26 novembre 2010: 62 anni

Valore

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.
Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario,
la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrà più niente
e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe,
tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi,
provare gratitudine senza ricordare di che.

Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord,
qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca,
la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.
Molti di questi valori non ho conosciuto.

Erri De Luca

Al mio amico Paolo, un buon nuovo anno da portare a compimento insieme alle persone,agli angeli, ai luoghi del suo cuore

e un piccolo dono:

una poesia che mi sorprende e mi com-muove ogni volta che la leggo.

Patrizia Milanese

2 pensieri riguardo “26 novembre 2010: 62 anni

  1. Ciao, Paolo.
    Ti ho lasciato gli Auguri su Skype e su Tracce e Sentieri.
    Questa giornata non finirà a mezzanotte, perché subito dopo e per un po’ continuerai ad avere 62 anni. Voglio dire che le parole eccezionali di oggi non sono indispensabili, oggi. Oggi devi sapere semplicemente che ti voglio bene, perché sei simpatico, onesto, gentile ma robusto, illuminato con passione, generoso e severo, paziente ma fermo, attento all’amicizia e alle cose vere. La lista delle tue qualità è ben nota a Luciana, che è in cima alla lista: il dono più importante che la vita ti abbia dato è lei. E se è andata così non è senza una ragione. Destino è parola che tu conosci bene. Sai cosa significhi per noi. La vita ci viene incontro come noi andiamo incontro ad essa. Sui tuoi sentieri non potevi incontrare che lei.
    Fare oggi gli auguri a te senza farli contemporaneamente a lei sarebbe stupido: se tu sei la persona speciale che sei è merito suo, è grandemente merito suo. A lei è dovuta gratitudine, perché se posso sentirti come amico e sentirmi ricco della tua amicizia, è perché lei ha contribuito a fare di te la persona aperta che sei.
    I tempi di ferro che viviamo apparentemente non sono di ferro, ma le nostre sorti, come le sorti di tanti nostri connazionali in certi giorni mi sembrano appese a un filo. Occorrono qualità civiche forti e chiara lungimiranza per non lasciarsi andare alla rassegnazione. Parlare di speranza, tuttavia, è ardito pensiero e cieco sentire: cosa possiamo sperare?
    In questi tempi difficili, poter pensare con gratitudine a qualcuno è motivo di conforto e ragione sufficiente per andare avanti. Non so se tu sia dello stesso parere, ma per me è così: la piccola schiera di persone pulite – di cui tu fai parte – a cui penso è solo la punta di un iceberg a cui amo pensare quando sono solo con i miei pensieri.
    Oggi voglio pensare che l’Italia sia piena di persone come te. Questo pensiero mi convince del fatto che ci salveremo. Prevarranno ragione e onesto sentire.
    Con questa speranza, ti abbraccio fraternamente.
    A presto.
    Gabriele

  2. grazie, gabriele
    sì: sei nel vero quando parli di me come una persona che si completa nella relazione con luciana
    sai dei miei pilastri: Tempo, Luogo, Eros, Polis e Destino.
    Eros si è presentificato con lei.
    Anche la Polis del tempo presente è come dici: è un clima cupo. per tante ragioni: internazionali e nazionali.
    più che mai occorre puntare su risorse personali per reggere al peso.
    E vengono a soccorso anche le tue forti e calde parole amichevoli.
    abbiamo percorso lo stesso tragitto storico io e te.in un certo senso la storia ci ha attraversato e ci ha colto vigili e attenti.
    io mi sforzerò anche quest’anno di stare su questo crinale che oscilla fra l’individuale e quasto “sociale” che vivo male e in certi momenti anche come minaccioso.
    mi aiuta la ultura.
    mi aiuti anche tu con la affettuosa partecipazione che oggi hai voluto mostrarmi
    un affettuoso saluto
    con la speranza di ri-incontrarci
    paolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...