Nina Simone

Nina Simone aveva ed ha il “Duende”: il potere misterioso che tutti sentono e che nessun filosofo spiega

“In tutta l’Andalusia, roccia di Jaén e conchiglia di Cadice, la gente parla costantemente del duende e lo scopre appena compare con istinto efficace. Il meraviglioso cantaor El Lebrijano, creatore della debla, diceva: «I giorni che canto con duende non conosco rivali»; un giorno La Malena, la vecchia ballerina gitana, sentendo suonare da Brailowsky un frammento di Bach esclamò: «Olé! Questo sì che ha duende!» e si annoiò con Gluck, con Brahms e con Darius Milhaud. E Manuel Torres, l’uomo di maggior cultura nel sangue che io abbia conosciuto, ascoltando dallo stesso Falla il suo Notturno del Generalife, pronunciò questa splendida frase: «Tutto ciò che ha suoni neri ha duende». Non c’è verità più grande.

Questi suoni neri sono il mistero, le radici che affondano nel limo che tutti noi conosciamo, che tutti ignoriamo, ma da dove proviene ciò che è sostanziale nell’arte. Suoni neri, disse il popolano spagnolo, e in ciò concordò con Goethe che, parlando di Paganini, ci fornisce la definizione del duende: «Potere misterioso che tutti sentono e che nessun filosofo spiega».

Garcia Lorca, Il Duende, teoria e gioco, 1933

Ecco: Nina Simone aveva e ha il “Duende”:

suoni dell’ombra
vita nera mistura
di fitta unione

Papavero di campo

10 risposte »

  1. duende!
    potere misterioso!
    come il prana per i guaritori!
    la mistura nera,
    i suoni neri

    d’improvviso riesco a pensare a questo:

    suoni dell’ombra
    vita nera mistura
    di fitta unione

    e se a nina piacerà, haiku per lei!

    duende come il selvaggio femminino di cui diffusamente appassionatamente ininterrottamente ha narrato e riferito Clarissa Pinkola Estes,

    ma duende è unisex, qualità insondabile della creatura umana, maschio o femmina che importa?

    è duende anche quella mistica unione di maschio e femmina? è duende cioè è portatore di duende quel tratto somatico che mischia le due caratteristiche, come figura su certe facce di anziani che hanno oltrepassato il genere e il loro viso potrebbe indifferentemente essere quello di un anziano uomo o di un’anziana donna..era così Cesare Musatti, o krisnamurti o Rolando Toro l’etnologo e danzatore della biodanza..hanno secondo me sul viso tratti comuni dei due generi. Credo lo stesso per la voce, l’avevo captato, sai Amalteo, dal primo pezzo della tua antologia dei notturni -a single woman- una voce che è maschile e femminile, che sa di tutt’due, voce unica che canta tutt’e due le corde tutte e due le visioni del mondo!
    in Nina c’è questa fusione, una fitta unione di sentimenti e percezioni e fantasie forse, una campionatura di umano, una memoria di stati d’animo..altrimenti come potremmo emozionarci e anche piangere come fai tu nel sentirla, lei oscuramente ci parla di noi e di un noi sconosciuto a noi!perciò l’attrazione misteriosa per lei travalica la logica, sarà per questo non credi?

  2. certo che le piacerà
    c’è quell’ombra e quel “vita nera”
    nina simone androgina?
    se con questo vogliamo unire il meglio del maschile e del femminile, senz’altro.
    però per me Lei è Lei e solo Lei
    la mia grande ed amatissima artista della musica.
    colei che è nata e vissuta per la musica e con la musica

    grazie papavero

  3. non mi vergogno a dirti che non conoscevo il significato della parola “Duende”. ti ringrazio tantissimo per questa scoperta.
    “Quando un artista mostra il duende non ha rivali…
    Il duende è energia, un’energia che capita di suscitare, richiamare (non c’è mappa né esercizio), è il desiderio del desiderio… ”(Garcia Lorca)..
    associazione perfetta per Nina.. non potevi portare fiori più belli di questi..
    ciao
    buonanotte

  4. che gioia ritrovarti anche qui, mia cara prisma
    neppure io conoscevo il significato del “duende”
    l’ho scoperto per caso sentendo un disco jazz dedicato a garcia lorca.
    poi ho comperato un libretto che riportava la conferenza di lorca (il testo è lo stesso cui rimanda il link)
    dopo quelle conferenze americane garcia lorca, al ritorno in spagna fu fatto fucilare dalle falangi del dittatore franco. nel maledetto secolo breve
    buonanotte

  5. … Ed è proprio dalla bellissima e intensa descrizione dell’”essere flamenco”, che ci ha reso lo scrittore Tomás Borrás nella sua Elegía del cantaro, che possiamo avvicinarci al “sentire” del Duende.
    Ecco le sue parole: “Essere flamenco è avere un’altra carne, un’altra anima, altre passioni, un’altra pelle, altri istinti, desideri: è avere un’altra visione del mondo, con un sentimento grande; il destino nella coscienza, la musica nei nervi, fierezza indipendente, allegria con lacrime; è il dolore, la vita e l’amore che incupiscono; odiare la routine, il metodo che castra; immergersi nel cante, nel vino e nei baci; trasformare la vita in un’arte sottile, capricciosa e libera; senza accettare le catene della mediocrità; giocarsi tutto in una scommessa; assaporarsi, darsi, vivere. Questo.”

    ciao caro amalteo
    fiori, fiori per nina, nina simone

  6. bisognerà studiare la cultura del flamenco!
    non la conosco, eppure queste parole raccontano sentimenti simili a quelli che proviamo con le interpretazioni di nina simone
    avevamo pensato al blues, al jazz, ma non al flamenco
    davvero molto interessante
    grazie , prisma

  7. Ciao, smanettando sul web sono incappato in queste pagine,molto belle e interessanti.Ti scrivo per segnalarti,nel caso ti fosse sfuggito,che proprio oggi mi è arrivata,dopo averla acuistata su ebay, la ristampa su cd di “A single Woman” della Elektra con l’aggiunta di ben 7 bonus track appartenute alle sessioni di incisione del 93,splendide.
    Un saluto e buon lavoro!
    max

  8. grazie, max , per la visita e per la segnalazione
    ho visto questa riedizione con le aggiunte
    dopo questo tuo intervento credo proprio che aggiungerò questo cd alla mia collezione
    fiori, fiori per nina, nina simone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...