La tartaruga e Achille, di Grazia Apisa, in IN UNO SQUARCIO DI SILENZIO, GoldenPress, 2011

Primo maggio
Fresca carezza
ci tocchi
con invisibili mani
vento
L’afa del primo meriggio
svanisce
Corre la tartaruga
e certo non la raggiunge
Achille
Corre nel sole
verso la verzura
Alto
il suo piccolo capo
vibra
come antenna
sensore odorante
la luce
nel folto
dell’erba
Grazia Apisa Gloria
1 maggio 2011

Un pensiero riguardo “La tartaruga e Achille, di Grazia Apisa, in IN UNO SQUARCIO DI SILENZIO, GoldenPress, 2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.