Author Archives

Paolo Ferrario

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Il Regno Segreto di Nina Simone

Nina Simone ha realizzato solo capolavori ed appartiene ai “classici”. Ogni sua interpretazione è come un’opera teatrale e artisticamente funziona come un dipinto. Le esecuzioni sono costruite come scene teatrali: inizia creando una situazione drammatica, poi comincia a raccontare una storia. Ma questa storia non te la racconta solo: no, […]

Nina Simone – Angel of the morning

Brina ricamatrice La gelida brina mattutina  si posa sui nudi rami del ciliegio,  ricamandoli d’un pizzo tutto d’argento con il riflesso del cielo. Tra il magico biancore della neve e degli ultimi raggi solari forma uno specchio cristallino ed ogni cosa diventa un incanto: questo è l’impareggiabile spettacolo della natura invernale. […]

Gradini

Mi piace contare i gradini e stupirmi di alcune regolarità ripetitive che un’architettura non mia ha saputo costruire da tempi più o meno memorabili. 76 sono per esempio i gradini che interrompono il sentiero della mulattiera che scende a lago. Tra il 74 e il 75° c’è il respiro di […]

Gradini

Mi piace contare i gradini e stupirmi di alcune regolarità ripetitive che un’architettura non mia ha saputo costruire da tempi più o meno memorabili. 76 sono per esempio i gradini che interrompono il sentiero della mulattiera che scende a lago. Tra il 74 e il 75° c’è il respiro di […]

A proposito di Chesil Beach di Ian McEwan: avevamo vent'anni …

“avevo vent’anni.Non permetterò a nessuno di direche questa è la più bella età della vita”Paul Nizan (1905-1940), Aden d’Arabia, prefazione di J.P.Sartre, Nondadori, 1961 Io nel 1968 avevo vent’anniHo l’età della Costituzione repubblicana, da qui devo avere ereditato culturalmente l’idea della centralità delle regole per mantenere l’equilibrio psicologico e sociale […]

Nina Simone: fiori, fiori per Nina, Nina Simone

  Nina Simone Non posso che cominciare con un amorevole omaggio a Nina Simone. Perchè il suo modo di cantare accompagna i miei giorni. Nina Simone ha realizzato solo capolavori ed appartiene ai “classici”. Ogni sua interpretazione è come un’opera teatrale e artisticamente funziona come un dipinto. Le esecuzioni sono […]

Nina Simone: infanzia del prodigio

Qui sopra c’è il ricordo del tempo passato. Ora, però, immagina una bambina. Immagina una bambina negra. Immagina una bambina negra nata alle sei del 21 febbraio 1933 a Tryon, nello stato U.s.a. della Carolina. Tuffiamoci nella storia di questa bambina che si chiama Eunice Kathleen Waymon e che diventerà, […]

Paolo Conte, Diavolo rosso

Fra le finezze connettive di Youtube c’è questa: chi posta un video può ricevere una “risposta al video con un video”. Due anni fa avevo estratto dal Dvd Live in Amsterdam una strepitosa esecuzione di Diavolo rosso di Paolo Conte, che avevo appena visto in concerto all’Arena di Verona: ricordo […]

L’alimentazione della tartaruga

La dieta ideale della tartaruga è povera di proteine e� grassi, mentre è ricca in carboidrati complessi, fibre e calcio e sufficiente per gli altri minerali come il fosfato e le vitamine. Il calcio è importante per la costruzione della corazza e dello scheletro, specialmente nei giovani, per la produzione […]

Pino Roveredo, Mandami a dire, Bompiani, 2005 | TartaRugosa

TartaRugosa legge e scrive di: Pino Roveredo (2005), Mandami a dire, Bompiani, Introduzione di Claudio Magris Ci sono tanti modi di dire la solitudine, l’indifferenza, lo sfruttamento, la violenza, l’emarginazione … Lo sappiamo dagli strilli dei titoli dei giornali, dalla retorica dei benpensanti, dal distacco delle analisi sociologiche, dall’enfasi delle interpretazioni […]

José Saramago, Cecità (traduzione di Rita Desti), Einaudi, 1995 | TartaRugosa

Tartarugosa legge e scrive di: José Saramago, Cecità, (traduzione di Rita Desti),  Einaudi, 1995 L’infinito reticolo associativo che il nostro cervello può assemblare mi ha sempre affascinata. Da una parola, un’idea, un pensiero possono srotolarsi miriadi di percorsi che, talvolta, ci conducono in luoghi ben diversi da quelli prefigurati. E chissà […]

Il lato musicale del 2007

Sul lato del pensiero musicale, nel 2007 la mia grande novità è stato poter essere invitato su Insensatez di Kosmogabri Chickasaw. Ed è al primo posto. Poi arriva il resto, con mescolanza fra vecchio e nuovo, come si addice al mio status cronologico. Bilancio musicale del 2007: 12 album e […]

Auguri per un intuitivo 2008 !!!

