Nel 1939 Arthur Koestler pubblica il romanzo Buio a mezzogiorno

Nel 1939 Arthur Koestler pubblica il romanzo Buio a mezzogiorno, dimostrando di avere visto con decenni di anticipo quello che molti capiranno – e a fatica, a giudicare da molte nostalgie  – solo in ritardo: il fallimento del comunismo (e, in senso più lato, di quelle ideologie totalitarie che pretendono di rinnovare di colpo il mondo e gli uomini, distruggendo quelli del passato, a favore di un impossibile paradiso in terra). Buio a mezzogiorno suona quindi la campana morto dell’utopia politica.

Il romanzo di Koestler, ambientato nell’Unione Sovietica degli anni trenta, si apre con l’arresto di N. S. Rubasciov, commissario del popolo e rivoluzionario della prima ora, e il suo trasferimento in carcere. Qual è la sua colpa, qual è il reato che ha commesso? Esattamente gli stessi per cui egli stesso, fino a poco tempo prima, ha condannato altri: tradimento della rivoluzione e intesa con le potenze nemiche. Il romanzo racconta quindi anche una sorta di nemesi: come Rubasciov ha lasciato che la sua segretaria (e amante), Arlova, fosse arrestata e “giustiziata” in nome del bene superiore della società comunista da costruire nell’Unione Sovietica, così diventa anche lui vittima dello stesso anelito purificatore. Un’esemplificazione del famoso detto secondo cui, prima o poi, c’è sempre uno più puro che ti epura.

Ma Buio a mezzogiorno è anche il ritratto di uno scontro generazionale che si traduce in un conflitto di mentalità.

—>segue

l’intera recensione qui:

“Buio a mezzogiorno”: vedere in anticipo il crollo del comunismo

3 pensieri riguardo “Nel 1939 Arthur Koestler pubblica il romanzo Buio a mezzogiorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.