Magico Giove 

Non ho voluto mai scrivere di questo argomento, nonostante tutti fossero a conoscenza dell’accaduto. Sfogliando l’agenda 2014, il 10 luglio dedicato ai lavori dell’orto è stata l’ultima data in cui Giove condivideva lo spazio del giardino. Il 14 luglio scrivo: “Non abbiamo visto Giove”. Il 16 luglio scrivo: “Giove è proprio sparito”. Poi basta, il … Leggi tutto Magico Giove 

la forza dei legami di vicinato di luogo: RITROVATO IL TARTARUGO GIOVE, scomparso dal luglio 2014 (10 mesi fa!), 23 aprile 2015

Coatesa sul Lario e dintorni

gentile *** , siamo appena tornati da nesso, dove con squisita cortesia il geom. *** ci ha portati nella casetta dei francesi.
ora il tartarugo giove è qui a como in appartamento. ci sembra piuttosto malconcio e domani, se il veterinario potrà riceverci, lo porteremo a una visita di controllo. E’ da luglio che era scomparso, per cui se si è sempre trovato là sotto, non c’è erba o altre cose a lui adatte. temiamo quindi che sia denutrito e disidratato.
volevamo ancora ringraziare lei e *** per la straordinaria tempestività con cui ci avete avvertito. qualunque sia il destino del tartarugo, per lo meno, se è destinato a morire, lo potrà fare con tutto il nostro amore e non abbandonato in quella casa, (era ulteriormente  scivolato nell’interno e quindi non più in grado di salire i gradini).
e’ il dono più bello che potevamo ricevere e ve ne siamo davvero grati. vi…

View original post 84 altre parole

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE DA CONSIDERARE PER CAPIRE SE LA NOSTRA È MASCHIO O FEMMINA, di EMANUELA ZERBINATTI

Trovo su “daebyday” questo articolo scritto dalla dott.ssa Emanuela Zerbinatti:   Caratteristiche morfologiche da considerare per capire se la nostra è maschio o femmina La grandezza: è una delle differenze tra maschi e femmine più evidenti anche per l’occhio meno esperto. Le femmine sono infatti generalmente più grandi dei maschi. Tanto per intenderci, nelle Testudo … Leggi tutto CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE DA CONSIDERARE PER CAPIRE SE LA NOSTRA È MASCHIO O FEMMINA, di EMANUELA ZERBINATTI

Adotta o regala l’adozione di una tartaruga marina

Adotta o regala l'adozione di una tartaruga marina ed aiuterai i Centri Recupero CTS, da anni impegnati nello studio e nella conservazione di questi animali a rischio d'estinzione. Subito in regalo regalo il kit d’adozione o il wallpaper e il certificato di adozione dell’animale scelto. vai a: http://adozioni.cts.it/campagnadozioni.cfm

GIOVE E L’ERBA DEL VICINO

  La prima volta non me n’ero nemmeno accorta. La segnalazione di una tartaruga alle prese con l’inferriata di un cancello è avvenuta per interposta persona. Ma il fatto più sorprendente era che il cancello in questione non era del mio giardino, bensì quello del vicino. Come ogni buon investigatore ho tentato di ragionare sugli … Leggi tutto GIOVE E L’ERBA DEL VICINO

Roseto degli Abruzzi: sulla battigia, a pochi passi dagli ombrelloni, un nido di tartarughe marine della specie «Caretta caretta», protetta e a rischio estinzione – da Corriere.it

Il nido delle tartarughe rare, specie «Caretta Caretta Un evento straordinario, quasi un miracolo, che ha obbligato il sindaco, Enio Pavone, a vietare temporaneamente la balneazione e il transito nel tratto di spiaggia interessato. Accade a Roseto degli Abruzzi, località balneare in provincia di Teramo nota per custodire la riserva naturalistica del Borsacchio. Per caso, … Leggi tutto Roseto degli Abruzzi: sulla battigia, a pochi passi dagli ombrelloni, un nido di tartarughe marine della specie «Caretta caretta», protetta e a rischio estinzione – da Corriere.it

TARTARUGOSA HA LETTO E SCRITTO DI: REMO CESERANI, DANILO MAINARDI (2013) L’UOMO, I LIBRI E ALTRI ANIMALI IL MULINO, BOLOGNA

