mi ricordo … Una domanda ai Ching del 3 novembre 1996. Ritrovato in un appunto scritto sul libro: Alfred Polgar, Piccole storie senza morale, Adelphi, 1994

Caro libro che racchiudi tutti gli eventi e i mutamenti, domani si compie un’altra fase del mio possibile cambio di lavoro.

Ormai ho 46 anni e il passaggio, come certamente sai, è importante. Quindi sento il bisogno di una specie di amuleto che mi accompagni, qui e ora, oggi e domani.

Un amuleto fatto con i tuoi segni.

Le domande sono queste:

comunque vada, come vivere questa trasformazione?

e, ancora, quali immagini e quali parole mi suggerisci per vivere la prova che mi attende?

(non ho ritrovato la risposta degli I Ching)

Bernhard, I Ching. Una lettura psicologica dell’antico libro divinatorio cinese

vai a

Bernhard, I Ching. Una lettura psicologica dell’antico libro divinatorio cinese

Indice


    INTRODUZIONE

  9 Roma, via Gregoriana
 12 La storia dell'I Ching
 21 L'interesse di Jung e di Bernhard per le cose esoteriche
    è nello spirito del loro tempo
 24 Una scoperta recente

    CAPITOLO PRIMO - A proposito di divinazione

 27 Perché si va dal mago, perché Adriano Olivetti e Federico
    Fellini consultavano I Ching?
 30 Psicodinamica della divinazione

    CAPITOLO SECONDO - Bernhard parla

 33 Bernhard e l'anziana signora
 37 Un appunto volante del 2/5/1965
 38 Bernhard parla de I Ching ai suoi allievi nelle registrazioni
    effettuate nella casa di via Gregoriana
    tra l'aprile e íl giugno 1965
 42 Il Maestro e il Mago: Bernhard e Fellini

    CAPITOLO TERZO - Il commento de I Ching dettato da Bernhard

 59 Origine di questo commento
 60 L'I Ching di Bernhard
 68 Il commento


    APPENDICE
125 IL TRAGHETTATORE ITALIANO DI CARL GUSTAV JUNG

141 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

I CHING LETTERARIO: “a che punto sono nel mio ciclo di vita, poichè nel 2018 compirò 70 anni?”, settembre 2017

I CHING LETTERARIO: ecco cosa è accaduto con la mia domanda del settembre 2017:

“a che punto sono nel mio ciclo di vita, poichè nel 2018 compirò 70 anni?”

ESAGRAMMA

dal basso verso l’alto

1° riga:

da Albert Camus, Il primo uomo

“Jacques sentiva il vento venuto dal fondo del paese scendere lungo il ramo e il braccio per riempirlo di una forza e di una euforia che gli strappava lunghe grida ininterrotte fin quando, con le braccia e le spalle segate dallo sforzo, lasciava finalmente andare il ramo che la tempesta si portava via, subito via, con le sue grida”

2° riga

Friedrich Durrenmatt, La valle del caos

“continui a sostenere che Elsi è stata violentata? chiese Lustenwyler masticando. “M’importa solo del cane” disse il sindaco: “Lui è innocente”. “Il cane può essere innocente solo se Elsi è stata violentata” dichiarò Lustenwyler

3° riga

Gianni Rodari, Il secondo libro delle filastrocche

“Girò tutta l’italia, la Francia e l’Ungheria, sempre a sbagliar storie e a farsi cacciar via. E gira ancora e spera ancora di incontrare qualcuno che abbia voglia di starlo ad ascoltare

4° riga

Gadda, Quer pasticciaccio de Via Merulana

“Dicevo che co quelle, attacca subbito, nun cia da faticà troppo a dajela d’intenne”

5° riga

Nick Hornby, Un ragazzo

“Per un po’ aveva fatto felice un bambino infelice, senza che in questo ci fosse stato alcun tornaconto personale

6° riga

Ian Mc Ewan, Chesil Beach

“Raccolse le scarpe da terra, attraversò di corsa il soggiorno, oltre le rovine della loro cena, si precipitò in corridoio, e giù per le scale. Poi uscì, svoltò l’angolo dell’albergo e percorse il prato verdissimo. Non smise di correre neppure quando , finalmente, raggiunse la spiaggia

 


L’immagine complessiva è quella dello “stare nel vento“, ossia imparare a dare stabilità alla mia vita, nonostante le tribolazioni sociopolitiche e ambientali che influenzano la mia personalità

Sotto: il “rendersi consapevole”

Sopra “scegliere i percorsi interiori ed esteriori”

Qualche suggerimento

  • cercare il “bambino che è in sè”
  • attento alle chiacchiere da bar
  • continuare il raccontare, nella ipotesi che qualcuno ascolti
  • ricercare ciò che è “giusto”
  • accettare quello che viene

Una pratica per “attualizzare” l’ I CHING e renderlo “letterario”, settembre 2017

L’idea dell’ I CHING LETTERARIO è raccontato in questo video:

In sintesi:

  • individuare casualmente 6 LIBRI aggirandosi fra gli scaffali della biblioteca
  • individuare casualmente UNA PAGINA DI CIASCUN LIBRO
  • estrarre una CITAZIONE
  • DISPORRE LE CITAZIONI  nella sequenza dal basso all’alto
  • STABILIRE UN CONTATTO psichico e relazionale con queste citazioni , collegandole (in base al principio del  si tengono insiemecon la DOMANDA ESISTENZIALE  che ha attualizzato la ricerca

La ricerca nell’ I CHING è “convergente”:

convergente

6 lanci delle monetine o degli steli vanno a configurare un ESAGRAMMA, che porterà alle sentenze archetipiche del libro (la SITUAZIONE e le IMMAGINI)

ESAGRAMMA

L’attualizzazione, invece,  letteraria è prima “divergente”:

LIB CITA

Ma diventerà “convergente” con le proprie associazioni e loro rielaborazione alla luce della DOMANDA POSTA.

Nessuna pretesa di modificare l’uso antico e sapiente di questo testo sapienziale. Ma solo un “gioco” da fare con gli autori che ci aspettano sugli scaffali della biblioteca.

Qui un esempio alla domanda:

“a che punto sono nel mio ciclo di vita, poichè nel 2018 compirò 70 anni?

“Gli esagrammi dell’ I CHING sono un software per capire quello che ci sta intorno …” , Emmanuel Carrère, in 7 / Corriere della Sera 12 ottobre 2017

Gli esagrammi dell’ I Ching sono un software per capire quello che ci sta intorno.

Mi ha appassionato quando ero adolescente, poi è rimasto un compagno di viaggio

Emmanuel Carrère in 7 / Corriere della Sera 12 ottobre 2017

I Ching per la domanda di Nottola: Esagramma attuale: 15. Esagramma mutante: 46, 13 agosto 2017

ching nottola1024

esagramma attuale:

 

i ching gorga958i ching gorga959i ching gorga960i ching gorga961i ching gorga962

Esagramma mutante

i ching gorga947i ching gorga948i ching gorga949i ching gorga950i ching gorga951i ching gorga952i ching gorga953i ching gorga954i ching gorga955i ching gorga956i ching gorga957

 

I CHING, il libro della versatilità: testi oracolari con concordanze, nella edizione Eranos, a cura di Rudolf Ritsema, Shantena Augusto Sabbadini. Progetto grafico di Paolo Giomo, coordinamento editoriale di Maurizio Rosenberg, Red edizioni, Como 1996

 

ching nottola1024