Vai al contenuto

UN PENSIERO PER IL 2004

UN PENSIERO PER IL 2004

Nell’instabilità del tempo presente

“Bisogna disfarsi degli alibi, bisogna afferrare il proprio limite e mantenersi entro questo confine.

Per fare questo è opportuno agire un po’ di meno e pensare di più.

Stare presso di sé.

Non se ne ha la pazienza. Si crede di stare meglio se si sfugge ai problemi: al contrario, l’uomo trarrebbe maggior vantaggio se divenisse capace di ciò che Seneca chiamava la conversio ad se, se si raccogliesse per computare la propria potenza, acquisire competenza del suo desiderio e padroneggiarsi …

…L’instabilità del presente non è di per sé negativa, può essere emancipante. L’artificiale ha allentato i vincoli della necessità e ha aperto per gli uomini un universo impensabile di possibilità.

L’uomo d’oggi è sempre meno costretto a vivere conformemente a una legge e tuttavia non può farne a meno. Per questo è obbligato sempre di più a divenire legge a se stesso e può volgere a proprio vantaggio le indeterminazioni del presente se non si lascia sedurre dal senza-limite a cui l’epoca stessa lo chiama.

A differenza di quel che comunemente si crede, l’instabilità del mondo può rivelarsi per l’uomo contemporaneo come un’occa­sione finora mai pienamente sperimentata.

È vero, corriamo a ogni momento il rischio di essere espropriati da noi stessi.

Tuttavia mai come oggi possiamo trovare in virtù nostra la nostra misura: possiamo assegnarci, liberamente, il limite che ci riguarda e divenirne signori.  

Salvatore Natoli, Dizionario dei vizi e delle virtù

Feltrinelli, 1996, pagg. 62 e 61

 

Abbiamo tutto un anno per provarci.

Auguri !!!

Paolo  e Luciana

Paolo Ferrario Mostra tutti

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: