Massacri comunicativi su fatti inesistenti

Nella vita privata capita di usare un linguaggio particolare, allusivo, fatto di parole che si usano solo in quel contesto. Se ci fossero dei microfoni in casa nostra e registrassero certe conversazioni “grossier” fra me e mia moglie, qualcuno dall’esterno o non capirebbe o rimarrebbe inorridito.
Di più, qualche femminista estremista direbbe che lì c’è uno sporco maschio che sta usando violenza (linguistica) sulla sua donna, invece che vederci solo il gusto della risata divertita.
Si sa che nella vita di coppia, soprattutto se lunga, verificata, ed aggiustata in itinere si crea una complicità della parole e dei gesti che sono dotati di senso (e soprattutto di umorismo) proprio all’interno di quel tipo di relazione. Dall’esterno si potrebbero giudicare questi codici linguistici come grossolani o volgari. E non meritevoli di far ridere, di gusto, come noi facciamo. A crepapelle.
Appena un po’ più fuori della vita privata intima mi potrebbe anche capitare di uscire di casa, passeggiare per una strada e incontrare una puttana, magari una puttana di sinistra che parla bene (come dice Lucio Dalla in una sua canzone) e scambiare un sorriso. Magari anche rallentare il passo e guardare, ammesso che non sia pericoloso.
In questa fase di decadenza della società e della cultura del paese, dove impera la risata sgangherata, quando va bene, il rutto e la scorengia (specializzazione leghista) , quando si supera un certo limite, può anche capitare che si faccia a fette una persona sulla base di suoi comportamenti, appunto, dotati di senso, all’interno di un certo contesto.
E’ quello che sta capitando a Silvio Sircana, il portavoce del presidente del consiglio Prodi.
Un magistrato di Potenza raccoglie i dati per una indagine su un fotografo abituato a mettere le mani nella merda. Ossia a fotografare persone che nella vita privata fanno quello che desiderano, per poi ricattarle, minacciando di  sputtanarle con la pubblicazione su qualche rivista.
Questo magistrato scrive nei suoi rapporti che un certo Silvio Sircana, portavoce del presidente del consiglio Prodi, è uscito di casa ed ha rallentato l’automobile in una via “abitata” da travestiti e transessuali e l’infame ha anche sorriso. Scrive questi “indizi” , anche se poi non li mette agli atti. Cioè non entrano nella procedura penale in corso. Lo stesso avviene per alcune fotografie dell’ex ministro Maroni, del partito della Lega Nord.
Il quotidiano il Giornale, invece, pubblica la spazzatura di quel magistrato come se fosse una notizia.
Una pacchia: è bipartizan!
Ah …: il giornalista Travaglio sta prendendo appunti per il suo prossimo vomitatoio. Sta affilando i denti da vampiro per la prossima puntata dal biondo-cotonato Santoro.
Il sistema dell’informazione sta facendo tutto il resto.
Le due persone sono fatte a fette.
Abbastanza distrutte. Perchè, in una cultura che punta tutto sull’immagine, si può distruggere una persona solo deturpandone l’immagine.
C’è da scommettere che Maroni ne uscirà bene e, invece, molto male Sircana. Perchè appartengono a due culture politiche moralmente diverse.
Sono anche certo che si sghignazzerà molto nelle prossime ore. E si rutterà e si scorengerà (altra specializzazione nei festini berlusconiani).
L’italiano medio godrà del malessere e della sofferenza di queste persone, perchè appartengono al “mondo della politica”.
Mettendo in ombra il fatto obiettivo che la politica è lo specchio preciso della società.
Sembra proprio che questo paese non ce la faccia proprio a superare il “complesso di Alberto Sordi”, nota sindrome psicopatica, ampiamente studiata da Sigmund Freud, nel 1901.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.