27 febbraio 2005: ieri notte, attorno a mezzanotte, è morto il padre di Luciana

Passaggi

Domenica 27 febbraio 2005

Ieri notte, attorno a mezzanotte, è morto il padre di Luciana.

Il percorso verso E. è stato accompagnato dal canto talvolta dolente di Nina Simone. Grandissima anche in questo evento.

Nelle istituzioni la “morte privata” si intreccia alla “morte pubblica”. E c’è da essere grati a quel direttore della Residenza sanitaria assistenziale che , con amore organizzativo, ha curato perfino i quadri che arredano la stanza mortuaria.

Ma un momento di vera filosofia congruente alla situazione è avvenuto quando una assistente socio-sanitaria di origine africana, per consolare Luciana, le dice: “La nostra casa è là”. Difficilmente potrei immaginare una sintesi più vera: un haiku perfetto. In quelle parole era presente la sua nostalgia per le sue terre e la verità sulla traiettoria della vita.

Vita

filo sottile

che tiene legati

al mondo.

Filo

che cede

e fa vedere

il limite

Questa mattina sono poi tornato a Como: più bella che mai nel freddo e nelle luminose vie vuote, alla mattina di domenica, molto presto.

Categorie:Vita e Morte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.