VIAGGIO IN SCOZIA 25 luglio-9 agosto 2022 Capitolo 3, rimando al blog carlabazar

Carlabazar

Sabato 30 luglio 2022

Dopo i bagordi serali facciamo una colazione molto leggera e partiamo con l’entusiasmo nelle vene, per affrontare il tratto spesso descritto come il più spettacolare delle Highlands . Il percorso con le strade più difficili , quasi tutte one way strette/strettissime (non idonee per i mezzi superiori a 8 metri) con frequenti passing place (di lunghezza inferiore a 8 metri appunto) : e qui più diventa difficile, più diventa bello … Nonostante il tempo piovigginoso e le nuvole che a tratti -con la bruma- nascondono il paesaggio, non saremo affatto delusi. Le stradine sono molto caratteristiche, e scendono impavide in mezzo alle montagne, si arrampicano coraggiose su colline e scogliere, con curve continue dettate dalle necessità del territorio, e riescono a stringersi tra muretti ed alti argini oltre ogni ragionevole previsione.

Impossibile fermarsi per fare fotografie : possiamo solo rallentare e fermarci in mezzo alla nostra…

View original post 4.266 altre parole

Viaggio in Scozia 25 luglio-9 agosto 2022 Capitolo 2, rimando al blog carlabazar

Carlabazar

Mercoledì 27 luglio 2022

Iniziamo la giornata con una passeggiata nel porticciolo, dove scopriamo che il paesino ospita una colonia di lontre residenti, che però non riusciamo ad avvistare ; troviamo solo un hotel che offre una colazione completa a buffet (dolce o salata) a 12 sterline (non esiste alcun bar aperto al mattino). Ci accompagnano nuvole e pioggerellina per tutta la giornata.

Il programma è apparentemente semplice : cercheremo di fare il giro completo dell’isola di Skye , percorrendo la strada che ci condurrà via via a scoprire le bellezze naturalistiche del paesaggio. E’ la più estesa delle circa 800 isole scozzesi, con i suoi 9900 abitanti : 80 chilometri di brughiere vellutate, aspre montagne, fiordi e laghi scintillanti, scogliere a picco sul mare delle Ebridi. Con queste isole rimane il centro della cultura gaelica : ospita la scuola gaelica più importante e oltre un terzo della popolazione parla…

View original post 3.129 altre parole

VIAGGIO IN SCOZIA 25 luglio-9 agosto 2022 . Capitolo 1, rimando al blog carlabazar

Carlabazar

Finalmente è arrivato il momento di realizzare questo piccolo sogno.

La Scozia è una meta alla quale pensiamo da tempo, soprattutto per la bellezza del paesaggio , per il suo carattere incontaminato, lontano, estremo : terra forte e potente, dove la natura è la padrona indomata e la bellezza assoluta del paesaggio ti racconta la storia della terra.

Il viaggio in Scozia per noi camperisti esperti e oramai pensionati è una piccola avventura: non fosse altro per la lontananza, in quanto è già un bel viaggio arrivare all’inizio del viaggio vero e proprio. Quest’anno però sembra che le costellazioni siano tutte in posizione a noi propizia e riusciamo a partire, seppure a rate. Mentre Gabriele, la Nina e Biagio 2.0 carico e pronto per l’avventura sono partiti da casa venerdì sera 8 luglio e ci aspettano a Londra , io e la Jessica riusciamo a partire solamente lunedì 11 luglio…

View original post 4.561 altre parole

VIAGGIARE, citazione di Gisella Azzi in Ghielmetti Giuseppe, con i disegni a sanguigna di Franco Belluschi, IL LARIO, casa editrice Pietro Cairoli, Como, 1967

i CarlaBazar raccontano: Viaggio in Inghilterra , giugno 2016 , racconto per immagini e poco piu’. Capitolo 1.

Carlabazar

Purtroppo questo è il primo viaggio in cui non ho tenuto il mio consueto diario di bordo.