  E’ difficile avere certezze sul passato. Figuriamoci sul futuro, anche se prossimo. Eppure ad ogni passaggio d’anno  viene questa voglia di proiettare con noi stessi anche le nostre aspettative. L’anno scorso come metodo abbiamo proposto l’immagine dello scalare la parete, che richiede fiducia nelle proprie forze ma anche energia per […]

Quest’anno ci è affiorato alla mente di augurare la virtù della intuizione, 31 dicembre 2007

martedì, 1 gennaio 2008 Per il 2008  E’ difficile avere certezze sul passato. Figuriamoci sul futuro, anche se prossimo. Eppure ad ogni passaggio d’anno  viene questa voglia di proiettare con noi stessi anche le nostre aspettative. L’anno scorso come metodo abbiamo proposto l’immagine dello scalare la parete, che richiede fiducia nelle […]

Carl Gustav Jung sul simbolo di Giobbe

In tema di cultura e personalità Nelle religioni tendo a distinguere i simboli, di cui sono espressione, dalla dogmatica o dalla precettistica che si portano dietro. Nello stesso tempo faccio il possibile per distinguere anche fra le religioni. Giudico pericolosa e disumana la religione musulmana, che nasce dalla guerra e […]

Muore Oscar Peterson

Oscar Peterson (1925-2007) lo ricorderò soprattutto per questa interpretazione:  venerdì, 11 maggio 2007 Oscar Peterson (1925) A proposito di felicità e di grandi vecchi! Ascoltiamo e guardiamo Oscar Peterson. La faccia beata, le note nella bocca … e che altro ancora Dodo, Prisma …? Ah sì, l’occhio affettuoso del contrabbissista […]

Claudio Risè. “Nel Natale, ad esempio, compare il simbolo che più fortemente influenza la felicità dell’uomo: proprio quello del cambiamento e della trasformazione”

” …. si realizza nell’evento del Natale un fenomeno che gli storici delle religioni, ma anche gli psicologi del profondo, conoscono bene. Si tratta della potenza che il rito, condiviso per lungo tempo da molte persone, finisce con l’assumere nell’inconscio collettivo e, da lì, nella vita di tutti. Anche chi […]

Interpretazioni di Silent Night

E’ piena notte. Poi, domani sarà “la notte” per cultura, storia e tradizione. C’è una musica (una più di altre) che è annidata nella mia memoria biografica e sensoriale ed è associata al Natale. Una gran festa, indipendentemente dai credi. Perchè tutti siamo stati piccoli ed avvolti dalla magia di […]

La politica mi stimola, invece, ad un esercizio quotidiano di riflessione sul Sè e sul Mondo. E' quindi necessaria. Tuttavia …

La politica – e anche la politica che passa attraverso le “forme partito” che si sono create in questi anni – mi interessa PERSONALMENTE. Perchè mi aiuta ad uscire dal mio individualismo. Pensato ed elaborato, ma sempre … individualismo. La politica mi stimola, invece, ad un esercizio quotidiano di riflessione […]

perché io sono io e perché non sei tu? Perché sono qui e perché non sono lì? Quando è cominciato il tempo e dove finisce lo spazio? da Il cielo sopra Berlino di Wim Wenders

Trovato! Cercavo un pensiero di Peter Handke che mi risuonava – per le solite vie traverse – collegato al tema “Siamo parte …”  evocato da Carlo Bettocchi e Silvia Montefoschi. Ho rintracciato la traccia in una recensione del film Il cielo sopra Berlino di Wim Wenders: Quello stesso stupore che traspare, nitido, […]

La tartaruga

Marina o terrestre che sia, la tartaruga ha caratteristiche  che la rendono un animale cosmogonico:  la robustezza e solidità del carapace, il senso di forza e di pazienza  che emana, tutte qualità che   si esprimono anche nei sogni. E’ il simbolo della stabilità del mondo, l’universo  ne viene sostenuto e contemporaneamente […]

Gruppo di lettura online. L’idea è di fare, tramite queste nostre pagine trasferite sui fili internettiani, quello che si potrebbe fare faccia a faccia tra amici, nelle nostre case

  “Ho sempre pensato che chi legge un libro, in qualche modo lo riscrive. L’autore porge delle indicazioni ma poi è il lettore che deve saper ricostruire con la sua immaginazione e il suo sapere il mondo in cui si trova a vivere attraverso i corpi estranei dei personaggi” Dacia […]

26 novembre 2007: la tappa dei 59 anni

Quante vite ci sono date da vivere? Se vedo la questione dal punto di vista concretistico è evidente: una sola. Quella del nostro ciclo biologico, scandito dal tempo che resta. Se invece mi  dispongo sul piano esistenziale e simbolico, le cose stanno diversamente. Arrivare a 59 anni con le funzioni cognitive […]

Quando i "padri" sono meglio dei "figli".

Qualche giorno fa Massimo D’Alema è stato dichiarato persona non gradita dalla comunità ebraica romana per due suoi articoli di velenosa polemica contro lo stato israeliano ed ha preferito non partecipare alla presentazione del libro di Luca Riccardi, “Il problema Israele – Diplomazia italiana e Pci di fronte allo stato […]

Camminare per 500 passi …

Dalla casa sul lago al posteggio occorre camminare per circa 500 passi (di cui 77 scalini). Nel mese di novembre lassù il sole cala già alle 15 e alle 18 è buio pesto. Quei passi, calcati nel buio, fanno ancor più riflettere sullo scorrere del tempo. A metà percorso una breccia nel muro fa vedere il […]

David Byrne, Winter

E’ calato il generale inverno. Le foglie cadono più velocemente dagli alberi e sono spazzate via dal vento. E’ arrivato il momento di riprendere le buone abitudini della musica da ascoltare con gli amici. Data l’ora: attorno a mezzanotte. David Byrne, Winter da “The Knee Plays”