Antony and The Johnsons “Le mie note di frontiera” – Bari – Repubblica.it

Le sue canzoni hanno sempre una speciale intimità.
“Vengono dalla mia vita, dalle esperienze e dalla percezione del mondo. Anche dai sogni e dalla vita interiore. Non la inseguo consciamente ma emerge nel tempo, il processo creativo è lento e procede per accumulazione. Cresce come la corteccia sugli alberi, i capelli o le unghie. Le esperienze e le percezioni si rinforzano e man mano mi rendo conto di un certo gesto”.

Che cos’è per lei la musica?

“Mi sono sempre rivolto alla musica come al luogo dove potevo esprimere le questioni del mio cuore o del mio spirito. Da bambino, anche quando ero molto isolato vi trovavo grande sollievo, mi permetteva di essere espressivo ed espansivo, come in una sorta di spazio segreto. La musica e l’espressione creativa, è sacra per me, per questo la prendo molto sul serio. Non che io non possa essere leggero e divertirmi, ma la creatività è una specie di base a partire dalla quale interagisco con il mondo”.

…..Antony and The Johnsons “Le mie note di frontiera” – Bari – Repubblica.it.

2 replies

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.