei. Era il 1985. Piano piano, uno ad uno, inizio a comperare i suoi dischi nei vari mercatini italiani ed europei che frequentavo. Negli anni la raccolta è cresciuta e oggi tra CD e vinili ho circa 500 titoli e un database su Internet dedicato a lei: tutte le sue canzoni, tutte le sessioni, tutti i dischi, tutte le notizie e le foto che potevo recuperare, e ancora aggiungo, correggo, miglioro.

È andata così. Tutto per quel nome di fata che avevo sentito nel 1969 in un corridoio del Palazzo del Bo’ a Padova.

 

da Nina Simone – Fan Club Italiano

Paolo Ferrario Mostra tutti

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: