Jérome Garcin (curatore), 2008 Nuovi miti d’oggi. Da Barthes alla Smart Isbn Edizioni Traduzione di Maria Cristina Maiocc

TartaRugosa ha letto e scritto di:

Jérome Garcin (curatore), 2008

Nuovi miti d’oggi. Da Barthes alla Smart

Isbn Edizioni

Traduzione di Maria Cristina Maiocchi

Cinquantasette intellettuali francesi raccontano il bazar del nuovo millennio sull’onda di Miti d’oggi, la memorabile opera del 1957 di Roland Barthes.

In quel testo Barthes rovista con insaziabile curiosità e raffinata precisione fra i prodotti di consumo, i riti di massa, gli idoli delle folle, la mitologia dell’opinione pubblica, le indagini Doxa, i luoghi comuni, cercando e interpretando il rapporto tra l’uomo dei nostri tempi e il suo destino incerto e smanioso di liberazione.

Afferma Barthes: “Il fine stesso dei miti è immobilizzare il mondo: bisogna che i miti suggeriscano e mimino un’economia universale che ha fissato una volta per tutte la gerarchia dei suoi possedimenti. Così… l’uomo è fermato dai miti, rimandato da essi a quel prototipo immobile che vive al suo posto, lo soffoca come un immenso parassita interno, e alla sua attività traccia stretti confini entro cui gli è concesso soffrire senza muovere il mondo”.

La decifrazione dei miti scelti da Barthes appare oggi inevitabilmente relegata al passato, richiamando la necessità di individuare le nuove categorie mitologiche da cui il genere umano occidentale è posseduto. Ed ecco i “Nuovi miti d’oggi” originati dal rapido mutamento sociale degli ultimi cinquant’anni e connotati dai segni linguistici tipici del mondo globalizzato e tecnologizzato.

Cinquantasette fotografie letterarie che ripresentano quell’”immobilizzazione del mondo” aggiornata alla modernità, mantenendo al tempo stesso inalterata “l’esigenza insidiosa e inflessibile dell’uomo di riconoscersi nel linguaggio mitico”.

Dal fruscio mitolinguistico un assaggio di alcuni fra i neologismi più in voga nel nostro vocabolario, sagacemente raccontati, nell’ordine, da: Nelly Arcan, Angie David, Didier Jacob, Patrick Rambaud, Jacques-Alain Miller,  David Le Breton.

Categorizzazione liberamente proposta da Tartarugosa.

Tema: Corteggiamento

Speed-dating

Il rito della conquista amorosa è faticoso. Occorrono tempo, strategie, correzioni di tattiche, capacità di rischio, disponibilità al rifiuto. Lo speed-dating annulla l’iter del corteggiamento classico, sostituendolo con una procedura a basso rischio e ad impatto zero di frustrazione.

In una sorta di minuetto versione moderna, in un luogo prestabilito e al suono di un campanello, cavalieri da una parte e dame dall’altra si scambiano posto per una chiaccherata di una decina di minuti, lasciando il compito agli organizzatori della cerimonia di accoppiare coloro che si sono vicendevolmente scelti sulla scheda di selezione ricevuta all’ingresso.

Obiettivo quindi non solo quello di abbordare l’altro sesso in tempi estremamente rapidi, ma, soprattutto “smaltire lo scorno di essere rifiutati da chi si è scelto, facendo sparire il rifiuto nella mediazione imposta dal procedimento”.

Tema: Comunicazione selettiva

iPod

Le strade non sono più percorse da individui che parlano apparentemente da soli, salvo poi scoprire microfoni sempre più piccoli che sporgono da parti indefinite dal corpo e dal cellulare le cui microscopiche dimensioni menano vanto della versione più moderna. Sempre più spesso si avvistano coloro che alla comunicazione verbale sostituiscono il suono, il canto, il ritmo di un ritornello. Sono gli i-Podisti : “niente di ciò che è intorno li può toccare o aggredire: l’utente iPod è dentro una bolla, perso nei suoi pensieri”. Questo non deve trarre in inganno: dietro questo atteggiamento autistico in realtà si nasconde un complesso mondo di relazione, che però è assolutamente selettiva, ovvero centrata solo sul denominatore comune del gusto musicale. Tu sei la musica che ascolti, gli altri li scegli solo perché sono anch’essi la musica che ascolti. Ed ecco le parole simbolo di questa nuova forma relazionale: il peer-to-peer per scambiarsi la musica; la play list per far conoscere la propria selezione di brani musicali: la visualizzazione oline della propria discografia affinché la cerchia dei similar si allarghi sempre di più.