L’equipaggio è formato da Gabriele, Carla e Carlo , nipote sedicenne che – provvisto di adeguata autorizzazione scritta e documenti dei genitori idonei a consentire il passaggio delle frontiere - ci accompagna nel viaggio in Inghilterra.

Partenza come al solito tirata per i capelli, tra impegni di lavoro pressanti e molto faticosi, stanchezza accentuata dai ripetuti e frequentissimi viaggi sù e giù da Bologna per monitorare la situazione della nonna Graziella.

Gabriele ripulisce il nostro vecchio Biagio, abitato anche da una piccola quanto inesauribile colonia di formichine .

Venerdì 10 giugno finiamo le operazioni di carico alle 10 di sera, stravolti e rischiamo di partire senza i documenti del camper, rimpinzato di ogni prelibatezza italiana (cotolette, polpette, risotti veloci, coppa, prosciutto, salsiccia, condimenti, cardo, dolcezze varie-miele-cioccolato-noci)…. che attirano sporadiche formichine solitarie. Piove, e…

View original post 2.808 altre parole

ATTILIO BRILLI, Il grande racconto del viaggio in Italia. Itinerari di ieri per viaggiatori di oggi, il Mulino, 2014

 

Per l’ozioso che si rifiuta di misurare l’arte con l’orologio, l’Italia costituisce un orizzonte sconfinato.
Edith Wharton

Nei secoli passati l’Italia è stata meta di un incessante pellegrinaggio culturale. Il Grand Tour, consuetudine delle classi colte europee, trovava infatti il suo culmine nel Bel Paese, in omaggio al quale diventava il Viaggio in Italia. Come in concreto si svolgeva ce lo racconta la messe di diari, memorie, guide, epistolari a cui il libro attinge, restituendoci, grazie ad annotazioni ora sapide ora struggenti, l’esperienza viva di uomini e donne d’ingegno, di nobili, di artisti, di poeti, di studenti e di quanti si dettero con entusiasmo alla scoperta della penisola. Ripercorriamo così gli itinerari più battuti, sperimentiamo l’equipaggiamento e i mezzi di trasporto, riviviamo gli incidenti e le avventure, ma anche i sogni e a volte lo scoramento di quei primi turisti. Ma c’è dell’altro, perché attraverso lo sguardo degli stranieri, la letteratura di viaggio può insegnarci un modo diverso di guardare all’Italia. Potremo così fare l’unica, autentica esperienza di viaggio ancora possibile oggi: tornando sui passi di quegli antichi visitatori, in loro compagnia, fare nostre le loro mete favolose.

Introduzione. Allo sportello della carrozza, o dell’automobileI. Come nasce l’idea del viaggio in Italia

1 Il viaggio nell’età moderna
2. Narrare il viaggio
3. Il secolo d’oro del viaggio in Italia
4. La varietà dei costumi e l’immutabilità della natura
5. Il fascino delle antiche età di natura
6. Pellegrini romantici alle sorgenti del mito
7. Le seduzioni del pittoresco
8. Dal viaggio al soggiorno di piacere o di studio
9. Il Nuovo mondo e il senso del passato
10. Thomas Cook, inventore del turismo organizzato

II. I preparativi e il corredo del viaggiatore

1. Lagnanze del corpo e angustie della mente
2. L’abbandono dei sensi nella terra del sole
3. Con la scorta di oracoli e talismani
4. Compagni di viaggio e d’avventura
5. Mappe reali e montagne immaginarie
6. Incombenze e procedure da rispettare
7. Elogio del baule e della valigia
8. Un paio di maneggevoli pistole
9. Rassicuranti cofanetti di delizie
10. I sortilegi dello specchietto di Claude e altri conforti
11. Il guardaroba del viaggiatore

III. Il fragore delle ruote

1. Un prototipo leggendario: la berlina di Napoleone
2. Modi di viaggiare e metamorfosi della carrozza
3. Ospiti della diligenza di posta
4. La confortevole carrozza di famiglia
5. In viaggio con il vetturino
6. Vetture attrezzate per ogni evenienza
7. Le ore in carrozza: fastidi, svaghi e passatempi
8. Viaggi per mare e per vie d’acqua
9. Strade libere e strade prigioniere
10. Il ritorno della carrozza, ma senza cavalli
11. Il velocipiede e l’elogio della lentezza