TartaRugosa ha letto e scritto di: Remo Ceserani, Danilo Mainardi (2013) L’uomo, i libri e altri animali Il Mulino, Bologna ---------------------------------------------------------------------------------- Tutto è partito da una lettura casuale a me riferita: “I rettili erano comparsi da poco quando in alcuni s’andò sviluppando la novità evolutiva di una corazza insieme cornea e ossea. Un notevole avanzamento … Leggi tutto TARTARUGOSA HA LETTO E SCRITTO DI: REMO CESERANI, DANILO MAINARDI (2013) L’UOMO, I LIBRI E ALTRI ANIMALI IL MULINO, BOLOGNA

E’ morto George, la TARTARUGA GIGANTE, 25 giugno 2012

QUITO, 25 GIU - "Il mondo ha perso il Solitario George". Lo ha annunciato, in un affranto comunicato, il Parco Nazionale della Galapagos dopo che un inserviente ha constatato il decesso dell'ultima tartaruga terrestre gigante. Ormai ultracentenario, viveva in solitudine in un serraglio e non lascia discendenti. Il Solitario George sara' imbalsamato, affinche' continui ad … Leggi tutto E’ morto George, la TARTARUGA GIGANTE, 25 giugno 2012

PER GIOVE!

Il tardo pomeriggio di venerdì 4 maggio doveva essere occasione di vacanzina. Una vacanzina molto locale, che solo io e TartaRugoso possiamo definire tale. Si trattava infatti di esplorare un nuovo consorzio agrario vicino al mio luogo di lavoro. E che sarà mai un consorzio! potrebbe obiettare chiunque. Bene. Per me e TartaRugoso serre, vivai, … Leggi tutto PER GIOVE!

TartaRugosa ha letto e scritto di: Giorgio Celli (1997), Il Gatto di casa: etologia di un’amicizia, Franco Muzzio Editore

TartaRugosa ha letto e scritto di: Giorgio Celli (1997) Il Gatto di casa: etologia di un’amicizia, Franco Muzzio Editore Giorgio Celli ha cambiato dimora. Come in tante sue storie, si fa trasloco, ma questa volta non si tratta di api, vespe, conigli, cani, cavalli, gatti. Mi piace ricordarlo con la sua voce calda e pacata, … Leggi tutto TartaRugosa ha letto e scritto di: Giorgio Celli (1997), Il Gatto di casa: etologia di un’amicizia, Franco Muzzio Editore

Oggi, al mercato di Pasqua di Viale Varese: Tartaruga Horsfieldi

Ordine: Cheloni Sottordine: Criptodiri Famiglia: Testudinidae Genere: Testudo Specie: Horsfieldi Provenienza Kazakistan, Uzbekistan, Pakistan, Afghanistan, Iran e Cina Link: http://it.wikipedia.org/wiki/T._horsfieldii http://www.tartoombria.org/tarte_esotiche_terrestri.html# Ambulatorio veterinario Alba dott. sa Valeria Valerii 

Passeggiata verso la roccia della tartaruga

La passeggiata verso il monumento naturale è comunque di notevole fascino, nei suoi pressi si trovano anche delle piccole ed accoglienti spiagge, affacciate davanti alle incantevoli isole di Tavolara e Molara. Proseguendo verso San Teodoro, dopo aver superato la frazione di Monte Petrosu, si trova sulla sinistra il cartello che indica Capo Coda Cavallo, il punto dell'isola … Leggi tutto Passeggiata verso la roccia della tartaruga

UNA TARTARUGA DI NOME SILVIO, in Franco Marcoaldi, Animali in versi, Einaudi, 2006

Te lo ricordi? E’ stato ritornando da una lunga camminata quando in un campo d’erba medica s’è all’improvviso rivelata. Di medie dimensioni, lo scudo bruno e giallo, tra tante tartarughe era la più comune – non se ne avesse a male – direi la più scontata. Ma è stato sufficiente che estroflettesse il capo, azzardo … Leggi tutto UNA TARTARUGA DI NOME SILVIO, in Franco Marcoaldi, Animali in versi, Einaudi, 2006

Letargo della tartaruga terrestre all’aperto

.... LETARGO ALL'APERTO Per un ottimo letargo dobbiamo fornire la recinzione di svariati rifugi coperti.La temperatura ambientale si deve mantenere intorno ai 5°C: a questa temperatura la tartaruga si addormenta profondamente consumando il minimo indispensabile di energie. Temperature inferiori a 2°C portano l’esemplare al congelamento dei tessuti e a gravi conseguenze celebrali, ma questo accade … Leggi tutto Letargo della tartaruga terrestre all’aperto

