Voto PD – Partito Democratico perchè queste sono elezioni storiche

Vivo, come tutti, nel presente e sento come STORICHE le elezioni politiche del 13 e 14 Aprile 2008.

Il metodo storico mi ha insegnato ad indagare i CICLI DELLA STORIA, all’interno dei quali le singole date assumono il loro significato reale e simbolico.

Se penso alle situazioni problematiche della attuale fase della modernità (globalizzazione dei mercati, islamismo aggressivo, revival dei fondamentalismi religiosi, soggettività plurime degli umani del 2000, mutamenti epocali delle relazioni fra il genere maschile e quello femminile …) il voto di domenica e lunedì prossimi non ha un valore storico.

Tuttavia, se penso alla transizione della politica italiana che è iniziata nel triennio 1989-1992, queste elezioni segnano effettivamente un punto di svolta della contingente politica italiana.

C’è un bivio, dove ci sono due strade alternative.

Se prevarrà – come mi auguro di tutto cuore e testa – il segno sul PD – Partito Democratico, allora il voto contribuirà a generare un nuovo soggetto politico, erede delle due tradizioni riformiste della storia politica italiana: quella di matrice social-comunista e quella di matrice cattolica.

Un partito che mette al primo posto i problemi sociali ed economici del paese.

Se – invece – l’esito sarà “altro”, allora per la seconda volta (1994/96; 2001/2006) a capo del governo ci sarà una persona sostanzialmente estranea ai principi della Costituzione della Repubblica. Una persona che, per un invadente desiderio di potere, ha legittimato un partito ex fascista e ha incentivato oltre ogni limite l’effetto condizionante di un partito localista attraversato da sentimenti nazistoidi.

Questa è la differenza: da una parte c’è un PARTITO, con una leadership forte e verificata in procedure pubbliche, come il voto delle primarie.

Dall’altra c’è un’ingombrante singola PERSONA ambiziosa ebisognosa di essere amata incondizionatamente dalla sua mamma e dagli italiani. Una persona che si piace così tanto da desiderare di assorbire tutti gli Io delle folle che in lui si identificano.

Ecco perché voto PER il PD – Partito Democratico.

Voto per assecondare un pezzo di ciclo della storia d’Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.