IV. Nel corso del viaggio

1. Le vie del Signore sono infinite
2. Incidenti e guasti meccanici
3. Quando la stagione non è clemente…
4. Scontri e incontri fortuiti
5. Schioppettare e vociare di briganti
6. L’incubo della quarantena

V. Il risposo del viaggiatore

1. Alberghi, osterie e camere locande
2. I moderni cavalieri erranti
3. Incognite e sorprese della camera da letto
4. Fumi e profumi della cucina
5. Locali di svago, di cura e di ristoro

VI. Gli itinerari storici, le capitali e le città rituali

1. Il passaggio delle Alpi e l’ingresso in Italia
2. Da Torino, «porta d’Italia», a Genova e oltre
3. «Entro le amate mura» di Firenze
4. A Roma, tra i colli della febbre e del silenzio
5. Napoli, giardino delle Esperidi
6. Nel cuore della Sicilia
7. Ritorno a Roma, poi verso l’Adriatico e le Venezie
8. Venezia, alcova d’Europa
9. Milano e la via del ritorno: «Si va verso il brutto»

VII. Percorsi alternativi: città storiche e richiami della natura

1. Città simbolo di un paese incantato
2. Sosta a Cava «per formare il gusto dei pittori di paesaggio»
3. Sortilegi e malefici della Campagna
4. I Castelli romani: nel reame del pittoresco
5. La valle dell’Eden e la cascata delle Marmore
6. Il paesaggio toscano, nascita e forme di un mito
7. Quando Calipso approdò all’Isola Bella
8. Su questo lago sublime

VIII. L’altro viaggio, alle frontiere del mito

1. Terre incognite e altri confini
2. Il selvaggio e ancora poco noto Abruzzo
3. Viaggiatori nel Sud, fra il Cilento e le Calabrie
4. Le terre dell’oblio e i cammini di Puglia

IX. Il piacere ritrovato

1. Per le antiche strade
2. Memoria e desiderio
3. Echi dal bosco sacro
4. Gli dèi in esilio
5. Lezioni di paesaggio
6. Viaggi di recupero
7. Castelli di Atlante
8. Città come parabole
9. Il filo d’Arianna

ITINERARI DI CULTO

1. La vecchia via del Sempione
2. Le sirene del Garda, i colori di Verona
3. Dalle rive del Brenta alle acque della laguna
4. I miti del paesaggio costiero toscano
5. La Bologna-Firenze, come al tempo di Stendhal
6. Transitando per Radicofani, cuna delle tempeste
7. Le foglie di Vallombrosa e l’itinerario degli eremi
8. Dal Tevere al Metauro: alla ricerca della pittura più bella del mondo
9. Viaggio nell’Etruria romanzesca
10. Il periplo del lago e i fantasmi della battaglia
11. «L’aperto e dilettoso calle», attraverso l’Umbria e le Marche
12. Nelle «lande remote» dell’Abruzzo
13. Verso Capo Palinuro, alla scoperta del Cilento
14. Vie di fuoco e d’acqua, dall’Etna alle sorgenti dell’Anapo

Bibliografia essenzialeIndice dei nomi

Attilio Brilli è fra i massimi esperti di letteratura di viaggio. Tra i suoi libri per il Mulino «Il viaggio in Italia» (2006), «Il viaggio in Oriente» (2009), «Dove finiscono le mappe. Storie di esplorazione e di conquista» (2012), «Mercanti avventurieri. Storie di viaggi e di commerci» (2013), «Gerusalemme, La Mecca, Roma. Storie di pellegrinaggi e di pellegrini» (2014), molti dei quali tradotti in varie lingue.

Sorgente: il Mulino – Volumi – ATTILIO BRILLI,