Tartarughe esotiche in guerra

A 15 minuti dal mio giardino esiste una proprietà in cui abitano “tartarughe extracomunitarie” di varie provenienze. Sono bellissime. Le guardo sempre come un’adolescente ammira le topmodel. In particolare le geochelone sulcatahanno un fascino incredibile: enormi, con grosse zampe rivestite da squame e una bocca capace di divorare una grossa zucchina in 4 bocconi. Anche quest’anno … Leggi tutto Tartarughe esotiche in guerra

PERICOLI CLIMATICI AL RISVEGLIO DELLA TARTARUGA | TartaRugosa

Le recenti brusche variazioni climatiche cui sono sottoposte le nostre aree settentrionali sono un danno anche per le tartarughe. Negli ultimi anni, infatti, si sono avute temperature molto miti nei mesi di febbraio e marzo. E’ poi successo che nei mesi di aprile e maggio il termometro abbia drasticamente virato verso il basso (quest’anno la … Leggi tutto PERICOLI CLIMATICI AL RISVEGLIO DELLA TARTARUGA | TartaRugosa

LEGGI PER LA PROTEZIONE DELLE TARTARUGHE | TartaRugosa

L’interesse che l’uomo dimostra nei confronti di questi rettili è rivolto verso l’aspetto alimentare e l’utilizzo del carapace. In tempi remoti si aggiunge l’inserimento negli zoo e nelle collezioni scientifiche, mentre è da periodi prossimi a noi che si è andata diffondendo l’adozione delle tartarughe come animali da compagnia. Queste motivazioni, aggiunte al progressivo degrado … Leggi tutto LEGGI PER LA PROTEZIONE DELLE TARTARUGHE | TartaRugosa

Il terrario: spazio vitale delle tartarughe di terra | TartaRugosa

Le tartarughe di terra necessitano di un terrario asciutto e molto spazioso con un substrato profondo almeno 25 cm, composto da terriccio, sabbia e argilla e, qualora non fosse presente la luce solare diretta, una lampada specifica che emetta raggi UV-B, importantissimi nei processi che servono a fissare il calcio della corazza. Alcune specie, come … Leggi tutto Il terrario: spazio vitale delle tartarughe di terra | TartaRugosa

George: la tartaruga quasi estinta | TartaRugosa

Per richiamare l'attenzio ne sulle specie in pericolo, esistono animali più fotogenici di una tartaruga, an che gigante, delle Galapagos. Marrone scuro, sgraziato, lo sguardo spento e l'espressione arcigna di chi ha perso la dentie ra, George non ha un fisico da Icona, ma è l'unico superstite diGeochelone nigra abingdonii, una sottospecie che, salvo miracolo … Leggi tutto George: la tartaruga quasi estinta | TartaRugosa

Possa la mia vita essere come una tartaruga | TartaRugosa

Mentre percorro la strada della vita, possano i miei passi essere come quelli di una tartaruga, fermi e sicuri. Non importa quale ostacolo si trovi sul suo cammino, troverà alla fine un modo per aggirarlo, sopra o sotto. E se una persona sventata la sollevasse e la deponesse di nuovo rivolta dalla parte opposta, si … Leggi tutto Possa la mia vita essere come una tartaruga | TartaRugosa

Corteggiamenti | TartaRugosa

Durante i corteggiamenti il maschio manifesta attenzione per la tartaruga femmina con violenti morsi ed urti contro il carapace. Tutto ciò continuerà finchè la femmina, esausta, sarà accondiscendente e permetterà al maschio di posizionarsi sul suo carapace per l’accoppiamento. La violenza di questi approcci potrebbe indurre, chi vedesse la propria tartaruga così maltrattata, a separarla … Leggi tutto Corteggiamenti | TartaRugosa

L’alimentazione della tartaruga

La dieta ideale della tartaruga è povera di proteine e� grassi, mentre è ricca in carboidrati complessi, fibre e calcio e sufficiente per gli altri minerali come il fosfato e le vitamine. Il calcio è importante per la costruzione della corazza e dello scheletro, specialmente nei giovani, per la produzione di uova nelle femmine che … Leggi tutto L’alimentazione della tartaruga