Tema: Sintesi linguistica

SMS

C6? – TVB – Cmq arr – riassumono l’interesse per l’altro senza troppi fronzoli o giri di parole. Il tempo è breve e il messaggio deve arrivare forte e chiaro. Il linguaggio SMS ripudia le parole e la grammatica. Vietato estendere il pensiero, superfluo aggiungere la punteggiatura. Le contrazioni sviluppano la capacità intuitiva.

Immediatezza: questo è l’obiettivo. “Si avvicina la fine dei pudori, delle timidezze. … Si provi a immaginare Proust che si accanisce sul suo Nokia per ridurre, sul minuscolo schermo che deve contenere tutto, i lunghi paragrafi pieni di correlative che hanno costituito il fascino superato, decisamente fuori moda, dei suoi romanzi senza una fine possibile?”.

Tema: Relazione a distanza

Blog

Il diario non è più personale. Ora c’è il blog, spazio elettronico in cui puoi diventare ciò cui aspiri: scrittore, poeta, opinionista, critico, commentatore, presentatore, cuoco, floricoltore…. Ma quale solitudine elettronica? C’è la possibilità di avere un pubblico estasiato di fronte a te. O inorridito, contro di te.

Ma di fatto, in qualunque momento puoi spegnere lo schermo senza sembrare maleducato.

“McLuhan aggiungeva: la vita in un villaggio, che disastro! Tutti spiano tutti, ed è necessario chiudersi in casa o evitare gli altri per stare in pace”. “Una differenza, a ogni modo, c’è: potete intervenire per iscritto o per interposto schermo, ma è un dialogo da fantasmi; chiunque può dire qualunque cosa a individui mascherati che non incontrerà mai”.

Tema: Aggiornamento culturale

Google

Sapere dov’è il sapere. Ogni volta si vince (Mi sento fortunato).

Il senso sfugge a Google, che codifica, ma non decifra. “Dal momento che lavora su quantità di dati enormi, Google obbedisce a un tropismo totalitario, inghiotte e digerisce. … lo sguardo onniveggente percorre il globo, e legge avidamente ogni piccolo insieme di dati. Affidagli la tua catasta di documenti, e lui sistemerà ogni cosa al suo posto – e sistemerà anche te, che per l’eternità non sarai altro che la somma dei tuoi clic”.

Tema: Trasporto sottovuoto

Suv

Che l’automobile monopolizzi il mondo delle infrastrutture e dell’economia è assai visibile di questi tempi … Impressionano forse meno i rischi connessi (numeri di incidenti, tempo perso nel traffico, morti accettate come prezzo per mantenere un certo stile di vita).

“Vale la pena allora di inventare un’automobile che protegga almeno il conduttore e i passeggeri, una macchina che faccia il vuoto attorno a sé per mezzo della sua forza d’urto”.

“Le giungle urbane hanno trovato un mezzo di locomozione adatto agli avventurieri casarecci in caccia di look”: il suv. Utile per le strade di campagna, il suv cittadino ostenta le sue dimensioni, il suo status symbol, la sua irriverenza nei confronti degli altri semoventi. “Nel suo abitacolo a isolamento sensoriale, il guidatore vede sfilare davanti a sé un universo astratto, lontano, che non percepisce direttamente, ma attraverso la mediazione del parabrezza. Non sente nulla a parte l’autoradio, il brontolio del motore e le parole dei passeggeri – [o del navigatore n.d.r. -]. In questo mondo purificato, in questa fortezza, non sa che farsene della natura o dell’inquinamento di quelli che stanno fuori, Tutto ciò non lo riguarda”.

Per chi volesse provare un nostalgico tuffo nel passato:

Roland Barthes (1966)

Miti d’oggi

Paperbacks Lerici

Categorie:Letture

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.